• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

andreina

Membro Attivo
Sto per affittare un appartamento ad un Egiziano fornito di regolare permesso di soggiorno e lavoro subordinato, dovrebbe abitare l'appartamento con la moglie che, però, scopro solo ora, non ha permesso di soggiorno. Nel contratto ho previsto la clausola "Il conduttore, sig. ________dichiara di avere titolo valido a soggiornare legittimamente in Italia e, a tal fine, consegna al locatore, ai sensi dell’art. 12, comma 5 bis, del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, numero 286, una copia del proprio Permesso di Soggiorno Elettronico nr ____, rilasciato da _______ il ________ e valido fino al ________. Dichiara altresì che i familiari legittimati ad abitare nell’appartamento sono tutti in possesso di regolare permesso di soggiorno".
Sono sufficientemente tutelata con la suddetta clausola? se no cosa rischio?

Ancora........ il contratto, su richiesta del locatario, è 2+2 invece di 4+4, posso farlo senza problemi?

Grazie anticipatamente per l'aiuto
Andreina
 

maidealista

Fondatore
Membro dello Staff
Proprietario Casa
Sei sufficientemente tutelato.
Il contratto 2+2 potrebbe essere facilmente ricondotto ad un 4+4 (vedi art. 2 della L.431/98).
Ricordati di fare la denuncia di cessione di fabbricato entro 48 ore.
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Il contratto di locazione a parere di chi scrive non puo' essere inferiore a 3+2 nel qual caso il canone deve restare all'interno di certi parametri accordati fra le rispettive associazioni sindacali e depositate in Comune ,a mio avviso anche se trattasi di Comune Non ad alta tennsione abitativa (il locatore potrebbe avere interesse al di là dei vantaggi fiscali di cui non fruirebbe , alla minore durata del periodo locativo rispetto al classico 4+4)
Pertanto onde evitare impugnazioni da parte del conduttore occorrerebbe valutare se il canone accordato rientri in tali parametri.
Si consiglia di farsi assistere da una associazione piccoli proprietari ( Api bologna, UPPI etc.)

Aggiunto dopo 2 minuti :

Alcuni autori nel caso di extra comunitari ritengono che il contratto non possa durare piu' del periodo indicato nel permesso di soggiorno e comunque prorogabile in linea con i tempi del rinnovo
 

andreina

Membro Attivo
Grazie, ormai ho firmato il contratto e la durata più breve mi è stata chiesta espressamente dal conduttore perchè egli stesso non può garantire di mantenere la locazione più a lungo, quindi credo che non intenda impugnare il contratto; in questo caso io non avrei problemi a prolungarne la durata.
Corro qualche rischio? è prevista qualche penalità?
Grazie infinite a tutti
Andreina
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto