1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ncolitti

    ncolitti Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'intervento dell'assistenza per la riparazione del condizionatore è a carico dei conduttori o del padrone di casa?
    Che ne pensa il forum?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Devi vedere cosa prevede il contratto di locazione, ma di norma le spese per manutenzione spettano al conduttore la sostituzione del condizionatore al proprietario, dello stesso avviso è questa tabella concordata tra la Confedilizia e le associazioni degli inquilini (SUNIA-SICET-UNIAT)

    IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CONDIZIONAMENTO, PRODUZIONE ACQUA CALDA, ADDOLCIMENTO ACQUA Installazione e sostituzione degli impianti L
    Adeguamento degli impianti a leggi e regolamenti L
    Manutenzione ordinaria degli impianti, compreso il rivestimento refrattario C
    Pulizia annuale degli impianti e dei filtri e messa a riposo stagionale C
    Lettura dei contatori C
    Acquisto combustibile, consumi di forza motrice, energia elettrica e acqua C
    http://www.repubblica.it/online/fatti/universitari/tabella/tabella.html
     
  3. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In parole spicciole ... se l'intervento di assistenza riguarda la manutenzione ordinaria del climatizzatore (es. sostituzione filtri, reintegro liquido refrigerante, sostituzione batterie telecomando, pulizia e disinfezione ecc.) il pagamento spetta all'inquilino.
    Se invece si tratta di una "riparazione" di una certa entità come, ad esempio, la sostituzione di una scheda elettronica, il pagamento spetta al proprietario.
     
  4. ncolitti

    ncolitti Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Questo è proprio il caso mio!
    Dalla risposta di condobip m'era sembrato di capire che anche per tale intervento il costo della riparazione fosse a carico dei conduttori, visto che la citata tabella dell'accordo Confedilizia/inquilini pone a carico del proprietario/locatore solo la "sostituzione di impianti".
    Dunque avevo dedotto:
    "sostituzione di impianti" a carico del locatore;
    "sostituzione di pezzi" a carico del conduttore.
    Non è così?
     
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti la tabella dice questo, ma in mancanza di un accordo previsto nel contratto, e mi auguro che si dovrebbe giungere ad un accordo successivo tra le due parti, non giungendo neppure a questo (lo sconsiglio a tutti) si dovrà giocoforza giungere al contenzioso, con spese che potrebbero ben superare il costo della riparazione e/o sostituzione della parte dell'impianto di condizionamento.
    Per cui sta a voi, inquilino - proprietario mettervi d'accordo.
     
    A ncolitti piace questo elemento.
  6. ncolitti

    ncolitti Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Vero è che è cosa ottima mettersi d'accordo. E fortunatamente ho ottimi rapporti con gli studenti-conduttori. Però sarebbe meglio che la legge decidesse al riguardo così dal toglierci dall'imbarazzo di doverci autoregolare e dal rischio di far cessare gli "ottimi rapporti" a causa di piccole dispute. E nel contratto è difficile prevedere minuziosamente tutte le ipotesi verificabili!

    Giusto per concludere, sono andato sul IlSole24 che, se qualcuno vuole approfondire può cliccare sul link, mi sembra non far rientrare la sostituzione di una scheda elettronica nella "manutenzione straordinaria": http://www.ilsole24ore.com/art/Sole...d7-11de-bd54-016680bc9313&DocRulesView=Libero#

    Testualmente si legge: "La distinzione fondamentale pare quella tra opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, le prime attribuite agli inquilini, le seconde ai proprietari.
    Per differenziarle, i giudici non fanno riferimento alle leggi urbanistiche, bensì (in mancanza di meglio) agli articoli 1004-1005 del Codice civile sull'usufrutto. Essi, in sostanza, assegnano al proprietario le riparazioni straordinarie (stabilità muri maestri e volte, rinnovamento per intero o di parte notevole dei tetti, delle scale, dei muri di sostegno e di cinta)."
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo gli artt. 1004-1005 del Codice Civile sono un po' datati e risalgono all'epoca in cui le case erano fatte di muri maestri, muri divisori, tetti, infissi, pavimenti e qualche tubo che correva all'interno, quando addirittura non fossero prive di acqua corrente.
    Ora le nostre case sono dotate di impianti tecnologici che non sono esplicitamente citati nei codici e nelle leggi collegate, pertanto un giudice serio applicherà la legge per analogia ... sempre che ci si imbatta in un giudice serio.
    Comunque la distinzione tra manutenzione straordinaria ed ordinaria anche a mio avviso è la più azzeccata.
    A tal proposito, però, devo dire che la sostituzione di una scheda elettronica di una caldaia o di un condizionatore mi sembra più una manutenzione straordinaria che ordinaria, mentre la sostituzione - ad esempio - di un ugello incrostato o di un fusibile saltato, sia per la probabilità che il guasto accada, sia per l'ammontare dell'esborso, siano casi lampanti di manutenzione "ordinaria".
     
  8. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    la manutenzione ordinaria o straordinaria o anche la sostituzione di parte o dell'intera apparecchiatura dovrebbe essere a carico di chi le usa.
    se io ti consegno un bene, pare che il c.c. preveda la riconsegna nello stato in cui è stato affidato o non è così.
    altrimenti io ti distruggo l'immobile o qualsiasi altra cosa tanto paga il proprietario.
    se affittate un automezzo provate a riconsegnarlo ammaccato!
    qui non ci sono accordi da prendere ed è inutile complicarci come al solito la vita.
    io ti affido un bene mio in tuo godimento e tu me lo riconsegni nelle stesse condizioni.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    e il normale deperimento d'uso dove lo metti?
    Queste discussioni insorgono principalmente quando non si riesce ad attribuire se la rottura è imputabile alla fatica, cioè all'uso, oppure ad un difetto costruttivo.
    Oppure quando viene dato in uso un bene già usato: a volte seminuovo, a volte vecchio ma ancora funzionante.
    Per questo l'accordo è la migliore soluzione.
     
  10. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    rimango sempre dell'idea che il miglior accordo e quello già previsto dal c.c.
    ti affido un bene e me lo restiruisci nelle stesse condizioni, non certamente nuovo, ma ancora attivo.
    il medico, di sicuro, non te lo ha ordinato di usarlo.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    beh, se ragioni così c'é poco da discutere: tu mi affitti una casa con il condizionatore ma io non lo debbo usare perché te lo devo rinconsegnare nello stesso stato in cui me lo hai dato. Giustappunto lo devo solo spolverare e custodire.

    ma è proprio quello che succede che genera la discussione: il deperimento d'uso se è stato a completo ed esclusivo beneficio del conduttore è giuto che i guasti siano riparati da lui, ma se il bene aveva qualche hanno ed è stato a beneficio di qualcheduno d'altro è giusto che quella parte di beneficio se la accolli il locatore.
     
  12. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    non guardare il dito, guarda la luna.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    penso che questo valga anche per te.
     
  14. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    sicuramente sì, solo che io ho consumato "i diti" a furia di guardarli e la luna la guardavo da giovinotto con la mia lei.:):amore::confuso:
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    io la guardo tuttora con un binocolo 20-40x100 con oculari inclinati di 45° e con il C8 (telescopio riflettore da 20 cm di diametro della Celestron costruito secondo lo schema Schmitd-Cassegrain). Sono un guardone anche perché in passato ho avuto fino a 4 binocoli di grande diametro e tuttora ho anche un C5 (fratello minore del C8) che tengo un una di quelle valige "pilota" che andavano di moda una decina di anni fa.
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Su' non diciamo scempiaggini. La legge distingue tra spese ordinarie e straordinarie. Secondo pippopeppe non vi è differenza, cade il cornicione lo deve pagare il suo inquilino. Si rompe una conduttura idem, vengono i ladri pure, sempre e comunque il bene a pippopeppe va riconsegnato come lo ha dato. E chi si è visto si è visto. Pippopeppe non risponde più di nulla. Dai, non facciamoci le leggi a modo nostro. Il conduttore risponde quando è accertata la sua responsabilità. In questo caso pero' c'è da dire che l'uso prolungato di anni può portare ad un deterioramento delle schede elettroniche. Questo lo dovrà dire il tecnico che verrà a sostituire il pezzo. Io proporrei fin da ora ai ragazzi questa soluzione. Di fare decidere al tecnico se è una cosa ordinaria o straordinaria.
    Capiranno anche loro questo discorso. Facciamola facile facile. Il tecnico sicuramente dirà che i pezzi sono creati per resistere 2/3 anni. È il business baby! Allora la mossa di pagare 50 e 50 rallegrerà a tutti gli animi. Buone feste
     
    A ncolitti piace questo elemento.
  17. chiariglione

    chiariglione Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buona sera, io ho affittato un immobile con due condizionatori che ha istallato il vecchio inquilino, ed adesso se i condizionatori non dovessero funzionare io divrei ripararli? ma scherziamo?
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    no. però puoi sempre toglierli così elimini ogni problema.
     
  19. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra che il vecchio proprietario sia stato piuttosto generoso nel lasciarteli. Tu non ci hai speso una lira. Ora, però, se li vuoi, te ne assumi la responsabilità del funzionamento (a meno che non prevedi diversamente nel contratto).
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma certo! basta stare un attimo a ragionarci sopra. Li smonti e te li porti a casa tua. Buon guadagno, no? se sono tuoi ora, sono tuoi. Mica gli puoi dire che te li hanno lasciati. Allora se li potrebbero prendere gli inquilini! :shock: :maligno:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina