1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Una societa conduttrice di un negozio propone al locatore,Privato,l'aacquisto di arredamento usato di sua proprieta' per allestimento locali.
    La societa'conduttrice vuole pagare con bonifico bancario o assegno dal c/c della societa' per dedurre ai fini fiscali l acquisto.
    Per il privato che vende,sono appunto arredi usati di sua proprieta,peraltro arredamento d epoca.
    Bene il corrispettivo che riceve da questa vendita,essendo pagato da una societa,concorre alla costituzione di reddito imponibile ai fini IRPEF?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se sono beni che il privato aveva acquistato per uso personale o familiare, no. Se li aveva acquistati con intento speculativo, al fine di ritrarne un guadagno rivendendoli, si configurerebbe un'attività commerciale non esercitata abitualmente, e pertanto il relativo reddito sarebbe imponibile, ex art. 67, comma 1, lett. i) del TUIR.
     
  3. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Mille grazie
    No sono beni di proprieta'personale,oggetto d'arredo d'epoca.
    Di provenienza familiare.
    Quindi non ci sono prove d acquisto.
     
  4. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Benissimo
    Come è meglio scrivere la ricevuta alla società,che dedurrà l'acquisto da privato di beni personali dall'IRES,per cautelarsi dal fatto che la società cambi idea e richieda indietro il prezzo corrisposto.
    Un privato non può dar garanzia su beni personali venduti e privi di prova d'acquisto in quanto d'epoca.
    Grazie
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Deve contenere:
    - generalità, domicilio dei contraenti e loro codice fiscale;
    - descrizione dei beni oggetto di compravendita;
    - indicazione del corrispettivo;
    - dicitura "Operazione non soggetta a IVA, ai sensi degli artt. 1, 2, 4 e 5 del D.P.R. n. 633/1972".
    - applicare, dato che l'importo della ricevuta supera 77,47 euro, il contrassegno telematico di 2 euro per l'assolvimento dell'imposta di bollo.
    - data e firma.
    La garanzia ex art. 1490 c.c. è sempre dovuta.
    Le parti possono accordarsi per escludere o limitare la garanzia, ma tale limitazione è inefficace se i vizi, non facilmente riconoscibili, vengono taciuti in mala fede al compratore.
     
  6. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Eccellente!
    Grazie Nemesis!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina