1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. MariaCado

    MariaCado Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno, ho affittato un locale commerciale di circa 58 mq suddiviso in due zone distinte.
    Il locale è riscaldato con due pompe di calore, il problema è che nell'ingresso, a causa della forte dispersione termica data da vetrina e porta di ingresso la temperatura, con la sola
    pompa di calore, raggiunge a stento i 19 gradi la sera verso le 19.00 (quando chiudo).

    Ho fatto presente la cosa al titolare che ha portato un termosifone aggiuntivo...e con quello acceso la temperatura sale un po' più velocemente (così come i consumi) anche se non si superano mai i 19 gradi e nel locale fa sempre freddo.

    Io faccio partire la pompa di calore alle 6.30 e la spengo alle 19.00, mentre l'unità aggiuntiva la accendo alle 9.30 quando arrivo e la spengo anch'essa alle 19.00. Con questo andazzo a dicembre ho consumato più di 1000kw contro i 950 del bimestre precedente. (quando ancora non c'era il caloriferino).

    Ho quindi chiesto che venissero cambiati gli infissi (un vetraio chiamato per tentare di aggiustare la situazione dando una siliconata, ha asserito che sono vecchi e pieni di spifferi) o che mi venisse accordata una riduzione del canone di affitto, perchè se al momento dellla stipula avessi anche solo immaginato di dover sopportare spese folli di enegia elettrica per stare al freddo (passare tutta la mattinata a 15/16 gradi non è piacevole) mai avrei accettato il canone pattuito.

    La risposta orale, perchè scrivere mi hanno detto che non rispondono per iscritto, è stata che mai nessuno si è lamentato, che devo tenere acceso il riscaldamento anche di notte (si tanto pago io) e che se mi va bene è così altrimenti di lasciare il locale che mi mandano disdetta perchè sono sempre in ritardo coi pagamenti ( comunque ho sempre pagato il canone).

    Cosa posso fare per tentare di risolvere la situazione? Cambiare locale sarebbe costosissimo per me vista la tipologia dell'attività.

    Grazie,
    Maria
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro Supporter

    Proprietario di Casa
    Purtroppo il tuo resoconto è l'esatta rappresentazione della coperta troppo corta. Tu fai fatica a pagare il canone e il locatore di certo non avrà le risorse per fare una ristrutturazione degli infissi.
    Se non fosse in corso la locazione il proprietario studierebbe di fare infissi nuovi per valutare di chiedere un canone più alto, se il mercato lo riconoscesse.
    Se la tua attività andasse bene, investiresti tu in riscaldamento o in lavori di miglioramento degli infissi.
    Invece siamo in un paese dove tu hai le tue difficoltà e il locatore ha le sue.
    Da un punto di vista giuridico, tu sei libera di chiedere migliorie ma il locatore non è obbligato a farle.
     
  3. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Hai quantificato (bene o male) gli oneri accessori (i costi del riscaldamento), ma non hai detto a quanto ammonta il canone. Quant'è?
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    o spendi i soldi per il trasloco o spendi i soldi per scaldarti. Il trasloco lo fai una volta sola il riscaldamento parte tutti gli inverni..... vedi tu poi ad un locatore che se la tira così io non ci penserei due volte... a Roma il mercato dei negozi è in crisi se va via un conduttore prima di riaffittare passa quasi un anno.
     
  5. Ollj

    Ollj Ospite

    Concordo con chi mi ha saggiamente preceduto.
    Lasci perdere costose ed infruttuose schermaglie e trovi un locale più idoneo alle sue esigenze.
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ci sono anche delle lampade che vengono usate per riscaldarsi in esterno potrebbe essere una soluzione, queste lampade riscaldano quando si è nel loro raggio di azione pertanto non riscaldano il locale, un'altra idea sarebbe di dire al proprietario di fare i lavori tu stessa e di scontare la somma sul pigione..... sempre che i lavori ti assicurano un maggior riscaldamento
     
  7. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    dipenda da che tipo di locale è se necessità di riscaldare più di 19° che non mi sembra poco per un locale commerciale dove le aperture sono moltofrequenti
     
  8. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    per le aperture frequenti ci sono le barriere ad aria mentre le lampade menzionate non importa sono per esterno anche con la neve ti danno caldo
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    funzionano sul principio del forno a micronde: vengono tarate per avere una certa temperatura ad una certa altezza dal pavimento, comunque hanno bisogno di energia anche loro .
     
  10. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Usare l'energia elettrica per scaldare direttamente anziché per far funzionare una pompa di calore è uno spreco. Con il riscaldamento diretto una unità di energia elettrica dà una unità di energia termica (legge di Joule). Con il riscaldamento a pompa di calore una unità di energia elettrica fa 'nascere' circa 3 unità di energia termica.
     
  11. MariaCado

    MariaCado Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Grazie a tutti per le risposte!
    Il canone è di 800€ al mese.
    Ho proposto di cambiare io infissi e di averli imputati in conto canone ma mi ha detto di no!

    Ragioneró sul fatto di cambiare locale.
     
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è proprio cosi, nel forno abbiamo onde che rimbalzano senza poter uscire pertanto con una piccola emissione si ha un grande effetto in oltre mettono in agitazione le molecole del corpo che investono creando un attrito generando calore, le lampade emettono un raggio infrarosso (anche se è visibile) che non mettono in agitazione le molecole del corpo che investono ma trasmettono il calore da loro generato.
    va bene se abbiamo un locale ben chiuso e limitato cosa che nel caso specifico non c'è
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina