1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mauri75

    mauri75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    salve, ho affittato uno spazio commerciale ad una società di persone tipo srl.
    In caso di fallimento come sono tutelato in caso di inadempimento del contratto di locazione?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Qualunque soggetto sia creditore di un imprenditore fallito ha diritto ad insinuarsi al passivo del fallimento, così da poter concorrere, insieme agli altri creditori insinuati, per ottenere il soddisfacimento del proprio credito nell'ambito del fallimento.
    Se il credito è assistito da un privilegio (come ad esempio il pegno o l’ipoteca) ha diritto ad essere soddisfatto con precedenza sugli altri creditori non privilegiati; se invece non è assistito da privilegio si dice creditore "chirografario", il cui credito può essere soddisfatto solo e nella misura in cui vi sia un residuo dell'attivo fallimentare dopo il soddisfacimento dei creditori privilegiati.
    Con la domanda di ammissione al passivo, quindi, il creditore presenta agli organi del fallimento la propria domanda di insinuazione al passivo, ovvero di essere incluso nel novero dei creditori che concorreranno alla distribuzione dell'attivo del fallimento.

    Pertanto Buona cosa:
    http://www.laleggepertutti.it/33410...one-per-difendersi-dallinquilino-che-non-paga
     
    A mauri75 piace questo elemento.
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' il caso di precisare che una s.r.l. non è una società di persone, ma di capitali.
    Dunque la società ha un suo patrimonio, che è del tutto separato da quello dei soci, che hanno la responsabilità limitata alle quote che hanno conferito nella società.
    Tenendo presente che potrebbe trattarsi anche della s.r.l. "semplificata", ex art. 2463-bis c.c. e che in questo caso l'ammontare del capitale sociale potrebbe essere anche di un solo euro. :)
     
  4. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Beh ,ma i nuovi requisiti dimensionale per essere ammessi alla procedura fallimentale sono pesanti.......
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite


    Sempre di fallimento si tratta.
    Anche una S.p.A. può fallire e ci sono sempre i creditori privilegiati e non.
    Ipotecari, impiegati e operai, fornitori, locatori capannoni e collaboratori esterni, quali agenti rappresentanti e trasportatori.
     
  6. mauri75

    mauri75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per le risposte (e correzioni) alla mia domanda.
    Mi rimane un dubbio: non avendo posizione priviligiata sul credito come funziona la fila dei creditori? chi prima arriva...
    E per un nuovo contratto di locazione uso commerciale, sempre in favore di una srl come posso tutelare al massimo il mio canone nel contratto?
     
  7. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    vedi DLgs 12 Sttembre 2007 n169(c.d.correttivo)
    Beh con questi requisiti dimensionali una società che può permettersi di fallire può permettersi di farti una fideiussione a prima richiesta pure da 250000 Euro...
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti. Se non sussistono i requisiti soggettivi e oggettivi previsti, l'impresa non è assoggettata al fallimento.
    E se la procedura concorsuale è preclusa, non rimane che l’azione di recupero individuale ex art. 474 e ss. c.p.c.
    Ove dovesse mancare un sufficiente patrimonio in capo all’impresa insolvente, a meno di rari casi in cui il creditore è a conoscenza dell’esistenza di crediti aggredibili, non vi sono molte speranze di poter recuperare il proprio credito.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    No assolutamente, dopo aver fatto al curatore fallimentare richiesta di inserimento tra i creditori, si è soddisfatti dopo i privilegiati e a seconda del residuo.
    Ecco perchè, ti ho consigliato, se riesci, una fidejiussione.
    Art.63 Coobbligato o fideiussore del fallito con diritto di garanzia.
    Il coobbligato o fideiussore del fallito, che ha un diritto di pegno o d'ipoteca sui beni di lui a garanzia della sua azione di regresso, concorre nel fallimento per la somma per la quale ha ipoteca o pegno.
    Il ricavato della vendita dei beni ipotecati o delle cose date in pegno spetta al creditore in deduzione della somma dovuta.
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Condivisibile.
    Un po' meno (condivisibile) citare una norma che non ha nessuna relazione con i rapporti tra il creditore del fallito, garantito dalla fideiussione e il fallito stesso.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    "L'inadempimento contrattuale dello spazio commerciale, come può essere tutelato in caso di fallimento?" domanda di mauri75.
    Con l'istituzione della fideiussione. Il locatore, infatti, si è garantito per quanto riguarda la locazione dello spazio commerciale, per cui il fideiussore concorre nel fallimento per soddisfare, appagare il debito verso il locatore il quale, a mio parere, rientra nei creditori privilegiati.
    La mia interpretazione è questa.
     
  12. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    per apporto conoscitivo:
    Regio decreto 16 marzo 1942, n. 267
    Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa.
    TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI
    Articolo 1
    Imprese soggette al fallimento e al concordato preventivo
    Testo in vigore dal 16 luglio 2006, con effetto dal
    Sono soggetti alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo gli imprenditori che esercitano una attivita' commerciale, esclusi gli enti pubblici.

    Non sono soggetti alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo gli imprenditori di cui al primo comma, i quali dimostrino il possesso congiunto dei seguenti requisiti:
    a) aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell' attivita' se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila;
    b) aver realizzato, in qualunque modo risulti, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento o dall'inizio dell'attivita' se di durata inferiore, ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo non superiore ad euro duecentomila;
    c) avere un ammontare di debiti anche non scaduti non superiore ad euro cinquecentomila.
    I limiti di cui alle lettere a), b) e c) del secondo comma possono essere aggiornati ogni tre anni con decreto del Ministro della giustizia, sulla base della media delle variazioni degli indici ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati intervenute nel periodo di riferimento.
     
  13. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Una domanda:
    la fideiussione bancaria a prima richiesta è un contratto autonomo di garanzia.
    Da più parti mi senti dire che le banche non concedono fideiussioni.....anzi è una lagnanza continua....
    Ma la fideiussione,la può acquistare chiunque,basta vincolare una somma in ad es.BTP Itala,Polizze Obbligazionarie a Premio unico.
    Intestate alla persona fisica che fa da garante per il contratto di locazione,beh non certo alla società che stipula il contratto di locazione.Con beneficiario il locatore.

    Non va dimenticato che alla dichiarazione di fallimento NON si perviene quando l'ammontare dei debiti scaduti,accertati in sede di istruttoria prefallimentare sia inferiore ad Euro 30000.

    A mio parere,un affitto di un locale commerciale importante,non può prescindere dal contestuale rilascio di idonea fideiussione bancaria a prima richiesta.

    Il capitale sociale,anche se consistente non è facilmente aggredibile in caso di morosità.

    Comunque se nel locale il conduttore ha fatto forti investimenti,non è che gli piaccia molto lo sfratto per morosità e la cristallizazione dell'inadempimento(art.1453 c.c.)
    Posto che il foro competente sia in un Tribunale che impiega al massimo 60 giorni per emettere una sentenza di convalida di sfratto.
    Se impiega 2 anni......beh la fideiussione bancaria dovrà essere di 24 mesi.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 13 Dicembre 2013
  14. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La fideiussione puo' essere rilasciata da chiunque anche da parte di un parente benestante, da un amico solvibile etc, meglio se "a prima richiesta"
    L' 1936, Codice civile, «è fideiussore colui che obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l'adempimento di un'obbligazione altrui».
    Pertanto il fideiussore può garantire il l locatore per il pagamento dei canoni, degli oneri accessori, di eventuali danni ai locali e financo del danno conseguente alla ritardata restituzione dei locali. Per la Giurisprudenza " nell'ipotesi di fideiussione prestata da un terzo per tutti gli obblighi assunti con il contratto di locazione, il fideiussore risponde anche dei danni per ritardata restituzione della cosa locata e quindi della indennità di occupazione pari al corrispettivo convenuto sino alla riconsegna, dovuta ex articolo 1591, Codice civile, in quanto la garanzia fideiussoria si giustifica proprio in funzione del mancato adempimento delle obbligazioni contrattuali" (Tribunale di Roma, 30 ottobre 1995)
    Meglio inserire anche la copertura della tutela legale del locatore e il rimborso delle spese legali sostenute per la liberazione dei locali che non avviene a breve . È pertanto opportuno che la fideiussione abbia la durata (nella locazione commerciale ) di almeno 6 anni, con obbligo di rinnovo della stessa — garantito da una clausola risolutiva espressa (articolo 1456, Codice civile) - nell'ipotesi in cui l'inquilino non provveda al rinnovo della stessa.
     
  15. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Si perfetto.
    E'la c.d. Fideiussione in proprio.
    Il garante/i comunque debbono allegare alla scrittura privata qualcosa di tangibile:
    -busta paga
    -visura ipocatastale
    -unico degli ultimi 3 anni
    E segue che per escutere una take fideiussione si procede con il decreto ingiuntivo.....insomma ci vogliono piu'dei 60 giorni di media che servono per escutere una fideiussione bancaria..,
    La scritturina privata si fa in cinque minuti.
    Ma l escussione e'una rogna...
    Meglio la solita fideiussione bancaria,con primario istituto di credito,facilmente escutibile ed a mio avviso facilmente acquistabile dal garante vincolando una data somma per almeno 6 anni e sei mesi.

    Poi alla scadenza del seennio si propone al conduttore di rinnovare la fideiussione,con restituzione della esistente,oppure si escute la garanzia in essere...
     
  16. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Provate se Vi piace questo tipo di contratto
     

    Files Allegati:

  17. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    K-Contratto locazione commerciale :
    annotazione e consigli
    : giudizio sufficiente;
    note: sbilanciato formalmente dalla parte del locatore;
    non c'è polizza fidejussoria per mancato pagamento canoni e/o spese condominali;
    la polizze per sinistri và prodotta prima di firmare; meglio indicare un luogo alternativo (casa comunale ) ove fare notifiche in caso di scomparsa o irreperibilità del conduttore .
     
  18. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Mille grazie Mr.Rossi
    La fideiussione e'volutamente esclusa dal contratto che si va a registrare all 'AdE in quanto il contratto prestampato dalle banche include:canoni,oneri accessori,danni.
    Purtroppo il giudice quando vede in un contratto la fideiussione ,non concede la convalida di sfratto se la fideiussione non e'stata totalmente escussa.
    Ovviamente il conduttore non versa il deposito cauzionale di tre mensilità in presenza di fideiussione bancaria che copre anche i danni.
    Quindi ci ritroveremo con la fideiussione totalmente escussa per morosità,e nessun Euro a garanzia dei danni subiti dal locale.
    Ho optato per una fideiussione bancaria a prima richiesta,scissa dal contratto di locazione.Intesa come contratto autonomo di garanzia,quindi scrittura privata autonoma dal contratto.
    Sta poi al conduttore in sede di sfratto per morosità,farla valere in sede giudiziale.
    In ogni caso prima di intraprendere lo sfratto la garanzia viene escussa.
    Quindi perché includerla nel contratto di locazione registrato,creando confusione al giudice e allungando i tempi per la sentenza di convalida sfratto?
    Certsmente:la polizza sinistri deve essere consegnata contestualmente al contratto.
    Come minimo.
    Si ho includo nel contratto la clausola della Segreteria comunale come luogo di notifica in caso di assenza o irreperibilità conduttore.
    Ed anche la PEC,obbligatoria per tutte le Società,anche individuali.
    Grazie nuovamente per le osservazioni
     
  19. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    In altro post consigliavo la fidejussione fosse valida per 6 anni. Se Tizio non inizia a pagare al 3 anno inizio lo sfratto io locatore ho tutto il tempo per recuperare il tutto .
    E' chiaro che se la F. è annuale con rinnovo automatico a carico del conduttore , se questo non adempie, non potendo obbligarlo con la tortura , la garanzia si riduce a poca cosa
     
  20. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Ma tutti i prestampati bancari che ho finora visto riportano per i contratti commerciali sempre 6 anni.
    In prossimità della scadenza,si chiede al conduttore di rinnovare la fideiussione per altri 6 anni....e cosi via.
    Se se ne infischia si escute la fideiussione nei termini.
    Se la fideiussione e'assicurativa deve essere a premio unico e per 6 anni(io non le ho mai viste)
    Se e'fideiussione in proprio e'per tutta la durata del contratto e fino alla materiale riconsegna del locale(ma e'cosa rara trovare garanti solvibili,che gli vada di far da garantì,meglio sempre vincolare un tot in BTP Italia o analoga polizza obbligazionaria,e fare la fideiussione bancaria a prima richiesta)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina