1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pinoerre

    pinoerre Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    All’atto della stipula del contratto (marzo 2012), il canone di locazione può già comprendere la rivalutazione Istat maturata dalla data dell’accordo territoriale (novembre 2004)?
    :domanda:
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    per poter avere la rivalutazione ISTAT, deve essere indicata nel contratto stipulato, la clausola: al 100% o al 75%. poi bisogna considerare che la richiesta retroattiva è sino a 5 anni. poi prescrizione prevista dal C.C.
    saluti
    JERRY48
     
  3. pinoerre

    pinoerre Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Una migliore precisazione alla originaria domanda:
    è cessato un precedente contratto agevolato il cui canone per effetto degli intercorsi incrementi Istat supera oggi la soglia massima dell'accordo territoriale del novembre 2004.
    Per la stessa abitazione oggi si vuole stipulare un nuovo contratto agevolato con altro inquilino. Per tale nuovo contratto agevolato è possibile partire dal precedente canone già aggiornato con gli aumenti di rivalutazione Istat maturati da novembre 2004?
    :affermazione:
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    nei contratti a termine agevolato bisogna considerare i parametri che stabiliscono la fascia di oscillazione del canone. si deve prendere come riferimento l'Accordo Territoriale sottoscritto sulla base del d.m. 30/12/2002
    e tutto deve seguire le indicazioni della legge n° 431/98.
    se rientri, per rispondere alla tua specifica domanda, nei parametri su esposti, puoi nel nuovo contratto calcolare
    gli aumenti di rivalutazione ISTAT maturati.
    saluti
    JERRY48
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I parametri per il calcolo del canone agevolato o concordato devono ovviamente tener conto degli aumenti ISTAT intercorsi dal momento della stipula degli accordi territoriali a quello della stipula del contratto.
    Nel contratto, alla voce "canone", conviene inserire una precisazione al riguardo per chiarire che il canone tiene conto delle variazioni ISTAT intercorse dal momento della stipula degli accordi territoriali a quello della definizione del canone indicato in contratto.
     
  6. pinoerre

    pinoerre Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    d'accordo
    :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina