• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nadiolina

Nuovo Iscritto
ciao a tutti ho un dubbio sull'atto notarile redatto in fase di successione è stato scritto
uso esclusivo su una parte del cortile davanti a una proprietà di mio marito in fase di successione e ovviamente compresa nell'asse ereditario cioè io dico in parole semplici quotata nelle divisioni, abbiamo sempre pensato che uso esclusivo significa mio di mia proprietà adeso nominando un amministratore per varie controversie non è cosi' cosa vuol dire che abbiamo inserito un valore ereditario che comunque non sara' mai nostro e non possiamo farci niente??
grazie mille
nadiolina:
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Uso esclusivo è il titolo all'utilizzo limitato alla persona di tuo marito di una superficie antistante ad una proprietà di tuo marito. Tuo marito può far utilizzare a chi vuole, tale superficie, la può affittare, può, persino vendere l'uso.
Quindi potrai sempre mettere la macchina solo tu, mettere merci, tavolini se è un bar, solo tu. I limiti sono che la superficie del sottosuolo non è tua ma condominiale, presumo.
Il vero problema che mi descrivi, è a che titolo lo hanno trasmesso nell'asse ereditario. Mi spiego:
A) Se l'uso esclusivo è stato assegnato nominativamente a tuo marito si esaurisce con la vita di tuo marito
B) Se è collegato all'assegno con cui è stato liquidato dalla successione, quel diritto è spalmato su tutte le unità immobiliari comprese nell'assegno ereditario
C) Se l'uso esclusivo è collegato alla singola unità davanti alla quale si trova la zona scoperta, questa seguirà le sori di tale unità immobiliare, se verrà venduta, l'uso seguirà il nuovo acquirente, alla morte di tuo marito, seguirà gli aventi causa nella successione.
 

giuseppe

Nuovo Iscritto
L'uso esclusivo non è piena proprietà; se non è a tempo determinato è perpetuo, fatte salve eventuali servitù costituite ad esempio impianti, passaggio ecc. nessuno può accedervi se non l'avente diritto.
Giuseppe Silvagni
 

ralf

Nuovo Iscritto
Non sono convinto che un uso esclusivo si possa vendere separatamente,poniamo che si parli di un pezzetto di cortile raggiungibile attraverso altre proprietà, però non sono certo, magari caso per caso.

Uso esclusivo è il titolo all'utilizzo limitato alla persona di tuo marito di una superficie antistante ad una proprietà di tuo marito. Tuo marito può far utilizzare a chi vuole, tale superficie, la può affittare, può, persino vendere l'uso.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Vivo una esperienza specifica: Se vi viene dato un uso esclusivo di un posto auto, uso intestato a vostro nome, con la vostra dipartita, si estingue. Se viene legata ad un unità immobiliare, essa segue l'unità nella evoluzione delle intestazioni, successioni, vendite.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto