1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Premetto che questa non è una richiesta di consulenza , ma solo un amaro sfogo che però penso possa servire ad altri nel caso capitassero nelle stesse problematiche. Recentemente dopo il rilascio di un mio appartamento dopo dieci anni da parte dell’inquilino, mi sono recato con il mio bello RLI all’Ufficio delle Entrate per comunicare la risoluzione del contratto. L’impiegato alla sportello, dopo qualche minuto di ricerche, mi comunica candidamente che io non possiedo quell’appartamento. Chiedo allora a chi è intestato. Risposta: non lo so, bisogna recarsi al Catasto. In ogni caso, mi informa, non avrebbe potuto accettare il modello in quanto, essendo proprietario di più di dieci immobili, la comunicazione doveva essere fatta per via telematica. Salgo al piano superiore al Catasto e dopo le solite due ore di fila l’addetto allo sportello mi comunica che l’appartamento è stato re-intestato al precedente proprietario (colui che me lo ha venduto!). Il motivo sembra che il tutto sia avvenuto quando l’ Agenzia ha subappaltato dei lavori di trascrizione agli uffici di Foggia, i quali hanno a loro volta subappaltato il lavoro in Albania!!! . Consiglio: ritornare al Catasto con l’atto di proprietà per segnalare la cosa. Il giorno seguente faccio come suggerito e un altro impiegato ( a fianco di quello del giorno precedente), senza guardare le carte entra nel sistema e mi comunica che la voltura era stata fatta d’ufficio senza un motivo. Pertanto avrebbe inoltrato all’ufficio competente la richiesta di modifica. La risposta sarebbe stata data dopo circa un mese (notare che nel frattempo scadevano i termini per il mod RLI e avrei quindi dovuto pagare una sanzione). Fortunatamente dopo 15 gg apprendo dal Catasto on Line che la pratica era stata sistemata. Mi accingo quindi ad iscrivermi ad una associazione Piccoli Proprietari per l’invio telematico e lì mi dicono, dopo essermi iscritto, che la risoluzione è l’unica cosa che non è permessa telematicamente. Un po’ disorientato da tutto ciò, scrivo e.mail a Agenzia Entrate che mi rispondono che la pratica può essere fatta sia telematicamente, che presso lo sportello (anche per più di dieci appartamenti). Mi reco quindi, con copia di tutte le varie risposte e con il mod. RLI presso l’ ADE, pronto a dare in escandescenze in caso di ulteriore rifiuto, e l’addetto (con lo sportello a fianco di quello di allora), in 10 secondi mi rilascia la ricevuta. Mi scuso per la lunga esposizione ma, a parte il patema d’animo di aver perso un appartamento, mi chiedo : visto che tutte le informazioni sono on line, come le può ottenere qualsiasi privato, non poteva fare tutto il primo impiegato collegandosi al catasto e definendo la correzione senza passare attraverso 4 addetti? E poi ci illudiamo che qualche politico volonteroso possa sistemare queste storture. La vera mafia sta nella burocrazia!!
     
    A CAFElab e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Grazie della testimonianza, questa è l'Italia che schiaccia l'orgoglio nazionale di un popolo capace, che, spesso entrando nel fangoso mondo della pubblica amministrazione, si adagia nello sport dello scarica barili, negli appalti demenziali, nelle inefficienze più assurde!
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E magari gli danno il premio di produttività, non disdegnando di lagnarsi per essere oberato di lavoro.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  4. CAFElab

    CAFElab Membro Attivo

    Professionista
    Come architetto sai quante di queste storie ti potrei raccontare...
    quando si ha a che fare con la pubblica amministrazione è la normalità
     
    A Daniele 78 e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ma non è un buon motivo per sottovalutarle, non denunciarle, esortare una maggiore professionalità!
     
  6. CAFElab

    CAFElab Membro Attivo

    Professionista
    E infatti,
    È l’edilizia il settore col maggior numero di procedure complicate
    Presentati dal Ministero per la Semplificazione i risultati della consultazione telematica sulle 100 procedure più complicate da semplificare

    "Troppa burocrazia, ce ne andiamo". Dopo 6 anni due magnati inglesi non costruiranno un resort da 70 milioni nel Salento

    Ikea rinuncia al maxinegozio vicino Pisa.
    “Investire in Italia significa affrontare un percorso inutilmente troppo lungo”: lo sapevamo già, ma detto dall’amministratore delegato di Ikea Italia fa più effetto. Soprattutto se Lars Peterssson è costretto ad annunciare l’addio al progetto del nuovo negozio da 15 mila metri quadrati in provincia di Pisa.

    E questa sentita con le mie orecchie: Nell'ultimo convegno tenuto all'ordine degli architetti di Roma sul piano casa c'erano sia tecnici della commissione edilizia che imprenditori che architetti, a detta del responsabile della commissione edilizia le pratiche di permesso di costruire in commissione non ci arrivano proprio: si perdono fra i vari uffici perché i dirigenti dei singoli uffici sono scelti politicamente e non hanno le competenze per prendersi la responsabilità per giudicare una richiesta o meno!

    Se Ikea non riesce a "snellire" una pratica burocratica con i "mezzi" che volendo ha a disposizione, come ci può riuscire un "povero" privato cittadino?
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    A me era successo che in seguito alla divisione della precedente provincia di Vercelli in 2, hanno creato la provincia di Biella, hanno dovuto spostare tutte le mappe , tutte le planimetrie, estratti da Vercelli a Biella (siamo intorno agli anni 2000/2001). Ebbene nel trasportare i dati e le planimetrie degli immobili ne hanno perse un sacco (o sui camion, o son rimaste a Vercelli) fattostà che ricercando i documenti spesso non saltavano fuori...una volta ho dovuto (grazie anche ad una conoscenza) rivoltare come un calzino la conservatoria per trovare quello che cercavo.
    Purtroppo non è inusuale che si perdano documenti su documenti, indi per cui io e il mio cliente abbiamo sempre la copia protocollata dagli uffici per evitare questi disagi.[DOUBLEPOST=1415007505,1415007458][/DOUBLEPOST]A me era successo che in seguito alla divisione della precedente provincia di Vercelli in 2, hanno creato la provincia di Biella, hanno dovuto spostare tutte le mappe , tutte le planimetrie, estratti da Vercelli a Biella (siamo intorno agli anni 2000/2001). Ebbene nel trasportare i dati e le planimetrie degli immobili ne hanno perse un sacco (o sui camion, o son rimaste a Vercelli) fattostà che ricercando i documenti spesso non saltavano fuori...una volta ho dovuto (grazie anche ad una conoscenza) rivoltare come un calzino la conservatoria per trovare quello che cercavo.
    Purtroppo non è inusuale che si perdano documenti su documenti, indi per cui io e il mio cliente abbiamo sempre la copia protocollata dagli uffici per evitare questi disagi.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Senza andare tanto lontano e fare esempi altisonanti noi siamo bloccati su un P.E.C da ben 8 anni per un errore sulla mappa del P.R.G da parte del Comune! Ha pesato relativamente poco, in quanto l'edilizia (dalle nostre parti) è abbastanza inchiodata dal 2006/2007 per cui i danni alla fine sono relativamente contenuti; ma solo per questo motivo, e non per la gravità dei ritardi del Comune nel dover sbrogliare la matassa anche in Regione. Sono proprio dei deficienti senza limite.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina