1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Siamo un condominio di 24 appartamenti ,9 singoli Propietari ,uno 15 appartamenti.Alla assemblea per approvare tabelle millesimale , regolamento condominio , lavori straordinari di grossa entità ,impermeabilizzazione tetto circa 100000€ .oltre 500 millesimi ,ma invece che 6 votanti ,presenti cinque le delibere non sono valide ,vero?
    La
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Esposizione carente e poco comprensibile...e hai aperto pure un altro topic dove hai continuato l 'argomento!!!
     
  3. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi fa piacere che scrive Lei ,perché proprio Lei mi disse che ,almeno così avevo capito che nelle assemblee per deliberare lavori straordinari come nel ns caso ci voleva la maggioranza dei condomini 50+1 e almeno i 500 millesimi sempre sia in prima che seconda battuta.ora credo di aver capito che i 50 +1 sono relativi ai presenti al voto e cosi? Quindi nel ns caso 5 presenti (di cui alcune deleghe) hanno deliberato .
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se le cose non sono cambiate citavi fra i proprietari un ente che da solo aveva più di 500millesimi.
    Quindi, come già ti avevo spiegato se i 5 presenti (direttamente o per delega) hanno votato tutti a favore e fra essi ci era anche il rappresentante dell'ente il voto è valido e vincolante per tutti.
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    in questo condominio al momento ci sono 10 proprietari.
    Per deliberare riparazioni straordinarie di notevole entità (1136 c.c.) sia in prima che in seconda convocazione occorre la maggioranza dei presenti che abbiano almeno 500/1000 di proprietà.
    Per deliberare il regolamento condominiale assembleare (non può essere più avere la forza di quello "contrattuale" cioé redatto al'atto costitutivo del condominio per quanto riguarda le limitazioni delle proprietà esclusive) sia in prima che in seconda convocazione occorre la maggioranza dei presenti che abbiano almeno 500/1000 di proprietà.
    Per deliberare le tabelle millesimali (formazione, rettifica/modifica) sia in prima che in seconda convocazione occorre il consenso della totalità dei condomini e 1000/1000 di proprietà.
    Quindi dove sta il problema? Basta fare dei semplici conti.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non più.
     
  7. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    100.000€ e ti è andata anche bene incrocia le dita e spera che non sorgano altri lavori necessari al momento.
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sicuro?
    Sono andato a rivedermi i quorum: ci vuole l'unanimità e 1000/1000.
    Tuttavia
    "Le tabelle millesimali, quando si limitano a consacrare i criteri legali per la ripartizione delle spese e non derogano espressamente ai criteri stabiliti dalla legge, possono essere adottate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio; peraltro l'accettazione può avvenire anche per facta conclundentia, desumibile dall'approvazione delle delibere di approvazione del riparto delle spese ovvero tacitamente, mostrando accondiscendenza ai criteri di ripartizione, purché in maniera non equivoca.

    Fonte: Approvazione e revisione delle tabelle millesimali: con la riforma cambiano le maggioranze?
    (www.StudioCataldi.it)
    io non ho capito il campo di applicazione.
     
    Ultima modifica: 23 Maggio 2016
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Certo che sono sicuro.
    Le "tabelle" non necessitano di unanimità per essere modificate/corrette/adottate a differenza del criterio di riparto.

    Ovviamente la determinazione dei millesimi deve seguire una "logica" (ma non esistono "i 10 Comandamenti"...infatti 5 tecnici 5 tabelle diverse)
    Chi ritiene sia stato alterato con dolo il valore dovrà impugnare.
     
  10. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Luigi e ti dai botta e risposta da solo?
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    perché? avevo a suo tempo consultato due siti: uno gestito da Amministrazioni Immobiliari l'altro trovato sempre in Internet; li ho salvati perché erano degli specchietti riassuntivi; entrambi riportano che per modificare le m/m ci vogliono l'unanimità e 1000/1000 di proprietà. Ti allego gli specchietti magari ti servono. Poi @Dimaraz, che non fa mai interventi fuori luogo, ha detto la sua; sono andato a verificare è ho trovato il sito dello Studio Cataldi che ha postato una sentenza della CAssazione a sezione unite (n.° 18477/2010) con la quale ha disatteso l'orientamento giurisprudenziale fino allora tenuto che è quello riportato nelle tabelle che ti ho allegato.
    LA posizione della Cassazione afferma che sia l'approvazione che la revisione delle tabelle millesimali, siccome sono atti non aventi natura negoziale non abbisognano del consenso unanime dei condomini, bensì della sola maggioranza qualificata di cui all'art. 1136 II c.c.(cioé maggioranza degli intervenuti ed almeno 500/1000).
    Ciò essenzialmente perché, le stesse non incidono sul diritto di proprietà di ciascun condomino, ma si limitano ad accertare il valore di tali unità rispetto all'intero edificio, e tanto ai soli fini delle spese di gestione.
    Con la nuova formulazione dell'art. 69 disp. att. c.c., dovuta alla Legge del Condominio sembrava che l' interpretazione delle Sezioni Unite della Cassazione, fosse superata.
    Cioé che fosse sempre sancita la necessità dell'unanimità dei consensi nel caso di revisione delle tabelle millesimali e, solo in due ipotesi residuali, in caso di errore o di mutamento delle condizioni dell'edificio condominiale, la possibilità di procedere alla rettifica con la maggioranza di cui all'art. 1136 II co. c.c., (cioé maggioranza degli intervenuti ed almeno 500/1000).
    In questa situazione si incunea la sentenza del 4 maggio 2015 del Tribunale di Siena il quale ha sostenuto che la necessià di avere l'approvazione di tutti i componenti del condominio e quindi dei 1000/1000 di proprietà sia necessaria solo quando la nuova tabella millesimale comporti una ripartizione delle spese condominiali differente rispetto ai criteri imposti dalla legge.

    Ecco su questa ultima frase io mi sono fermato.
     
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ragazzi perdonatemi ma più parlate e più mi confondete le idee.
    Ossia se cambio le tabelle, nel senso che si rifanno i calcoli, cambio anche il riparto! non è cosi?......non ho capito cosa vuoi dire
    Luigi il primo esempio a six è è è un casotto il secondo è più chiaro, ma i giornali hanno sbandierato ai quattro venti che non occorrevano più i 1000 millesimi e all'ora?
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sembra una contraddizione ma non lo è.

    Una tabella millesimale è solo una valutazione del valore della proprietà.

    Una tabella di riparto è invece un "criterio".

    Se si assume che il criterio di valutazione siano i mq. piuttosto che i mc. si fissa una "base di calcolo" e non serve unanimità.

    Se invece si modifica un criterio di riparto, per esempio, in "parti uguali" piuttosto che a "millesimi" serve unanimità.
     
  14. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    OK adesso è più chiaro il concetto, ma nel caso che si cambiano o meglio si rifanno tramite un tecnico, le tabelle, perché alcuni condomini (4 ) si sono accorti che i millesimi erano invertiti tra le loro abitazioni, quale quorum occorre?
     
  15. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Seconda convocazione (come prassi consolidata) maggioranza dei votanti (50%+1) con almeno 500 millesimi.
     
  16. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie......è questo filo che divide il ragionamento ecco perché le leggi le assemblee ecc. saranno sempre lunghe e contraddittorie... pazienza è l'Italia delle leggi e leggine :disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina