1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rust

    rust Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Dopo l'assemblea c. parlando con un condomino che stranamente non si era presentato alla stessa mi ha comunicato che non ha ricevuto nessuna comunicazione n'è tanto meno comunicazione per il ritiro di racc.. per chiedere il rifacimento dell'assemblea basta richiederlo all'amministratore e/o comunicarlo ai condomini oppure le procedure sono più complesse ed impegnative?
    grazie e buon lavoro a tutti.
     
  2. rust

    rust Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusate per gli errori grammaticali notati dopo la stesura.
     
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    La mancata comunicazione dell'avviso di convocazione ad un condòmino comporta la semplice annullabilità e non la nullità radicale della assemblea. (La Corte di Cassazione apre la strada ad una lettura delle regole sulla impugnabilità della assemblea ai sensi dell'articolo 1137 c. c. , diversa da quella tradizionale ma più aderente al testo della norma. Vi è da attendersi che in futuro solo le deliberazioni che abbiano oggetto illecito o impossibile vengano ritenute passibili di impugnativa senza limiti di tempo e quindi anche oltre il termine di trenta giorni).
    La mancata comunicazione dell'avviso di convocazione dell'assemblea condominiale ad un condòmino, in quanto vizio del procedimento collegiale, comporta non già la nullità, ma l'annullabilità della delibera che, ove non impugnata nel termine di trenta giorni (dalla comunicazione per i condòmini assenti e dalla approvazione per quelli dissenzienti), è valida ed efficace nei confronti di tutti i partecipanti al condominio. (Cassazione sentenza N° 1292 del 5 febbraio 2000).
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Al posto di "assemblea" leggasi "deliberazione".
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Infatti....

    :ok:
     
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La domanda alla quale gli amici hanno dato, come al solito, dotte risposte era però più....sul pratico. E cioè: cosa deve fare per impugnare la validità dell'Assemblea? Semplice richiesta all'Amministratore o....?
    Secondo me, se il gioco vale la candela dovrebbe rivolgersi dall'avvocato per l'impugnazione. Ma se l'Assemblea aveva per o.d.g. il numero dei fili per lo stendipanni in terrazza......:applauso::applauso::applauso:
     
  7. bertoldo

    bertoldo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ricordo di aver letto su "l'Esperto risponde" che l'impugnazione va fatta per via giudiziale, non essendo sufficiente la raccomandata all'amm.re
     
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, ora come ora, per le impugnazioni è necessario iniziare dalla Mediazione con l'assistenza di un legale, la raccomandata all'amministratore non serve assolutamente a nulla.
    Anche in precedenza non serviva a nulla la raccomandata ma era necessario adire al Giudice in Tribunale, ora c'è la mediazione prima del Tribunale.
     
  9. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    La delibera è sicuramente impugnabile, con l'ordinaria procedura attualmente prevista: mediazione obbligatoria ed eventuale azione giudiziaria successiva.

    Esiste in realtà anche un tipo di ricorso più economico, e cioè il ricorso alla medesima assemblea condominiale. In tal caso occorrerà scrivere una raccomandata all'amministratore per ingiungergli di riconvocare l'assemblea invalida entro un termine che scada PRIMA dei trenta giorni in cui è possibile impugnarla in via giudiziaria. La nuova assemblea, regolarmente convocata, potrà ratificare quanto deciso nella precedente assemblea o anche decidere in maniera diversa; in ogni caso, cesserà la virtuale materia del contendere sull'assemblea invalidamente convocata in precedenza.

    Saluti.
     
    A rust, Ennio Alessandro Rossi e condobip piace questo elemento.
  10. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    salve, e se invece, come nel mio caso , ricevo l'invito dell'assemblea tramite raccomandata e invece NON ricevo il verbale della stessa?...per inciso l'assemblea e' stata fatta in febbraio di quest'anno e non ho mai ricevuto alcuna delibera....grazie
     
  11. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se eri presente all'assemblea l'amministratore non è obbligato ad inviarti il verbale, se eri assente si;

    L`amministratore di condominio ha l`onere di comunicare al condomino risultato assente durante l`assemblea il verbale della deliberazione adottata e ciò al fine di far decorrere, in mancanza di una conoscenza acquisita aliunde, il termine di decadenza stabilito dall`articolo 1137 del Codice civile per la proposizione dell`eventuale ricorso in opposizione. Per contro, sul condomino assente non grava alcun dovere di attivarsi al fine di conoscere le decisioni assembleari adottate qualora manchi la prova dell`avvenuto recapito all`indirizzo del destinatario del verbale che la contenga. E` quanto sancito dai giudici di Cassazione nel testo della decisione n. 29386 del 29 dicembre 2011.

    Comunque se eri presente è tuo diritto chiedere copia del deliberato all'amministratore a tue spese, posso però dire che gli amministratori seri, inviano il verbale agli assenti per conoscenza ed a chi era presente per memoria.
     
    A AvvocatoDauriaMichele piace questo elemento.
  12. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ero assente,.... come sempre,....tanto a cosa servo in assemblea se si divertono a prendermi in giro e se fanno le cose non a norma?..oramai lo hanno capito che li porto in causa quando non seguono la legge .... e per questo non mi manda nemmeno piu' il verbale...visti i precedenti i..3 cause ..patteggiate e pagate dai condomini e amm.re .. una perche' non mi voleva dare copia del c.c. condominiale e 2 cause contro tutto il condominio...e dulcis in fondo...diffida all'amm.re di chiamarmi telefonicamente ma comunicare col sottoscritto solo tramite raccomandate.. e solo per questioni condominiali...e non personali ....
    che devo fare? invitarlo con raccomandata a fornirmi copia del verbale che non ricevero' o a tenere aperta l'assemblea fino a quando non ricevo copia ?
     
  13. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ti ho già descritto quale potrebbe essere il scenario, se l'amministratore non ti rende edotto del deliberato, avrai in qualsiasi tempo la facoltà d'impugnare le delibere viziate entro 30 giorni dalla notifica a te, e se questa mai avverrà, mai sarà determinato il temine dell'impugnazione.
     
  14. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ..amen....grazie....;)...quando vorra' me ne mandera' copia,,,,anche dei successivi verbali...non perdo tempo a chiedere, quando invece e' obbligato a fornire copia, per un elemento del genere
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' ovvio che se il deliberato in tua assenza comporta delle spese, avrai tutto il diritto di impugnare anche quelle.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina