• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#1
salve, brevemente sono a chiedere un cosiglio come fare ad ottenere in maniere definitiva tramite il rogito di un alloggio prenotato in un coperativa edilizia:
premesso cio sono ad esporre i fatti:
dopo essermi iscritto in una coperativa edilizia , dopo tre anni l'alloggio è stato tutto completato e tutto pagato.
Al momento di fare il rogito il presidente della coperativa dopo diversi solleciti NON mi comunica la data definitiva cui fare il rogito.
Tra me e il presidente ci sono stati in pasato diverdi disappunti, ed amio avviso il tutto si configura una mera ripicca nei miei confronti.
Come posso agire e fare in modo di ottenere il mio alloggio.
Gli altri soci hanno avuto tutti l'alloggio,, sono rimasto solo io.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#2
Sembra strano che per pura ripicca e antipatia personale tu non riesca a rogitare.
Forse dovresti spiegare meglio quali possono essere i motivi del ritardo, qualcosa ti avranno ben detto...
Altrimenti vai dal notaio ( è probabile che si siano serviti tutti dello stesso, ed è possibile che sia tra le clausole, altrimenti puoi sceglierne un altro ) , spiega la situazione, fagli leggere tutti i contratti sottoscritti, e fatti consigliare su come muoverti; eventuale sollecito o convocazione dal notaio, diffida ad adempiere.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
#3
Ma non è che, nonostante tu abbia pagato tutto, l'impresa abbia ancora delle ipoteche sul "tuo" appartamento oltre ad altri debiti non garantiti da alcun altro immobile ?
Segui il consiglio saggio e competente di @Franci63 che conosce il settore e soprattutto le cooperative dove ne han sempre combinata una più di Bertoldo a Parigi.
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#4
Sembra strano che per pura ripicca e antipatia personale tu non riesca a rogitare.
Forse dovresti spiegare meglio quali possono essere i motivi del ritardo, qualcosa ti avranno ben detto...
Altrimenti vai dal notaio ( è probabile che si siano serviti tutti dello stesso, ed è possibile che sia tra le clausole, altrimenti puoi sceglierne un altro ) , spiega la situazione, fagli leggere tutti i contratti sottoscritti, e fatti consigliare su come muoverti; eventuale sollecito o convocazione dal notaio, diffida ad adempiere.
Garantisco ,, pura ripicca:
non ho accettato il notaio che la coperativa ha proposto.. motivo personali di fiducia,
quindi ho il mio!
ho contestato diverse spese sostenute dalla coperativa, non relative alla costruzione, non portare a conoscenza dell'assemblea, quindi non approvate,ma comunque richieste.
ho chiesto chiarimenti documentali,, ad oggi mai pervenuti!
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#5
Garantisco ,, pura ripicca:
non ho accettato il notaio che la coperativa ha proposto.. motivo personali di fiducia,
quindi ho il mio!
ho contestato diverse spese sostenute dalla coperativa, non relative alla costruzione, non portare a conoscenza dell'assemblea, quindi non approvate,ma comunque richieste.
ho chiesto chiarimenti documentali,, ad oggi mai pervenuti!
solo il vicepresidente mi ha risposto - rendendosi disponibile a rogitare.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#6
Garantisco ,, pura ripicca:
non ho accettato il notaio che la coperativa ha proposto.. motivo personali di fiducia,
quindi ho il mio!
E allora vai dal tuo, e cerca di rimandare le polemiche , pur se motivate , a quando sarai proprietario.
Aver pagato ma non essere proprietario mi pare una situazione ben più rischiosa rispetto a dover contribuire a spese non dovute.
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#7
lo so che la situazione non mi piace.. ma il problema che sono due settimane che il presidente non risponde, e ignora le richieste di voler comunicare una data utile per il rogito, diversamente il vice presidente si è reso disponibile.
Posso procedere a convocare il vice presidente a stipulare il rogito,, visto che il presidente ignora?
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#9
Posso procedere a convocare il vice presidente a stipulare il rogito,, visto che il presidente ignora?
Per convocare dal notaio , devi accordarti con il notaio stesso.
Scusa la battuta, ma almeno lui ci deve essere...quindi consultalo.
Chiedi a lui di verificare chi ha poteri di firma, poi procedi come il tuo notaio di fiducia ti suggerisce.
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#10
secondo lo statuto il potere di firma è estese ad entrambi.. in primis al presidente, e nel cas o di impossiblita o impedimenti al vice presidente..
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#11
per il notaio non è un problema,,la convocazione si fa ad entrambi.. qualcuno verra..
il problema nasce qualora non si presentano al rogito p non portano la documentazione finalizzata al rogito!
che si fa in tal caso?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#12
Se la tua posizione è regolare, manda una raccomandata A.R. al Presidente della cooperativa intimandogli di adempiere alla stipula dell'atto di assegnazione. Qualora non desse seguito, rivolgiti ad un legale perché ti assista. Ovviamente, devi essere in regola con tutti gli adempimenti previsti.
E' veramente strano che in occasione dell'atto di assegnazione non ti abbiano convocato. Si prefigura come una omissione da parte del presidente che dovrà, se del caso, risponderne.
Sappi che con la presenza di un immobile ancora da assegnare la cooperativa dovrà continuare ad esistere con tutti gli oneri che comporta. E se la stessa esiste al solo scopo di realizzare il complesso edilizio, sarà un danno per tutti i soci.
E' un problema che conosco per averlo vissuto.
 

biae67

Membro Attivo
Proprietario Casa
#13
la mia posizione è regolarissima,, tanto che due mese fa fu Lui stesso a convocarvi dal Notaio, suggerito da Lui stesso, quando la casa doveva essere ancora completata ,,,al che ho detto di no,,, motivando che la casa era da completare e che il notaio lo sceglirvo Io,,,,
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#14
Certamente la casa deve essere assegnata solo la fine dei lavori dichiarata all'ufficio tecnico comunale e la presentazione della denuncia di nuova unità immobiliare in catasto da presentare entro un mese dal termine dei lavori. Poi il notaio lo sceglie la cooperativa perché, avendo già svolto le altre pratiche, è a conoscenza della situazione e possiede tutti i documenti relativi: delibera comunale per l'assegnazione dell'area o atto pubblico se acquistato privatamente, pratica del mutuo, convenzione e vincoli nei confronti del comune e della cooperativa stessa. Infine gli onorari del notaio li dovrebbe pagare la cooperativa.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
moralista ha scritto sul profilo di Tiziano71.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Alto