1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. paola47

    paola47 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    per disattenzione una mia amica non ha mai volturato i contratti di energia elettrica sia della casa in cui abita che di quella (seconda casa) in montagna, che risultano tuttora intestati a suo padre, morto da una quindicina di anni. Ora vorrebbe sanare la situazione: a che sanzioni va incontro?
    Grazie!
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me non va incontro ad alcuna sanzione. Dovrebbe telefonare all'azienda elettrica, spiegare la situazione, e concordare il subentro. Se tutti i pagamenti sono regolari, non dovrebbe avere problemi.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    D'altronde gli importi pagati sono identici a quelli che pagherebbe suo padre se fosse vivo.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Posso confermare...nessuna sanzione.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dimenticavo, la regolarizzazione dovrebbe farla al più presto in quanto dal prossimo anno il Canone Tv verrà addebitato sulla bolletta elettrica. Entrando nel campo fiscale le sanzioni potrebbero anche comparire (sono ancora in fase di definizione).
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi se Tizio ha pannelli fotovoltaici che coprono il suo intero fabbisogno elettrico vede la TV a sbafo.
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Come no... I pannelli son sempre collegati a rete.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Perché?
     
  9. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Probabile che il gestore non chieda nulla... ma è indubbio che chi ha utilizzato del servizio sarebbe tenuto a corrispondere la differenza di quanto non pagato (e non ancora prescritto). Sarebbe poi da capire se la diversa tariffa prevedesse anche imposte erariali diverse, nel qual caso non sarebbe solo una questione col gestore... Ad ogni modo, vista la gran macchina organizzatrice in essere, non mi sorpenderei se comunicato il dato corretto (morte avvenuta in data...) non si produrrà alcuna conseguenza svantaggiosa.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Pardon, forse ho detto una bestemmia, non sono un tecnico, ma ad oggi non mi è mai capitato alcuno con il fotovoltaico e senza collegamento alla rete energetica. Però forse mi sbaglio?
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il fotovoltaico "necessita" di collegamento alla rete...con conseguente bolletta.
    Perché?
    Perché il fotovoltaico produce quando è giorno...ma la "corrente" ti serve pure di notte o nelle "buie" giornate invernali...oppure hai dei picchi di consumo insostenibili per il solo impianto ( che perderà in efficenza/resa man mano che passano gli anni.
    Forse (dovrei chiedere a parenti) solo gli impianti fotovoltaici installati a scopo "produttivo" (sola consegna) non abbisognano di "bolletta".
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  12. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gli accumulatori non accumulano l'energia prodotta di giorno per renderla disponibile di notte?
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Cosi si aggiunge danno alla beffa.

    Poi quanti impianti conosci cui siano stati affiancati accumulatori?
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
  15. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Evidentemnte non hai letto bene quanto scrivono sul tuo link...o hai prestato poca attenzione...o hai scarsa cultura di "fisica ed economia".

    A dirla tutta si potrebbe persino accusare il redattore di publicità ingannevole visto che evidenzia in neretto un passaggio (sottolineandone l'importanza)... per poi autosmentirsi ma ...con leggerezza.

    Lo scopo dell'Ottimizzatore Energetico è di rendere l'utente finale energeticamente autosufficiente e completamente indipendente dalla rete Enel, cosa che il fotovoltaico di per se non ci permette, azzerando una volta per tutte l'odiosa bolletta energetica.

    Fisicamente rimaniamo collegati alla rete elettrica, ma resta soltanto un “serbatoio di scorta” da cui attingere energia nel caso in cui l'accumulo energetico non fosse sufficiente a soddisfare le nostre esigenze.

    (Se si rimane collegati anche senza consumare significa che la bolletta arriva comunque perchè i fissi si pagano...e l'odiosa bolletta non si può azzerare).

    L'Ottimizzatore Energetico si presenta come un armadio di metallo con la porta anteriore incernierata e gli altri tre lati smontabili, al fine di accedere agevolmente all'interno dell'involucro per un eventuale manutenzione.
    All'interno dell'Ottimizzatore troviamo sia la parte elettronica con i sezionatori (nel lato alto), che il kit di batterie (posizionati su due piani in basso).


    Per un basilare principio della fisica ad ogni operazione di modificazione/trasferimento/immagazzinamento di una "forza" corrisponde una determinata perdita.
    Il "pacco di batterie" dovrà essere adeguatamente dimensionato per poter contenere tutta l'energia che potrebbe servire nelle ore "notturne"...se troppo piccolo servirà attingere da altra fonte (bolletta o generatore) o restare in "black-out"...e con buona pace del surplus di produzione quando si facesse poco uso "notturno"; se troppo grande vi sarà un inevitabile dispendio da "autoscarica".

    Da non sottovalutare che le "batterie" costano e hanno una vita presunta inversamente proporzionale rispetto al costo.
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Forse nel caso in cui ci si trovi in alta montagna o in aree dove manca la rete elettrica; solo in tal caso si eviterà in canone :sorrisone:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina