1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Max63

    Max63 Nuovo Iscritto

    Ho un quesito da porre su un mancato acquisto di un immobile
    nell'anno 2010:

    Nel novembre 2009 firmai (insieme a mia moglie) un preliminare
    di vendita per l'acquisto di un immobile da rogitare entro il 31
    maggio 2010.

    Un mese prima della scadenza il notaio ci comunico la mancanza
    del certificato di agibilità sull'immobile in questione.
    A questo punto cercammo di capire il motivo della mancanza della
    certificazione e scoprimmo che dal 2005 (anno di fine lavori) al 2010
    la certificazione non era ancora stata emessa per problemi
    strutturali.
    Il venditore, insieme all'agenzia immobiliare, alla nostra richiesta
    di evidenza della certificazione (senza la quale noi non avremmo
    accettato di procedere all'acquisto) ci promisero che si sarebbero
    dati velocemente da fare per ottenere nei tempi previsti la
    documentazione mancante.
    Nel periodo di attesa noi procedemmo ad un indagine più
    approfondita sull'appartamento che stavamo andando ad acquistare
    e sulle condizioni dello stabile in generale.
    Purtroppo dopo un lungo colloquio con l'amministratore di condominio
    vennimmo a scoprire che lo stabile dove era situato l'immobile era
    gravato da diversi problemi di natura strutturale, dovuti ad infiltrazioni
    d'acqua dalla facciata e dal tetto che purtroppo in soli 5 anni
    di vita avevano già iniziato a danneggiare la struttura della costruzione.
    Perciò preso atto di questo grave imprevisto decidemmo di comune
    accordo di non procedere all'acquisto, visto anche il rifiuto della banca
    alla concessione del mutuo con questo grave problema.
    Il venditore nei tempi previsti riusci ad ottenere
    la certificazione mancante ma noi non procedemmo comunque all'acquisto.
    A questo punto dopo tre mesi di causa legale riuscimmo ad ottenene
    lo scioglimento del compromesso, rinunciando alla caparra confirmatoria
    (Euro 20.000), per evitare un'acquisto forzato.

    Le domannde che volevo fare a questo punto sono le seguenti:

    1) Non è possibile recuperare una parte della provvigione pagata (3%)
    all'agenzia immobiliare visto che la mancata compravendita
    si è conclusa comunque con il pagamento di un'importo diverso
    rispetto ai 220.000 previsti per l'acquisto dell'immobile?

    2) Non è previsto che l'agenzia paghi anche i danni sulla mancata
    comunicazione sulle condizioni dello stabile e la relativa certificazione?

    Con la speranza di non essermi dilungato troppo spero di ricevere
    qualche parere competente su questa vicenda.

    Ciao e complimenti per il forum.
     
  2. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Il parere competente può darlo solo chi ha esaminato quanto accaduto in causa ed il suo legale lo avrà fatto ma senza riuscire a convincervi evidentemente.
    Chi viceversa non conosce gli atti di causa come tutti noi del forum non potrà mai essere affidabile;) Ad ogni modo il risarcimento del danno da quanto riferisci non è infondato ma come detto va verificato per tabulas con tutte le riserve probatorie del caso.:daccordo:
     
  3. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Concordo con quanto ha detto l'avvocato ma mi domando come mai prima di procedere all'acquisto di un immobile non ci si affidi ad un tecnico sia per le questioni strutturali che per quelle burocratiche ... si sarebbero risparmiati almeno 19.000 euro ....:)
     
  4. Max63

    Max63 Nuovo Iscritto

    Il nostro legale ci ha riferito che potremmo riuscire a recuperare il 50% della provvigione e a conti fatti vorrebbe dire rimetterci altri quattrini.:triste:
    Per quanto riguarda la richiesta per un tecnico sia per le questioni strutturali che per quelle burocratiche è sicuramente auspicabile e in effetti sul successivo acquisto (per evitare altri intoppi) da noi effettuato nel febbraio 2011 abbiamo agito come suggerito da Clemente. :).......purtroppo però, anche se questo metodo può servire come deterrente per evitare certe furbizie di venditori e agenzie non lo trovo logico perchè è un notevole aggravio di spesa (da 5 a 10 mila euro).:shock:
     
  5. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Che un tecnico per seguirti nell'acquisto di una casa normale possa chiederti da 5 a 10 euro non posso proprio crederlo ... a meno che tu non voglia acquistare la reggia di Venaria eheheh
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina