1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lucy07

    lucy07 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    Il comune (controllo edilizio) mi ha inviato una sanzione per mancato invio comunicazione inizio attività libera,poiché dopo un sopralluogo effettuato dai vigili ad un appartamento locato, di mia proprietà ,ha rilevato che la planimetria dello stesso, (da me inviata in seguito ad una richiesta di idoneità alloggiativa del conduttore) non corrispondeva alla situazione reale, nel senso che una finestra è più spostata a sinistra rispetto a come è riportata in pianta, la porta del bagno lo stesso).Ho acquistato l'appartamento(costruito inizi anni 60) circa 20 anni fa così come è ora e non ho mai fatto modifiche,la planimetria è quella dell'epoca fornitami con il rogito dal notaio.Mi invita,per regolarizzare le opere contestate , a presentare la comunicazione di inizio lavori per opere in corso di esecuzione……????!!!! ed eventuali memorie scritte e documenti difensivi.
    come agire?
    grazie
     
    Ultima modifica: 21 Novembre 2014
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, in prima analisi, se riesci a dimostrare che le opere non sono tue e che la difformità risale al periodo di costruzione, in ogni caso antecedente il tuo acuisto, la sanzione non ti sarebbe dovuta. È pur vero che all'atto dell'acquisto se tale difformità non è stata rilevata e il venditore non lo ha dichiarato, si passerebbe ad atto falso ed incriminabile la parte venditrice.
    In ogni caso, la situazione si può sistemare attraverso una semplice sanatoria, attraverso la presentazione di un'istanza presentata al comune ed avvalendoti di un professionista (di tua fiducia) che ti segue in tutto l'iter.
     
  3. lucy07

    lucy07 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Secondo me si tratta di una difformità che risale ai tempi della costruzione, in quanto non vi è traccia di modifiche, anche antecedenti il mio acquisto….i serramenti sono quelli originali e poi tali variazioni ,a mio parere ,non avrebbero avuto senso in base alla disposizione dei locali; ma come dimostrare ciò?
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dovresti verificare se nel periodo in cui è stato costruito l'edificio era richiesta la licenza edilizia. Evidentemente, se non lo era, nulla ti può essere contestato. La planimetria catastale è determinante per la dimensione e la ripartizione degli spazi. La posizione degli infissi non è determinante, visto che ai fini della tassazione sono importanti le destinazioni degli ambienti, cucina, servizi igienici, disimpegni, ripostigli, le loro altezze e le loro dimensioni che vengono rappresentate nella scala 1/200. Gli infissi sono indicativi. Comunque è sufficiente che aggiorni la planimetria presente in catasto.
     
  5. lucy07

    lucy07 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    scusa….. ma cosa intendi per licenza edilizia (forse il deposito del progetto in comune?) e come dovrei fare per verificare ciò?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La licenza edilizia veniva rilasciata dopo che tu presentavi un'apposita istanza corredata di progetto e relazione tecnica. Se il progetto era conforme alle disposizioni del piano urbanistico comunale vigente, la commissione edilizia dava il parere favorevole ed il Sindaco rilasciava la licenza edilizia con la quale potevi eseguire i lavori progettati.
    Se vuoi verificare se esistono progetti, occorre che tu faccia una richiesta di accesso agli atti all'ufficio URP del comune. Potrai esaminare tutte le pratiche edilizie presenti negli archivi dell'ufficio tecnico comunale ed ottenerne copie fotostatiche.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per costruire antecedente il 1964/65 non era necessario la concessione edilizia, pertanto segui il consiglio di Gianco.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina