1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. braccella

    braccella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti. Sono inquilina in un condominio avente 3 scale ognuna con 12 appartamenti. il riscaldamento è centralizzato. i proprietari in seguito ad una riunione condominiale, hanno deciso di "attaccarsi" al teleriscaldamento e sin qui tutto bene, peccato però che hanno iniziato a mettere i regolatori di temperatura ad ogni termosifone soltanto il 20 di ottobre......terminati tutti gli appartamenti, applicheranno gli apparecchietti sempre ad ogni termosifone, per vedere il consumo di ogni singolo appartamento....la mattina e la sera in casa ci sono 14/16 gradi e quindi ognuno si sta arrabattando per scaldarsi in qualche modo....sono furiosa, perché comunque le spese condominiali le stiamo versando per non avere nulla, ed inoltre stiamo spendendo di tasca nostra per il carburante per le stufette...l'amministratore ed i proprietari possono fare alto e basso come vogliono anche a discapito della salute degli inquilini? ci sono persone malate e dei bambini e comunque vi assicuro che io che sto bene ho proprio freddo e mi sono beccata un bel raffreddore...grazie. :sorrisone:
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Scelta improvvida quella di eseguire i lavori in prossimità della stagione invernale. Non so quale sia la sua zona di residenza, ma se scrive di 14/16 C° di certo siete a Nord e in area in cui il riscaldamento deve essere assicurato sin dal 14 di ottobre. Che fare? Diffiderei per iscritto proprietà ed amministratore lamentando i danni cagionati e pretendendo un adeguato servizio senza ulteriori ritardi; si avanzi una richiesta di compensazione in termine di affitto mensile, minacciando azione legale in caso di mancato ristoro. Appoggiatevi tutti assieme ad associazione di inqulini. L'unione fa la forza
     
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' evidente che esiste qualche problema tecnico di taratura dell'impianto.
    Serve verifica da parte di tecnico qualificato.
    Ininfluente che tipologia di riscaldamento... dubito vi forniscano acqua "fredda"...ma potrebbero aver sbagliato qualche calcolo.

    Si pensa sempre (erroneamente) di risparmiare con metodi alternativi.
     
  4. braccella

    braccella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    la caldaia è vecchia di 30 anni ed ha già avuto qualche guasto in precedenza... hanno chiesto un preventivo per sostituirla ed hanno detto che costerebbe 300000 euro! quindi i proprietari hanno deciso all'ultimo momento di attaccarsi al teleriscaldamento ma di questa stagione non mi pare che sia stato il caso...siamo in provincia di Torino ed al mattino in casa abbiamo 14/16 gradi...:shock: :disappunto: decisamente troppo pochi soprattutto quando piove o c'è la nebbia...
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  5. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Moglie ubriaca e botte piena, ovvero pretendere la totale e regolare pigione e non assicurare il servizio di riscaldamento garantito a contratto.
    Fatevi formalmente sentire o rimarrete (si spera) con i 16C°
     
  6. braccella

    braccella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    l'inverno scorso siamo rimasti al freddo sino ai primi di dicembre perché per colpa di molti inquilini e proprietari che non hanno versato le spese condominiali, la ditta erogatrice di gas per riscaldamento aveva chiuso i rubinetti..:disappunto: devo però dire che il nostro padrone di casa ci ha permesso di non versare la quota di un affitto dato che aveva già ricevuto 6 mensilità di spese che però non sono state da noi utilizzate per il riscaldamento, in quanto erano solo 6 mesi che abitavamo qua...so che non perderò il denaro versato perché abbiamo la fortuna di avere un locatore corretto, ma vorrei sapere come farmi restituire i soldi che ho già speso e spenderò per riscaldarmi tra stufa catalitica, bombola e stufette a liquido....:rabbia: è vero che se non accendono il riscaldamento centralizzato per un po, con il conguaglio si metterà tutto a posto, ma io spendo molto di più con i miei mezzi, praticamente il doppio di quello che pagherei se le cose fossero a posto...chi me li deve risarcire quei soldi? :occhi_al_cielo: grazie
     
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    secondo me, se non hai sbagliato a mettere uno zero in più, hanno fatto del terrorismo psicologico. Nel condominio dove abita mia sorella a Milano sono 3 palazzi con 3 scale ciascuno, ogni scala 10 condomini totale 90 condomini. Superficie media degli appartamenti 78 mq circa, altezza soffitti 3,10 m tanto per dare una idea della cubatura da riscaldare. Hanno sostituito la caldaia per installare i contabilizzatori di calore con le termovalvole, hanno optato per 3 caldaie a condensazione di ultima generazione, che possono lavorare tutte insieme o abbinate a due, in funzione della richiesta di calore, costo 41.000 € e l'installatore ha preteso un contratto quinquennale di gestione del riscaldamento. Pagamento della quota della caldaia ( circa 450 €) per chi ha problemi di quadratura del bilancio familiare anche in 24 rate senza interessi.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Un condominio con 36 u.i. non monta un impianto che costa 300.000 euro. c'è uno zero in più! Al massimo può costare 45.000 euro.
     
  9. braccella

    braccella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    a me è sembrato eccessivo, ma me lo ha detto uno dei tanti proprietari.... io non conosco assolutamente le tariffe per una caldaia condominiale... comunque sia, noi siamo tutt'ora al freddo se non fosse che ognuno spende di tasca propria per riscaldarsi come può, pagando comunque anche le spese condominiali...:triste:
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    hai tutta la mia comprensione e penso che tutti i soldi che spendi per scaldarti li devi defalcare dalla cifra che abitualmente pagavi di riscaldamento. Cioè se prima pagavi 850,00 €/anno e tu adesso per scaldarti, tra bolletta elettrica e teleriscaldamento (quando funzionerà), pagherai di tasca tua 1.100,00 €, chiedi al proprietario 250,00 euro.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anche se semplice "inquilino" (locatario) hai il diritto dipartecipare e votare nelle delibere sul riscaldamento.

    Strada non percorribile il "rimborso" delle maggiri spese di riscaldamento perchè nei fatti ben difficilmente quantificabile (oltre all'ovvia ingestibilità del controllo della temperatura media effettiva tenuta).

    Uno degli esempi per il quali sia sempre preferibile l'autonomo piutttosto che il centralizzato.

    Non ti resta che agire verso il tuo locatore cercando un accordo.
     
  12. braccella

    braccella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ok grazie mille a tutti... :sorrisone: troveremo sicuramente un accordo il locatore ed io...:D
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina