1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Valeriagiunco

    Valeriagiunco Ospite

    Salve A tutti, la settimana scorsa sono andata a vedere un appartamento tramite un'agenzia. Fatta proposta, non accettata dal venditore. Durante la visita della casa però, la venditrice mi ha detto: questa è L ultima volta che mostreremo quest immobile. Mi sono insospettita ed ho contattato privatamente il proprietario il quale mi ha infatti confermato che il mandato era scaduto, e lo era anche quando io (inconsciamente) ho visitato la casa. Ora, la casa mi interessa, ho contattato il proprietario non sapendo di dovere comunque qualcosa all agenzia, ora lo so, però, non vi sembra scorretto che l'agente mi abbia omesso il termine del mandato? Quindi, io nel caso di acquisto dovrei dare 8000 euro ad un'agenzia, a che titolo? Se avessi saputo che il mandato era scaduto avrei agito ovviamente diversamente. Ora devo regalare 8000 euro?
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Probabilmente l'Agenzia ha operato al di fuori dei propri compiti. Tuttavia è altresì vero che Lei è venuta a conoscenza dell'immobile per il tramite dell'Agenzia.
    Procedesse nell'acquisto e non versasse gli 8.000,00 Euro di cui sopra, lei si troverà a gestire una situazione assai controversa; forse un Giudice le potrà anche dare ragione sul quantum, ma mai disporrà che nulla è dovuto (è indubbio infatti come lei si sia avvantaggiata del servizio fornito da altri). Io troverei un accordo con l'Agenzia.
     
    A Valeriagiunco piace questo elemento.
  3. Valeriagiunco

    Valeriagiunco Ospite

    Quindi L omissione del mandato scaduto (la furbata per incastrarci) ci costerà caro. Per aver usufruito di 10 minuti del loro tempo la pagherò ben 8000 euro. Dato L accanimento dubito che si potrà giungere ad un accordo onesto e proporzionato. Grazie tante per la Vostra risposta, gentili e veloci
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    "Ai sensi dell'art. 1754 cod. civ. si qualifica mediatore colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, risultando idonea al fine del riconoscimento del diritto alla provvigione anche l'esplicazione della semplice attività consistente nella ricerca ed indicazione dell'altro contraente o nella segnalazione dell'affare, non rilevando, a tale scopo, che il mediatore debba partecipare attivamente anche alle successive trattative. In altri termini, per il diritto del mediatore al compenso, non è determinante un suo intervento in tutte le fasi delle trattative sino all'accordo definitivo, essendo sufficiente che la conclusione dell'affare possa ricollegarsi all'opera da lui svolta per l'avvicinamento dei contraenti, con la conseguenza che anche la mera attività indirizzata al reperimento dell'altro contraente ovvero all'indicazione specifica dell'affare legittima il diritto alla provvigione, sempre che, però, tale attività costituisca il risultato utile della condotta posta in essere dal mediatore stesso e poi valorizzata dalle parti“ ti fornisco anche una sentenza della cassazione" (Cass. civ., Sez. III, 20/12/2005, n. 28231).
     
  5. toto.s

    toto.s Membro Junior

    Proprietario di Casa
    La provvigione è dovuta quando l'affare viene concluso per effetto dell'intervento del mediatore. Attenzione però, perché il mediatore ha diritto a vedersi riconosciuta la provvigione solamente se la sua attività viene svolta in modo palese e se le parti abbiano inteso avvalersi della sua opera o del suo intervento (Cassazione n. 12390/11).

    Ora l'AI aveva il mandato scaduto da parte del proprietario. La visita di Valeriagiunco, la mediazione è stata fatta in maniera non nota alle due parti interessate. In questo caso mancava l'assenso del proprietario. La mediazione, in buona sostanza, è stata svolta in modo occulto o a sorpresa; senza l'assenso, il consenso, approvazione o meglio l'autorizzazione del proprietario a dare validità a quell'atto.

    saluti
    toto.s
     
  6. Valeriagiunco

    Valeriagiunco Ospite

    Grazie, ha inteso il punto! Se io avessi saputo che il mandato era scaduto (una volta contattata L agenzia), avrei potuto scegliere se visitare o meno L immobile, decidendo così le mie azioni. Invece sono stata messa davanti al fatto compiuto e ora sarò obbligata a pagare un sacco di soldi. Non credo sia corretto, e non è giusto che siano tutelati solo loro.
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non si stravolga il senso della Massima.
    L'attività di mediazione è stata svolta palesemente e col consenso dell'acquirente. Ciò è sufficente perché questi sia obbligato a remunerare l'opera altrui di cui si è liberamente servito.
    Se poi si vuol dire che é giusto servirsi del lavoro altrui e poi non remunerarlo.... si faccia pure.
    La nostra postante, senza agenzia, mai avrebbe visitato quel dato immobile.
    Saluti.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Attenzione, nessuno di noi su Propit ha contattato l'Agenzia e mai avremmo potuto visitare quell'mmobile. Si da il caso, guarda un pò com'è strana la vita, che quel contatto l'hai avuto solo tu con una
    tua esclusiva decisione...E nessuno di noi, nè tantomeno il medico,
    ti ha ordinato di prendere tale decisione...Vediamo di cosa era composta questa tua solitaria decisione...
    A) consapevolezza che avresti avuto preliminarmente tutte le
    informazioni basilari sulla faccenda indispensabili per decidere se
    visitare o meno l'immobile, Informazioni nel pieno possesso del
    mediatore e di questi tempi anche queste hanno un costo e un valore
    a parte poi anche il tempo che il mediatore ha speso per servirti prima, durante e dopo per cui non si può dire che il compenso sarebbe immeritato...la "dazione" del lavoro c'è stata...
    B) Consapevolezza di poter decidere se visitare o meno l'immobile
    subito dopo "A" (vedi sopra), in compagnia del professionista;
    C) Consapevolezza che dopo tale decisione sulla visita, sarebbe
    potuto seguire la decisione per il Sì all'acquisto...
    D) E che dopo la decisione di cui al "C" sarebbe scattato l'obbligo
    di riconoscere la provvigione pattuita durante il punto "A".
    Quindi, nessuno ti ha costretto a servirti dell'Agenzia...è un autoimpegno che dovresti onorare.
    Il fatto che il proprietario abbia detto ad entrambi che sarebbe stata
    l'ultima visita implicava da parte sua il riconoscimento alla mediazione, nonostante la scadenza del mandato, con il susseguente pagamento della "sua" provvigione. Come dire: ti concedo una proroga limitata a questa ultima visita.
    Per quanto sopra, a mio parere, ci sono tutti gli elementi dal punto di vista "umano" per riconoscere il servizio svolto dall'Agenzia.
    Mentre sul lato strettamente giuridico non hai grandi probabilità
    di vittoria...Se fai la somma dei due aspetti ti potrai convincere
    serenamente che non sei stata derubata...
    Nulla vieta di poter ottenere uno sconticino mutuando il concetto
    di "fine serie"...o Saldi per fine attività e quindi per analogia deduttiva di "Fine Mandato"...Ed io gli farei questo discorsetto:
    "Lei a mandato scaduto non avrebbe dovuto offrirmi il suo servizio e quindi per naturale conseguenza io non dovrei riconoscerglielo...Ora evitando di fare la furba optando per il no alla sua proposta e nel contempo trovare un accordo futuro con il proprietario, lei mi riconosca l'abbattimento della provvigione di un "X" per cento ( da 8.000 a 6.000) ed io potrò decidere senza ambasce per il Sì e respingere il No che è sempre nelle mie mani"...
    E' un onorevole compromesso...Dai retta ad un vecchio ex agente di commercio che è vissuto a colpi di compromessi quasi sempre andati a buon fine. E di doman non c'è certezza...E nella Magistratura italiana men che mai. Sicuramente ci sarà il ricorso a
    tutti e tre i gradi e comincia a contare quante volte 6.000 dovrai
    anticipare subito e senza lamenti...poi alla fine ci sarà probabilmente la compensazione delle spese e tu dovrai ancora aggiungere tutto il tempo che hai dovuto "sprecare" ...
    Se poi hai ancora dei dubbi...chiedi l'intervento di FradJACOno che è, qui su Propit, un tuttologo anche medico che ti potrà prescrivere la ricetta come adombrata all'inizio. Lui ci sta leggendo e potrà
    essere fulmineo nell'intervento che è indolore nel senso che è
    gratuito. Non posso chiudere col mio "cappitto mi hai" e sostituisco con: Auguri da Quiproquo.
     
    A Ollj piace questo elemento.
  9. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    domanda ingenua. ma il proprietario, pur essendo scaduto il mandato, aveva lasciato le chiavi dell'immobile all'agenzia, e a che titolo allora ? si ritroverà comunque anche lui a pagare la provvigione ?
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Vorrei sapere, ma se il prezzo per la vendita cambia è da considerare vincolante il contratto con l'agenzia?
    E se la provvigione è dovuta la deve anche il venditore. Pertanto salvo diversi accordi l'importo per la provvigione dovrebbe essere € 16.000. C'è il tanto sufficiante, sia per variare il prezzo che ottenere un sostanzioso sconto sulle provvigioni.
     
    A Valeriagiunco e quiproquo piace questo messaggio.
  11. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    L'agenzia ti ha fatto vedere l'immobile, poco importa se il mandato era in essere o meno, a te non deve interessare, aveva la disponibilità dell'immobile, ora cerchi di evitare la spesa della mediazione, ma la torta è stata assaggiata e va pagata
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Come avevo premesso: fermo restando che l'acquirente debba pagare una commissione, e che in caso di contestazione, sarà il Giudice a definirla nel quantum, si potrebbe invece discutere sul venditore; il fatto che lo stesso abbia lasciato le chiavi non è determinante... lo sarebbe invece il fatto che abbia accolto il mediatore e che abbia esplicato per il futuro il suo rifiuto a proseguire.
    Quindi:
    - mandato formalmente scaduto
    - il venditore però avvalla ugualmente l'operato del mediatore e lo riceve in casa facendogli svolgere l'attività (il mediatore non si è recato in loco proditoriamente, senza avviso alcuno ed usando delle chiavi in suo possesso)
    Anche qui un Giudice potrebbe riconoscere un compenso a carico del venditore, tutto dipende dal convincimento che si farà il Giudice: l'attività di consenso prestata dal venditore ci fu, in che termini, che rilevanza ha avuto, si avvanteggia anche lui dalla vendita?
    Saluti.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  13. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    La proposta non accettata dal venditore? ha chi è stata rilasciata??????
     
  14. Valeriagiunco

    Valeriagiunco Ospite

    Non fate un processo alle intenzioni, la mia è una constatazione: un'agenzia che Sa che ha il mandato scaduto, deve dirmelo, deve dire: ci scusiamo per il disagio ma non possiamo farle vedere L immobile. Non è corretto.
     
  15. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
     
    A Valeriagiunco piace questo elemento.
  16. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    e perchè, deve dire di avere un incarico a vendere se dimostra di avere accesso all'immobile, stipula una proposta di acquisto, che viene respinta dal venditore, e a chi è stata inviata questa benedetta proposta non accetta?
    certo 8.000 euro sono un cifra, e poterla baypassare farebbe comodo a tutti, ma sai quante visite sono state fatte su quell'immobile e da quanto tempo l'agenzia aveva l'incarico a vendere?
    con il se sapevo non si va da nessuna parte
    ho lavorato in sardegna, ed ho sempre avuto problemi della mediazione, specialmente nei piccoli comuni dove tutti si conoscono e sanno di tutti
     
    Ultima modifica: 16 Novembre 2015
  17. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nella pratica decennale spesso l'agenzia strappa anche verbalmente
    una piccola proroga...niente di scandaloso...e il Mandante venditore
    spesso è accomodante o per umana comprensione o anche per convenienza...In effetti la cosa non gli cambia la vita e non è detto
    che in extremis non si possa chiudere positivamente la compravendita. Ma come puoi vedere questo riguarda solo ed
    esclusivamente il rapporto fra il Mandante e il Mandatario e
    per il promittente acquirente non può avere valore senza una
    preventiva comunicazione ufficiale...avendo "carpito" (la parola non è giusta...ma suona bene...) anche involontariamente la decisione di confermare la fine del mandato tu deontologicamente la devi ignorare e non ne puoi fare titolo per una disdetta del tuo contratto. Insomma prorogare un contratto solo verbalmente, essendo convenuto la brevità temporale, è una cosa di tutti i giorni...Il rigore contrattuale esiste solo davanti al magistrato...E a volte anche no...
    Come non possiamo non concedere noi propisti il massimo della comprensione a chi in fondo fa il suo lavoro??? qpq.
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho già replicato..ma il sistema si è inceppato...questo è solo
    una prova. Grazie. qpq
     
  19. Valeriagiunco

    Valeriagiunco Ospite

    Già, noi sardi, tutti pastori... Però io, ci tengo, se devo, pago, se sbaglio, pago, vorrà dire che pagherò un'agenzia che mi ha fatto visitare una casa pur sapendo che non poteva farlo. Perché il sunto e': io ti pago per la pubblicità e tu agente scorretto, con una proroga verbale ti sei fatto 8000 euro! Va bene.
     
  20. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Pur sapendo che non poteva farlo: se gli ha concesso una proroga pur limitata alla sola tua visita la tua affermazone perde di forza e di valore per cui risulterà modificata: Pur sapendo che sarebbe stata l'ultima volta...di un mandato di "rappresentanza"
    ormai scaduto contrattualmente e non più rinnovabile come ti avrà forse sussurrato nell'orecchio il, a questo punto furbastro, Mandante
    che pregustava di non pagare anche lui la corposa provvigione. mi sono perso con le complementari...ebbene continuo a ripeterti che
    la maggioranza dei propisti purtroppo non è favorevole alla tua
    tesi. D'altra parte questa della provvigione agli Agenti imm.ri è annosa e forse prima o dopo ci sarà l'intervento del legislatore
    per una opportuna ed equa impostazione rimodellando l'esistente
    con una impostazione obbligatoria o premiante l'accesso per il fruitore...Non mi chieda FradJACOno cosa voglio dire...
    Si sprema bene il cilindro e la cosa salterà fuori come un bocciolo di
    rosa. Che idelmente spedisco alla gentile postante per lenire il suo
    tormento. quiproquo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina