1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Flaviovco

    Flaviovco Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Chi può darmi lumi su cosa cambierà esattamente per C/c e deposito titoli (es. imposta di bollo) con la nuova manovra?
     
  2. cichi

    cichi Membro Junior

    So che è stata estesa a tutti gli strumenti finanziari e non solo al conto corrente.
     
  3. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Cambia nel senso che è aumentata l'imposto di bollo che è stata portata a €. 34,00 (prima pare che era di €. 8,00 o poco più) se cul conto è depositata una somma superiore a 5.000,00 e che la banca ad ogni richiesta dell'Agenzia delle entrate è tenuta a comunicare tutte le operazioni da te effettuate.
     
    A piace questo elemento.
  4. Elizabeth

    Elizabeth Nuovo Iscritto

    No, cautandero, non è mai stata 8 euro ma sempre di 34,20, Una tassa che viene applicata da molti anni (1972 è la data del primo decreto) al rendiconto annuale sia dei conti bancari che di quelli postali. La differenza è che ora non dovresti pagarla se il tuo conto corrente avrà meno di 5000 euro di saldo medio annuale: i conti si faranno alla fine dell'anno. I conti correnti intestati invece a «soggetti diversi dalle persone fisiche» dal 2012 pagheranno un bollo annuale di 100 euro.
    I prodotti finanziari (fondi, polizze, titoli etc, compresi i buoni postali fruttiferi) pagheranno una tassa annuale dell'1 per mille del loro valore di mercato (nel 2013 salirà all’1,5 per mille), con un minimo di 34,2 euro e senza più il massimo. Cioè, se hai 6000 euro di Bot pagherai 34,20 di bollo, se ne hai 20 mila euro pagherai sempre 34,20 euro nel 2012, se hai 500 mila euro di fondi, polizze e altro pagherai 500 euro l’anno prossimo e così via.

    Quello che non è chiaro è se un deposito titoli vuoto pagherà comunque l'imposta perché qualche banca non ha confermato ufficialmente dicendo di essere in attesa di disposizioni dal parte dell'ADE. Al momento pare che se il deposito titoli è vuoto o non movimentato nell'anno in corso non ci saranno spese di bollo per il 2012. Detto solo a voce. Questa informazione vaga (e irritante:rabbia:) è forse dovuta a una interpretazione dell'attuale legge 214/2011 che riporta all'art. 19 “La comunicazione relativa agli strumenti e ai prodotti finanziari, ivi compresi i buoni postali fruttiferi, anche non soggetti all’obbligo di deposito, si considera in ogni caso inviata almeno una volta nel corso dell’anno anche quando non sussiste un obbligo di invio o di redazione. L’imposta è comunque dovuta una volta l’anno" Siccome l'imposta si paga sull'estratto conto inviato, chissà? Quindi, stiamo in campana.....
     
    A maidealista, possessore, Federica F e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. joenocera

    joenocera Membro Junior

    ma che state dicendo:::::il bollo sui conto correnti si paga normalmente,il nuovo bollo di 34.20€ e' sui libretti di risparmio se supera i 5000€ sulla media annuale,che prima non c'era mai stata.
     
  6. Elizabeth

    Elizabeth Nuovo Iscritto

    Joenocera, stiamo rispondendo alla domanda "cosa cambierà esattamente per C/c e deposito titoli (es. imposta di bollo) con la nuova manovra?" ed io ho risposto per il conto corrente e per quel che si sa sul deposito titoli. Cichi ha anche aggiunto che la disposizione è stata estesa a tutti gli strumenti finanziari (compresi i libretti) e non solo al conto corrente. Non capisco il tuo tono ma ribadisco la correttezza delle informazioni da me fornite, fatte salve le diverse disposizioni di legge che verranno emanate in futuro
    E aggiungo che il decreto legge che riguarda quest'argomento di discussione è entrato in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, ma gli effetti prodotti sono provvisori, perché essi perdono efficacia sin dall'inizio se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla pubblicazione. Quindi anche le banche stanno seguendo costantemente l’aggiornamento normativo. Al momento sembrebbe che a chiunque abbia meno di 5000 euro sul conto corrente non si applicherà il bollo. Bisogna vedere se ci saranno indicazioni diverse in futuro sulla sua applicazione a secondo dei casi.
     
    A possessore e Flaviovco piace questo messaggio.
  7. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    In questo vergognoso "festival delle tasse" il rapporto con il settore bancario e finanziario si è trasformato in una mini patrimoniale,pertanto provo a fare un piccolo riassunto di quanto sono riuscito a capirci in materia di conti correnti ed altri prodotti bancari.
    - Partiamo dai c/c : possono essere sia bancari che postali. Per quelli intestati a persone fisiche In caso di GIACENZA MEDIA ANNUA inferiore ad € 5.000,00 non verrà applicata nessuna imposta di bollo ( che fino al 31/12/2011 veniva applicata indistintamente su tutti i c/c pari a € 8,55 il trimestre). Oltre € 5.000,00 l'imposta di bollo e registro sarà uguale al 2011 cioè € 8,55 a trimestre per un totale di € 34,20.
    iI conti intestati a imprese o persone giuridiche l'imposta di bollo passerà nel 2012 da € 73,80 (18,45 x 4) ad € 100,00.
    - Gli interessi maturati sui suddetti conti verranno tassati al 20%
    Depositi a risparmio : anche questi per giacenze oltre € 5.000,00 dovranno scontare una tassa di € 34,20 non prevista in passato
    - Conti di deposito : anche per questi gli interessi maturati saranno tassati al 20% contro il 27% precedente
    Inoltre,sempre nel 2012, su tutti i prodotti finanziari cioè fondi di investimento,polizze vita,titoli di stato,obbligazioni ed altro verrà applicato un prelievo dell'1 per mille annuo (che diventerà 1,5 nel 2013) con un minimo di € 34,20 ad un massimo di € 1.200,00 calcolato in misura proporzionale all'investimento.
    - I capitali scudati verranno tassati con una imposta di bollo speciale del 4 per mille
    - Per i Buoni Fruttiferi postali di importo superiore a €5.000,00 la normativa prevede che verranno tassati alla scadenza dello 1 per mille nel 2012 con l'applicazione di un importo minimo di € 34,20 e massimo di € 1.200,00 ,mentre nel 2013 si passerà al 1,5 per mille
    Nessuna tassazione è prevista per i fondi pensione,fondi sanitari e Buoni Fruttiferi Postali il cui rimborso sia inferiore a € 5.000,00
    Riassumendo nel 2012 gli interessi maturati sui rapporti intestati alle persone fisiche saranno tutti tassati al 20% ad eccezione dei titoli di stato italiani e quelli di stato esteri che restano al 12,50%
    Inoltre come tutti già ben sappiamo è stato posto un limite per i prelevamenti in contanti di €1.000,00,oltre questa somma scatta una segnalazione.
    Ciao
     
  8. Elizabeth

    Elizabeth Nuovo Iscritto

    La cosa interessante che potrebbe venire a nostro vantaggio è che per la maggior parte dei conti deposito tipo Rendimax, Conto Arancio, ContoConto, CheBanca, IWPower etc. è banca che si accolla il bollo annuale e quindi converrebbe tenere il minimo possibile sul conto corrente e trasferire il resto sui conti deposito e da lì prendere al bisogno. Tanto più che oggi per i bonifici da un conto a un conto deposito basta un giorno solare :ok: Sempre che non salti fuori una bella "interpretazione" a svantaggio del cittadino che dica che questi strumenti pagheranno i bolli
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina