1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. roberto cedolini

    roberto cedolini Nuovo Iscritto

    Su terreno condominiale insiste un manufatto in muratura costruito al tempo da un condomino/proprietario con autorizzazione del sindaco del 1965 ma SENZA autorizzazione degli altri condomini/proprietari. Tale manufatto è stato accatastato, su iniziativa del suddetto condomino, soltanto nel 2011 come manufatto CONDOMINIALE (tra l'altro accatastamento fatto da un geometra senza autorizzazione del condominio!!).
    Possono oggi i condomini intimare al condomino che ne ha l'uso esclusivo la demolizione di tale manufatto, rivendicandone la proprietà condominiale?
    Tale richiesta è motivata dal fatto che i condomini hanno deciso di dividersi la parte comune in oggetto e che il Notaio ha richiesto la piena disponibilità del terreno senza alcun peso o gravame, per stipulare l'atto di compravendita.
    Preciso che NON è stata mai richiesta, né dichiarata l'usucapione.
    Ritengo che, a seguito delle nostre intimazioni, con la recente iscrizione catastale a favore del condominio quale proprietario del manufatto, si sia di fatto ammessa la non correttezza della precedente operazione di costruzione a titolo esclusivo.
    Quindi gradirei un parere sui seguenti punti:
    1) Il manufatto, in considerazione delle iniziative intraprese (costruzione su terreno condominiale e mancata rivendicazione del diritto (?) di acquisizione, era regolarmente usucapito?
    2) dopo l'accatastamento avvenuto nel 2011 può ancora essere dichiarata l'usucapione oppure l'utilizzatore esclusivo è decaduto da tale diritto avendolo fatto accatastare come bene condominiale?
    Grazie a chi mi può fornire chiarimenti
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Se il condomine ha costruito su proprietà comune in osservanza alle norme urbanistiche ma senza autorizzazione condominiale, qualora questi avesse proceduto all'accatastamento il diritto con il quale poteva essere censito il manufatto era quella della superficie, cioè il condomine che l'aveva realizzato aveva il diritto di superficie sul manufatto, mentre il condominio mantiene la proprietà del suolo.

    Il diritto di usucapione si ha solo dopo una sentenza quindi se non c'è tale sentenza non è regolarmente usucapito.

    L'usucapione ha come requisiti per essere richiesto il possesso e il decorso del tempo.

    Il possesso deve essere pacifico, pubblico, continuato e non interrotto.

    Il decorso del tempo è di venti anni in mala fede, di dieci anni in buona fede.

    A parere mio il fatto di avere accatastato a nome del condominio non ha interrotto il possesso ed il decorso del tempo.

    Ciao salves
     
    A roberto cedolini e kenzen piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina