1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sacconroberta

    sacconroberta Nuovo Iscritto

    Buongiorno, sono in trattativa per dare in affitto il mio appartamento.
    Dal momento che la persona che vorrebbe affittarlo mi chiede di abbassare il prezzo, mi chiedevo se potrebbe essere conveniente (per me, oltre che per lui) abbassare l'affitto ma prevedere nel contratto che, oltre che la manutenzione l'inquilino si farà carico anche della eventuale sostituzione degli elettrodomestici compresi nell'appartamento (è arredato, con frigo, lavatrice ed aria condizionata). Se è possibile prevedere una cosa del genere nel contratto, di quanto dovrebbe essere la percentuale di sconto?
     
  2. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    L'inserimento di una clausola contrattuale che prevede che la sostituzione degli elettrodomesti faccia carico al conduttore in caso di necessità, è possibile e legittima a condizione che nel contratto medesimo si ponga questa obbligazione in relazione alla riduzione del canone che il conduttore avrebbe beneficiato. Questo per giustificare il sinallagma tra le due prestazioni. Per quantoconcerne la misura di riduzione del canone che potrebbe essere equa in cambio dell'obbligazione assunta dal conduttore, è elemento da ricondurre alla trattativa, in quanto non esistono dei criteri di calcolo in merito, oltretutto non conosco nè il quantum della locazione nè il tipo di contratto che s'intende stipulare.
     
    A sacconroberta piace questo elemento.
  3. guerrino26

    guerrino26 Nuovo Iscritto

    affittare un appartamento ammobiliato si intende con mobilio e vari accessori in dotazione con elenco di tutto l'arredo che lo compone. se il potenziale inquilino vuole sostituire alcuni o in parte dell'arredo, lo fà a sue spese, quando lascia l'immobile, Le migliorie o innovazioni ancorché autorizzate non daranno al Conduttore alcun diritto di rivalsa nei confronti del Locatore e si intendono acquisite alla proprietà fatto salvo il diritto del Locatore di richiederne la rimozione e la riduzione in ripristino a fine locazione.

    restituire come gli è stato consegnato.
     
    A Marco Costa e sacconroberta piace questo messaggio.
  4. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Nel caso in specie il cambio di elettrodomestici, ove si rendesse necessario, esulerebbe dal principio del consenso del locatore e, dunque, della miglioria da indennizzare a fine rapporto, in quanto espressamente regolato da un'articolo contrattuale che prevede l'eventuale compensazione con l'accordata riduzione del canone.
     
  5. guerrino26

    guerrino26 Nuovo Iscritto

    non scendere mai in accordi di questo tipo. se interessa l'appartamento lo prende come gli viene offerto oppure ne trova uno libero da arredare a suo piacimento.
     
    A sacconroberta piace questo elemento.
  6. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Preciso che l'istante ha rivolto un quesito preciso, e a questo mi sono attenuto. E chiaro che poi ognuno può agire come meglio crede. Ma se l'ha chiesto un motivo valido ci sarà pur stato.
     
  7. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A parere di chi scrive è lecito nei contratti 4+4; non lo è nei contratti convenzionati
     
    A sacconroberta piace questo elemento.
  8. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Questa osservazione ha una sua valenza di fondatezza in quanto nei contratti convenzionati il valore viene determinato in base a parametri prefissati, dal che ne consegue che se il locatore applica quei valori verrebbe a rompersi il sinallagma della clausola in oggetto. Ritengo, in via di principio, che ciò, in questa ipotesi, sarebbe realizzabile a condizione che venga espressamente detto che: in base ai paramentri stabiliti il canone sarebbe di € 800,00, ciò nonostante accetto di applicare una canone di € 700,00 essendosi il conduttore a sostituire a suo esclusivo onere gli elettrodomestici che eventualemte ne necessitassero. Come si può osservare in questa ipotesi in un contratto convenzionato base 3 + 2, il risparmio a favore del conduttore sarebbe di media di € 6.000,00 (oltre gli aumenti ISTAT), bè cosi si verrebbe a ricostituire il sinallagma, in quanto il potenziale rischio per il conduttore sarebbe ridotto al massimo, nella peggior ipotesi, a € 1.000,00.
     
    A sacconroberta piace questo elemento.
  9. guerrino26

    guerrino26 Nuovo Iscritto

    Secondo il mio parere il prezzo dell'affitto non deve subire variazione alcuna, anche se il potenziale Conduttore ha voglia di sostituire qualche elettrodomestico che non trova di suo gusto. Ora mi domando e dico ma è proprio necessario sostituire gli elettrodomestici? (sono molto vecchi e usurati ........). Ammesso che gli elettrodomestici con il consenso del Locatore vengono sostituiti, nel medesimo momento che il Conduttore lascia l'immobile si porta via ciò che Lui ha sostituito e rimette al suo posto i vecchi?
     
    A sacconroberta piace questo elemento.
  10. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non mi sembra nè logico nè pertinente entrare nel merito di quanto ha richiesto l'istante. Non ritengo sia compito di questo forum quello di "divagare" ma di rispondere con competenza e coscienza ao quesiti posti. Altrimenti rischiamo di scadere in discussioni da "bar dello sport, " e ritengo che questo non sia il fine che si prefissa un forum che vuole essere d'orientamento e qualità.
     
  11. guerrino26

    guerrino26 Nuovo Iscritto

    non ho e non avevo nessuna intenzione di fare chiacchiere da bar dello sport e tanto meno fare polemica
     
  12. sacconroberta

    sacconroberta Nuovo Iscritto

    Grazie davvero!!! MI avete schiarito le idee :)
     
  13. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    credo che possa essere conveniente se gli elettrodomestici hanno qualche annetto e non sono in condizioni perfette a patto che il conduttore si impegni a lasciarli nell'appartamento quando deciderà di andarsene. Io quando ero in affitto sostitui il frigo non adatto alle mie esigenze ma, lo rivendei prima di lasciare l'appartamento. ovviamente con il consenso della proprietaria che sistemò il vecchio frigo in garage e lo ritirò fuori per l'inquilino subentrante.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina