• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

golfsuper2000

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
Occorre ripristino parapetti con una spesa ingente. Si tratta di parapetti della terrazza ad uso esclusivo e sono danneggiati solo una parte del palazzo diciamo sul lato destro. È corretto che paghjno tutti secondo I millesimi oppure solo gli appartamenti che stanno sotto l intervento? Mi spiego meglio chi ha l appartamento sul latosinistro paga zero euro? Inoltre chi sta ai piani bassi è escluso?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#2
Bisognerebbe distinguere sulla "morfologia" di tali parapetti.
Se sono prosecuzione dei muri perimetrali allora il loro "fronte" è spesa a carico di tutti.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#3
È corretto che paghjno tutti secondo I millesimi oppure solo gli appartamenti che stanno sotto l intervento? Mi spiego meglio chi ha l appartamento sul latosinistro paga zero euro? Inoltre chi sta ai piani bassi è escluso?
La situazione è abbastanza controversa perché non c'è una norma precisa in merito. Ci sono tre soluzioni e l'assemblea condominiale può scegliere il criterio che più si adatta alla situazione reale.
1) se il parapetto è il proseguimento dei muri perimetrali esterni del fabbricato: spese da dividere tra tutti i condomini secondo i m/m di proprietà (art. 1117 c.c.). Soluzione assunta sopratutto per i lavori della facciata esterna del parapetto.
2) se il parapetto è considerato come facente parte del decoro architettonico dell'edificio: spese da dividere 1/3 a carico del proprietario del lastrico e 2/3 da dividere secondo i valori di piano tra tutti coloro che giacciono sotto la verticale del lastrico (art. 1126 c.c.). Orientamento giurisprudenziale prevalente indipendentemente che la spesa di manutenzione interessi tutto il perimetro del parapetto o solo un lato.
3) se il parapetto è considerato come una struttura ad uso esclusivo del proprietario del lastrico per renderlo praticabile e rendere possibile l'affaccio, non è il proseguimento dei muri perimetrali esterni dell'edificio e non ha funzione decorativa per l'edificio: spese a carico esclusivo del proprietario (orientamento minoritario della giurisprudenza). Con la eccezione che se il parapetto deve essere demolito e poi ricostruito per rifare l'impermeabilizzazione del lastrico solare ad uso esclusivo anche parapetto segue la divisione prevista dal 1126 c.c.

Mi è sembrato di aver capito che qualcuno di voi sostiene che se il lavoro interessa solo un lato del parapetto la spesa venga ripartita solo tra coloro che si affacciano dal lato medesimo: questa è una convinzione errata perché le parti comuni sono in comunione indivisa tra tutti i proprietari degli appartamenti che costituiscono il fabbricato, indipendentemente dal piano: anche chi sta al piano terra se è coperto dal lastrico solare ad uso esclusivo deve partecipare alle spese per la sua manutenzione.
 

golfsuper2000

Membro Junior
Proprietario Casa
#5
come oppormi considerato che vogliono far pagare già alcuni e altri no :triste:. e' stato deciso di fare questo lavoro ma ancora non hanno raccolto i soldi e non è stato eseguito. Cosa devo fare per oppormi al metodo di suddivisone?Quando mi arriva la tabella con le ripartizioni la contesto in quella sede?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
La situazione è abbastanza controversa perché non c'è una norma precisa in merito.
Diciamo che la norma è precisa ma non può scendere ad elencare tutte le casistiche.
2) se il parapetto è considerato come facente parte del decoro architettonico dell'edificio: spese da dividere 1/3 a carico del proprietario del lastrico e 2/3 da dividere secondo i valori di piano tra tutti coloro che giacciono sotto la verticale del lastrico
???
Tale ripartizione è valida solo per il solaio/tetto ad uso esclusivo...da dover si ricava la sua applicazione anche ad un parapetto perimetrale?

come oppormi considerato che vogliono far pagare già alcuni e altri no
1-Voti "contrario" nella delibera in cui si decide non il lavoro ma il criterio di riparto dichiarando fin da subito che citerai in Giudizio Condominio e/o amministratore
2-Trovi un avvocato ed impugni la delibera prima presso il "mediatore".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto