1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Leonina

    Leonina Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve mi chiedevo che avendo una sorella di mio padre sposata e senza figli alla sua morte e del marito tutti i suoi averi a chi andranno.premetto che lui nn ha nessuno e cresciuto in un orfanotrofio lei invece ha tre fratelli di cui uno defunto e nove nipoti tre di ogni fratello. alla loro morte a chi andrà l'eredità?
     
  2. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    Salvo testamenti gli eredi legittimi sono il coniuge, i discendenti, gli ascendenti, i collaterali, gli altri parenti entro il sesto grado, ed infine lo stato.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il destino dei loro patrimoni dipende da molte variabili.
    Se il marito non avesse fatto testamento, e premorisse a sua moglie, soltanto la moglie sarebbe chiamata alla sua eredità.
    Se la moglie non avesse fatto testamento, e premorisse al marito, chiamati alla sua eredità sarebbero: il marito, per i 2/3 del suo patrimonio, e per il restante 1/3 i suoi tre fratelli. I nipoti non riceverebbero nulla, salvo che subentrassero per rappresentazione dei loro genitori, che non potessero o non volessero accettare l'eredità.
    Se il marito volesse fare testamento, potrebbe destinare a chiunque 1/2 del suo patrimonio. Il restante 1/2 è la quota di riserva spettante alla moglie.
    Cosi pure, se la moglie volesse fare testamento, potrebbe destinare a chiunque 1/2 del suo patrimonio. Il restante 1/2 è la quota di riserva spettante al marito, che è l'unico legittimario (i fratelli e i nipoti non lo sono).
    Sia nel caso di successione legittima (senza testamento) sia nel caso di successione testamentaria (con testamento), al coniuge, anche quando concorra con altri chiamati, sono riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni. Tali diritti gravano sulla porzione disponibile e, qualora questa non sia sufficiente, per il rimanente sulla quota di riserva del coniuge, ed eventualmente sulla quota riservata ai figli (che nella fattispecie in discussione mancano).
     
    Ultima modifica: 22 Luglio 2016

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina