1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. francy75

    francy75 Nuovo Iscritto

    salve a tutti,io e mio marito(separazione dei beni)stiamo costruendo una bifamiliare su terreno acquistato da tutti e due..la mia idea era quella di intestarcene una x ognuno...e farle risultare prima casa x ognuno..si puo??;)
    a dire il vero sara' una abitata da noi ,l'altra usata come b&b..possono esserci altre soluzioni ?tipo far prendere la residenza a un parente ?potrebbe servire??:triste:
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Essendo in separazione dei beni, se non possedete già una civile abitazione nel comune ove volete costruire, potete usufruire entrambi dei benefici prima casa a condizione che entrambi abbiate o prendiate la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile.
     
    A francy75 e Mannari Maria piace questo messaggio.
  3. francy75

    francy75 Nuovo Iscritto

    OK..ma volendo fare un mutuo x la costruzione di una biamiliare,la banca come la vede?essendo un nucleo familiare dira'..una prima casa l'altra seconda??:triste:
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Jrogin, forse ricordo male, ma non mi risulta che due coniugi possano avere due prime case nello stesso comune...
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ciascuno dei due coniugi, se in separazione dei beni, può usufruire dei benefici se...........
    I REQUISITI PER FRUIRE DEI BENEFICI
    Il primo requisito indispensabile per fruire delle agevolazioni è che l’acquisto riguardi una casa di
    abitazione non “di lusso”. Per verificare se un immobile è considerato di lusso, occorre far riferimento
    ai criteri individuati dal decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 agosto 1969 (pubblicato
    nella Gazzetta Ufficiale n. 218 del 27 agosto 1969).
    Accertato che si acquisti un’abitazione considerata non “di lusso”, i benefici spetteranno, a prescindere
    dalla categoria catastale dell’immobile, solo in presenza di determinate condizioni:
    a) l’immobile deve essere ubicato nel Comune in cui l’acquirente ha la residenza o in cui intende stabilirla
    entro 18 mesi dalla stipula, o nel Comune dove l’acquirente svolge la propria attività principale.
    Per il personale delle Forze Armate e delle Forze di Polizia non è richiesta la condizione della residenza
    nel Comune di ubicazione dell’immobile acquistato con le agevolazioni prima casa.
    Per i cittadini italiani residenti all’estero (iscritti all’AIRE) deve trattarsi di prima casa posseduta
    sul territorio italiano.
    b) l’acquirente non deve essere titolare, esclusivo o in comunione col coniuge, di diritti di proprietà,
    usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile
    da acquistare;

    c) non bisogna essere titolari, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale,
    di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altra casa di abitazione,
    acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
     
    A Guardiano e tovrm piace questo messaggio.
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie. Il punto da te evidenziato ha chiarito il mio dubbio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina