1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. minima

    minima Membro Attivo

    Buongiorno a tutti e buona estate.Sono ancora qui con la stessa situazione in fatto di successione legittimaria.un' erede non trovando solidarietà in 2 avvocati ,ne attiva un terzo , il quale visto che non si arriva a un compromesso tra le parti decide di passare attraverso la mediazione ,ora divenuta obbligatoria.
    Noi, rimaniamo fermi con l' offerta già approvata dai suoi precedenti avvocati ,immobile e lesione quota leggittima, ma non dall' erede che mette in discussione la parte data a 2 eredi per servizi resi durante la malattia del de cuius.( tale erede non si è mai visto in 10 anni)La mia domanda è:visto che la mediazione viene aperta dalla controparte ,noi partecipiamo ,ma xchè devo dare ascolto solo alle sue richieste ? in quella sede chi decide cosa è giusto o sbagliato?.Partecipano solo gli avvocati di controparte o anche gli assistiti Si mette in discussione l' eredità, ma il mediatore cosa può fare. ringrazio chi mi vorrà rispondere
     
  2. marlon

    marlon Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    il mediatore

    Il mediatore "in termini generali" ha la funzione di:
    1)Ascoltare le parti
    2)trarre delle conclusioni su quanto emerso
    3)proporre un accordo
    4)stilare una relazione sul procedimento svolto
    5)farsi pagare
    6)in caso di mancato accordo tra le parti, mettere a disposizione del Giudice
    la relazione da lui redatta per la risoluzione della controversia.
    Peranto il mediatore non ha potere decisionale ma ha il compito di tentare una "mediazione"
    obbligatoria ed eventualmente preliminare ad un procedimento legale che, ai fini della sentenza, dovrà tener conto anche dell'operato del mediatore.
     
  3. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In poche parole non serve a nulla, se le parti sono :disappunto: ostiche il mediatore non può imporre nessuna decisione, metre in tribunale si, e un modo come un'altro per fare lavorare altre persone e perdere altro tempo per scoragiare i buoni di animo, poi rispondendo alla presatazione durante la malattia, non credo che ci sia una bilancia che possa pesare ciò che uno faccia al proprio genitore, come lui fa quando i figli sono piccoli.:fiore:
     
  4. marlon

    marlon Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    il mediatore...

    Di fronte all'ottusità delle persone il mediatore può ben poco però ciò che lui scrive nella relazione finale viene utilizzata per un eventuale successivo giudizio in tribunale, pertanto non consiglierei alle parti di fare passi molto diversi da quelli consigliati dal conciliatore. Anche perchè chi non dovesse accettare la proposta del conciliatore, se il giudice dovesse ritenerla "congrua" verrà (molto probabilmente) condannato a pagare le spese processuali e verrà obbligato dal Giudice al rispetto di quanto "dovuto" sulle linee generali tracciate dal conciliatore stersso!
    Per quanto riguarda le prestazioni rivolte dai figli verso i genitori anziani... che dire ... se non concordato diversamente con "atti concreti" risulterà una semplice prestazione di volontariato assolutamente gratuita da non portare a vantaggio di una divisione ereditaria!
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina