1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. akillea

    akillea Ospite

    BUONGIORNO,pongo un quesito per fare un pò di chiarezza:vorrei capire se un'amministratore di condominio può,senza avvertire i condòmini stessi,far demolire parti comuni e private come terrazzi e poggioli, perchè da lui ritenute pericolanti,obbligando di conseguenza i proprietari a deliberare per il restauro,io mi sono opposta a far demolire parte della mia terrazza,l'amministratore vuole la liberatoria che non ho fatto,esiste un'assicurazione sul fabbricato che copre eventuali danni dello stesso in caso di distacco dell'intonaco,perchè si obbliga i proprietari ad intervenire di tasca propria?ed è proprio lecito o normativa di legge intervenire da parte dell'amministratore anche sulle parti private degli appartamenti?
     
    A vito logoteto piace questo elemento.
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    si lo puo' fare anche senza l'approvazione in assemblea.
    di solito succede negli stabili molto tenuti male o dopo circa 40 anni dalla costruzione se presentano problemi.
    si tratta della messa in sicurezza. l'amministratore manda un'impresa con gru e gli operai buttano giu' tutto quello che ritengono pericolante anche parti di balconi che sono proprieta' privata.
    se non lo facesse e dovesse cadere qualche piastrellina o intonaco o pezzo di muro dai balconi o dalla facciata o dal tetto, l'amministratore ne risponde in prima persona e poi anche tutto il condominio per cause civili e penali.
    in alcuni casi se in assemblea non si ottiene la maggioranza per la ristrutturazione della facciata, e con il passare degli anni, si presentano dei pericoli, ruggine, instabilita' delle ringhiere, intonaci che scoprono i ferri arrugginiti ...............
    si comincia cosi' e poi quando il palazzo diventa come un gruviera a buchi, si e' costretti, prima o poi, a fare la ristrutturazione straordinaria.
     
    A Antonio Azzaretto, felixgiovanni, Marco Costa e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  3. akillea

    akillea Ospite

    ma allora com'è,io sono proprietario e un'amministratore ha il diritto di intervenire nella mia proprietà e decidere di fare uno scempio del mio appartamento? beh non mi sembra ortodosso,comunque io nella scorsa assemblea insieme ad una minoranza avevamo votato contrari alla sua amministrazione,e poi non capisco c'è un'assicurazione del fabbricato che se cade qualcosa risarcisce, perchè mi si dice che l'amministratore risponde di persona?
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Perchè è così che stanno le cose!

    L' amministratore è il parafulmine che garantisce lo stato e i terzi per tutte le inefficienze anche potenziali che possono verificarsi nelle parti comuni.

    In cambio di questa enorme responsabilità, l' amministratore assume l' enorme potere di agire a nome e per conto del condominio praticamente senza alcun controllo.
     
  5. akillea

    akillea Ospite

    mi si perdoni ma sembra un paradosso,cioè io lo interpreto come :"il condominio è senza controllo?" no, il controllo ce l'ha proprio l'amministratore,è come il gatto che si morde la coda...comunque,posso capire l'intervento sulle parti comuni,ma che uno venga a casa mia a demolire ciò che gli pare a lui dovesse cadere ,uso il condizionale perchè al momento dell'intervento non era caduto ancora nulla)mi sembra assurdo,se questa è la legge è fatta a sproposito....
     
  6. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Appunto! La legge se i condòmini non si organizzano, è assurda.

    L' alternativa esiste, ma è necessario che i condòmini imparino a costruire la propria organizzazione di gestione.
     
  7. akillea

    akillea Ospite

    la ringrazio della risposta,ma non posso far altro che dire che un trentennale di militanza condominiale mi dimostra che lungi dall'organizzazzione tra condòmini,i più appaiono come scolaretti alle prime armi ,incapaci di assumere qualsiasi atteggiamento logico e perspicace,chi per disinteresse,chi per menefreghismo ,e c'è pure chi va alle riunione guardando di continuo l'orologio,o avendo il cellulare che squilla di continuo,nessuno che si addentra sui vari problemi da risolvere,quindi la facoltà di eseguire è appieno all'amministratore,mi consenta di dire che nel mio condominio ho tentato più volte di trovare una collaborazione,con esito negativo,c'è gente che non sa neanche di quello che si parla,pagano se pagano e basta,francamente non condivido ma che ce posso fà?
     
    A CORSO SALVATORE piace questo elemento.
  8. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ringrazia il cielo che sia cosi', se vuoi ti posso invitare in un'assemblea dove si............................sbranano.
    probabilmente non avete tanti problemi perche' ti assicuro quando si tratta di far saltare fuori i soldi di una ristrutturazione straordinaria della facciata................se ne sentono di tutti i colori.............per anni.
     
    A CORSO SALVATORE e kate22 piace questo messaggio.
  9. akillea

    akillea Ospite

    mah guarda ti posso dire che quest'anno abbiamo sborsato 40000 euro solamente per rifare un solaio in un appartamento,della qual cosa non sono stata mai convinta toccasse a tutto il condominio,se anche si vota a sfavore c'è sempre la maggioranza che vince quindi quest'anno ho scucito in tutto 2000 euro solo x il condominio,e il prossimo altro ancora x questa ristrutturazione della messa in sicurezza,e non è mai finita,si avesse almeno un beneficio,paghi il nuovo agli altri e tu rinunci a ristrutturare l'interno e via così.......meglio una capanna, ti assicuro,non ne vale proprio la pena........
     
  10. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    scusami, noi stiamo sborsando 900.000 euro per la ristrutturazione di un palazzo di 7 piani in una zona centrale di milano dopo 6 anni di liti e baruffe di tutti i tipi.
    inoltre dobbiamo a breve cambiare la caldaia da gasolio a metano, altri 80.000 euro. Ed i proprietari sono pochi perche' ognuno ha molti millesimi.
    che devo dire??? Ridiamo per non piangere.
     
  11. gabrcasa

    gabrcasa Nuovo Iscritto

    l’articolo 677 del codice penale prevede che anche persona diversa dal proprietario sia tenuta alla conservazione, manutenzione o riparazione dell’edificio.
    Infatti, l’obbligo giuridico di rimuovere il pericolo derivante dalla minacciante rovina di parti comuni della costruzione incombe sull’amministratore, pur potendo esso risorgere in via autonoma a carico dei singoli condomini qualora, per cause accidentali (ad esempio: indisponibilità dei fondi necessari o rifiuto dei condomini di contribuire alla costituzione del fondo spese occorrente), l’amministratore non possa adoperarsi allo scopo suindicato con la necessaria urgenza.
    Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9027 del 25 febbraio 2003, precisando che l’amministratore ha l’obbligo giuridico di attivarsi senza indugio per la eliminazione delle situazioni potenzialmente idonee a cagionare la violazione della regola del neminem laedere, informando i condomini nella prima assemblea successiva.
    L'assicurazione dello stabile è per natura una polizza che risarcisce eventi aleatori e non prevedibili. Lo stato di conservazione di un immobile se pessimo e se noto ai condomini non è un evento aleatorio e l'assicurazione potrebbe anche risarcire i danni per poi rivalersi sui singoli condomini.
     
    A CORSO SALVATORE piace questo elemento.
  12. akillea

    akillea Ospite

    ...bisognerebbe stabilire cosa si intende per stato pessimo del manufatto,nel caso del mio condominio sono state demolite parti che ancora non si erano staccate,e non è certo un rudere, sappiamo che coi se o ma ci si può condannare a fasciarsi la testa prima di subire il danno, in secondo luogo,vorrei capire perchè si citano le sentenze di cassazione,quando , espresse in assemblea condominiale come ho fatto tramite lettura,viene risposto che le medesime servono solamente al caso specifico per il quale sono state applicate.....

    Aggiunto dopo 32 minuti :

    chiedo venia,ho dimenticato di scrivere che ho messo in vendita l'appartamento,in parte esasperata da questa situazione,ma ovviamente la gente appena vede la facciata ridotta così,fa dietrofront e non entra dal cancello,ora,non è un danno che lo stesso ammin reca a me stessa? è passato un'anno e mezzo dalle demolizioni e l'assemblea dei condòmini deve ancora deliberare per il restauro! figuriamoci,ma cmq devo o posso astenermi dal firmare una liberatoria?
     
  13. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ti capisco, e' autentica sfortuna, non puoi vendere perche' il palazzo e' un colabrodo e lo diventera' sempre piu' ogni anno.
    e' giustissimo che l'amministratore faccia la messa in sicurezza, non puo' soffermarsi solo sui tuoi interessi di vendere.
    comunque se l'amministratore ha deciso cosi' significa che la facciata era inguardabile e pericolosa anche un anno e mezzo fa e quindi avresti fatto fatica a vendere anche prima.
    cosa puoi fare??? Solo sperare che la maggioranza deliberi in assemblea per la facciata e quando e' finita, vendere subito.
     
    A CORSO SALVATORE piace questo elemento.
  14. akillea

    akillea Ospite

    mmmhhhhh....tenendo sempre presente comunque che qualsiasi punto di vista è diverso da persona a persona,quindi , dove un'amministratore decide di demolire, per un'altro può essere diversa l'opinione e tenendo a mente che costoro non si muovono mai senza un ritorno economico faccio 2+2:???:
     
    A CORSO SALVATORE piace questo elemento.
  15. gabrcasa

    gabrcasa Nuovo Iscritto

    la via più semplice per constatare cosa c'è da proteggere e cosa da demolire la si può avere o richiedendo l'intervento di una pattuglia di VV. F. o della polizia edilizia locale sett. edilizia pericolante. Il fatto che poi a te possa sembrare sana una parte non vuol dire che lo è. Potrebbe essere apparantemente sana e con piccole vibrazioni o colpi venrire via. Lo stesso fatto che viene a vedere il tuo appartamento in vendita lo giudichi non bene parla da solo. L'amministratore potrebbe anche richiedere il diretto intervento dei VV.F. ma lo sconsiglio perchè demolirebbero più del necessario.
     
    A acquirente e CORSO SALVATORE piace questo messaggio.
  16. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto



    :daccordo::daccordo::daccordo::daccordo:
     
    A gabrcasa piace questo elemento.
  17. akillea

    akillea Ospite

    fatto sta che nessuno mi risponde se devo firmare o meno la liberatoria x l'amministratore,e va bene,ognuno si curi il proprio caseggiato,rogne ne esistono su tutti,si farà fronte finchè si potrà,e siccome ci si deve assoggettare a leggi ingiuste e prevaricazioni sulla ns proprietà,sguazziamoci dentro,mai sentito che qualcosa funzioni. saluti
     
  18. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    scusa................hai ragione. la liberatoria che dovresti firmare e' per sollevare l'amministratore delle conseguenze????
    Comunque liberatoria o meno significa poco..............anzi niente.
    l'assemblea e' l'unica certezza ed il voto della maggioranza e' l'unica cosa che conta.
    se non ci riuscite ad approvare la ristrutturazione e accadano dei danni a persone o cose, pagano tutti i condomini, sia chi ha votato si, sia chi ha votato no.
    ciao
     
  19. gabrcasa

    gabrcasa Nuovo Iscritto

    Non è proprio così. Se durante una seduta assembleare non si riesce a raggiungere la maggioranza per deliberare i lavori di ristrutturazione, l'amministratore ha il dovere di trasmettere l'esito dell'assemblea al settore edilizia pericolante del Comune che nel caso di non avvenuto spicconamento, produce immediata ordinanza comunale per i lavori urgenti. Civilmente, ci sono alcune sentenze, la responsabilità può essere ascritta solo ai dissenzienti.
     
  20. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Un attimo............................l'amministratore deve avvertire il comune se il palazzo e' veramente molto molto pericolante ma lo potrebbe fare anche un qualsiasi inquilino o passante della strada.
    qui stiamo parlando di fatti non cosi' estremamente gravi.
    di una facciata brutta, che ha bisogno di una messa in sicurezza probabilmente ma ce ne corre al disastro incombente.
    se la ristrutturazione non passa in assemblea....................perche' non ha la maggioranza, se non si presenta un pericolo immediato e concreto, l'amministratore NON avverte il comune.
    e se non ha la maggioranza, l'amministratore comincia a fare la messa in sicurezza sempre che ce ne sia veramente bisogno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina