1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jonfena

    jonfena Membro Ordinario

    È regolare convocare un'assemblea di condominio attraverso un messaggio mail (non PEC) con 8 giorni di anticipo rispetto alla data dell'assemblea? So che la convocazione deve essere fatta per raccomandata, se questo non viene fatto, l'assemblea e le delibere che ne derivano, risultano nulle? Come comportarsi per essere illegalmente irreprensibili?
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Sì, a tutt'oggi è regolare.
    Dal 18 giugno 2013, entrata in vigore della legge 220/2012, invece dovrà essere rispettato il seguente disposto:
    Art. 20.

    1. All'articolo 66 delle disposizioni per l'attuazione del codice civile e disposizioni transitorie, il terzo comma è sostituito dai seguenti:
    «L'avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell'ordine del giorno, deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l'adunanza in prima convocazione, a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, e deve contenere l'indicazione del luogo e dell'ora della riunione. In caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto, la deliberazione assembleare e' annullabile ai sensi dell'articolo 1137 del codice su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati
    .
     
    A condobip piace questo elemento.
  3. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Oggi è regolare come dice Dolly, se non ci sono contestazioni, ma in caso d'impugnazione per mancato avviso sarà difficile per il condominio dimostrare la ricezione, per cui è meglio inviare una raccomandata postale oppure consegnata a mano con firma per ricevuta, così da dimostrare la convocazione.
    Dal prossimo 18 giugno c.a., le cose cambieranno.
     
    A dolly piace questo elemento.
  4. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

  5. jonfena

    jonfena Membro Ordinario

    Grazie a tutti delle risposte. Lasciamo stare quello che accadrà dal prossimo 18 giugno. A oggi (sono in forte contenzioso con l'amministratore che pretende dei pagamenti in nero, supportato da una cricca di condomini e da se stesso, che ha ben 4 appartamenti su 10 nel condominio che amministra) è regolare che lui convochi l'assemblea così? Se io non ricevo la convocazione l'assemblea risulta comunque valida? O posso impugnare la cosa chiedendo di convocare l'assemblea per raccomandata? Grazie mille a tutti
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A parte il fatto che le spese non possono essere in NERO (quì non ci piove), ma documentate con fatture e/o ricevute fiscali, la convocazione mail è regolare se tu ti presenti all'assemblea anche per delega.
    Nel caso non lo fai potrai impugnare il deliberato, perchè il condominio nella persona dell'amministratore dovrà dimostrare l'avvenuta consegna a te, ma non essendoci nessun riscontro (firma) da parte tua, sarà molto difficile.
    Ma nulla vieta che la/le delibere siano riproposte in una successiva assemblea convocata con lettera raccomandata, ed approvate così in maniera regolare (fatto salvo l'evasione fiscale che è irregolare).
    In fin dei conti l'eventuale tua impugnazione avrà esito positivo per te, ma purtroppo per te sarà una vittoria inutile, salvo l'amministratore non insista con il pagamento in nero, fiscalmente irregolare.
    Per cui ti consiglierei di non versare le quote se non dimostrate con fatture e/o ricevute regolari, avvisando l'amministratore che contatterai la Guardia di Finanza con un esposto se continuerà a chiederti dei compensi per il condominio non fiscalmente dimostrabili.
     
  7. jonfena

    jonfena Membro Ordinario

    Ok, grazie mille. Come condomino ho diritto di chiede di veder le fatture? Posso chiederne una copia o devo recarmi nello studio dell'amministratore a visionarle? Lo chiedo perché si tratta di un appartamento a un centinaio di km dalla mia residenza e vorrei chiedere che mi venisse spedita la documentazione, mi è impossibile fare 100 km per vedere le fatture! L'amministratore è obbligato a esibirmi la documentazione o può rifiutarsi?
     
  8. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    L'amministratore è obbligato, ti farà pagare qualcosa per le fotocopie e la spedizione. Di solito comunque gli amministratori nel redigere il bilancio dell'anno, scrivono numero, data e importo delle diverse fatture (oltre naturalmente al nome della ditta). Poi tu puoi chiederne copia. Anch'io ritengo che tu debba pagare solo le somme che figurano nero su bianco nel bilancio: a parte l'evasione fiscale, un domani che ci fosse un contenzioso, solo i bonifici con relativa pezza d'appoggio contano

    Stampati gli articoli del codice sul condominio: lì c'è tutto sui tuoi diritti e i tuoi doveri (e quelli dell'amministratore)
     
  9. jonfena

    jonfena Membro Ordinario

    Grazie mille Elisabetta! Dove trovo gli articoli sul codice del condominio, hai un link? Mi avete inviato quelli del nuovo codice ma non sono ancora in vigore, purtroppo!
     
  10. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Scaricati allora questo

    Del condominio negli edifici

    C'è già il testo nuovo, ma, per ogni articolo, in nota è riportato il vecchio testo, quello attualmente in vigore
    Ci sono pure i link alle sentenze per le controversie più usuali.

    Tieni cono che non tutto è negli articoli del Codice, ma alcune cose sono nelle disposizioni (credo ci siano comunque anche in fondo al Codice nel sito di Altalex).

    Prima della parte relativa al condominio, nel Codice c'è la parte della "Comunione in generale" dove trovi le definizioni principali e i concetti generali. Comunque al link che ti ho dato c'è proprio tutto il codice. Buona lettura...
     
  11. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Scusa, aggiungo questo al post che ho appena mandato. Ormai io mi rifaccio al nuovo codice perchè ho letto da qualche parte che nel transitorio non possono essere assunte delibere che contrastino con le nuove regole. Per questo nella mia mente le vecchie regole le ho rimosse. (Purtroppo non ricordo più dove l'avevo letto...)
    Però certo, per te che hai problemi adesso, vale il vecchio.
    Ciao
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  13. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Aggiungo anche gli articoli delle disposizione di attuazione del Codice Civile;

    Art. 155

    Le disposizioni concernenti la revisione dei regolamenti di condominio e la trascrizione di essi (Cod. Civ. 1138) si applicano anche ai regolamenti formati prima del 28 ottobre 1941.

    Cessano di avere effetto le disposizioni dei regolamenti di condominio che siano contrarie alle norme richiamate nell'ultimo comma dell'art. 1138 del codice e nell'art. 72 di queste disposizioni.

    Art. 156

    I condomini costituiti in forma di società cooperativa possono conservare tale forma di amministrazione.

    Ai rapporti di condominio negli edifici di cooperative edilizie le quali godono del contributo dello Stato nel pagamento degli interessi sui mutui si applicano le disposizioni delle leggi speciali.


    Mi auguro di non aver dimenticato nulla.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina