1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. aurosat

    aurosat Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Intendo ristrutturare l'appartamento, ma senza modifiche strutturali: rifacimento pavimentazione, rifacimento impianto idrico cucina e bagno, ammodernamento impianto elettrico (non nuove canaline, ma solo sostituzione dei cavi), coibentazione del soffitto stanza da letto, deumidificazione delle pareti, ritinteggiatura pareti. Insomma un intervento di manutenzione straordinaria, visto che l'ultima manutenzione la feci circa 20 anni fa.
    Prendendo la pianta dell'appartamento, recuperata nei documenti d'acquisto del medesimo (atto notarile dell'ottobre 1978), mi sono accorto che pur corrispondendo la cubatura e la metratura ai dati originali, la dislocazione delle pareti divisorie (non quelle maestre) è diversa rispetto a quanto riportato in quella pianta.
    Approfittando di questi lavori è il caso che presenti al Catasto la nuova pianta dell'appartamento così come è oggi? E' un atto che deve fare uno Studio Tecnico abilitato? Quanto può costare?
    Grazie,
    Augusto Rosati
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ti servirebbe soprattutto se tu dovessi vendere casa.
    il costo e' mediamente sui 1.000 euro e lo deve fare un tecnico abilitato.
     
  3. aurosat

    aurosat Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie davvero!
    Augusto
     
  4. Stefano Mariano

    Stefano Mariano Membro dello Staff

    Confermo quanto detto da Acquirente e aggiungo che se vuoi essere in regola con le normative, in sede di opere di manutenzione straordinaria (ristrutturazione, impianto elettrico a norma, ecc.) dovresti anche farti fare il certificato energetico. Perciò, le pratiche sono: comunicazione di lavori con variazione della disposizione interna (già eseguite e/o da realizzare) variazione all'Agenzia del Territorio (ex Catasto) e certificazione energetica, il tutto dev'essere realizzato da un tecnico (geom. arch. o ing.), possibilmente di tua fiducia che verifichi anche l'esecuzione dei lavori da eseguire.
     
  5. aurosat

    aurosat Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ringrazio davvero per i preziosi consigli. Seguirò alla lettera le Vs. indicazioni.
    Augusto Rosati
     
  6. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ricordo, come tra l'altro ha già fatto intendere Stefano Mariano nel suo post n°4
    che la conformità dello stato attuale dell'immobile deve corrispondere non solo con la documentazione catastale, ma anche (e direi io soprattutto) con i titoli abilitativi depositati presso gli archivi comunali.

    Mi sento quindi di avallare in pieno quanto consigliato da Stefano Mariano.:daccordo:
     
    A Stefano Mariano piace questo elemento.
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    aggiungo che A.C.E. deve essere certificata da tecnico abilitato ciao:daccordo:
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Confermo :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina