1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Colombo

    Colombo Nuovo Iscritto

    posseggo un bilocale in un residence di 24 unità immobiliari, (piano terra con giardino privato, sul davanti e sul retro; primo piano con terrazzone solo davanti), io sono a piano terra. Il residence ha 3 anni.
    I condomini del primo piano vorrebbero fare dei balconi sul retro, compromettendo la facciata, la struttura portante dell'edificio e togliendo luminosità al mio appartamento e soprattutto sporgerebbero sulla mia proprietà; per cui dovrei dare la servitù di passaggio al mio giardino privato nel caso dovesse cadere qualcosa dal loro balcone (... per non parlare di quando dovranno pulire i balconi ... arriverà giù di tutto). Poi ci saranno anche problemi legati allo stillicidio, i famosi baffi neri dati dalle intemperie; ed inoltre, le spese di manutenzione, che saranno anche a carico mio (per la mia quota).
    Ora, l'amministratore vuole portare a votazione questa "modifica", (secondo me di parti private), con votazione a maggioranza.
    Chiedo: ma l'amministratore non dovrebbe mettere in discussione e a votazione un'opera sostanziale di questo genere all'Unanimità ?!?
    .. e poi: l'amministratore dovrebbe amministrare le parti comuni non le parti private, tutt'al più, si potrebbe incaricare o interessare l'amministratore per sbrigare le faccende burocratiche attinenti alla realizzazione dell'opera e non amministrare le parti private dei singoli condomini !? Giusto ?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ovviamente non è facile cogliere l'esatta situazione, ma a mio parere è diritto di ogni condomino fare delle modifiche sulle parti condominiali in proiezione della sua unità, quindi finestre. Invece, tu dovresti battere per opporti e difendere il tuo diritto sulla parte scoperta retrostante, infatti le finestre non hanno diritto di vista sul tuo scoperto e quindi violerebbero il tuo diritto di privacy.
     
    A Colombo piace questo elemento.
  3. Colombo

    Colombo Nuovo Iscritto

    Potrei appellarmi al fatto che il balcone che verrebbe costruito (sporgenza 100/120 cm, lunghezza 5 mt.), toglierebbe luce al mio appartamento ed inoltre, visto che il balcone in questione, per me che sto sotto, viene considerato un tetto, e per l'eventuale manutenzione sono tenuto a partecipare alle spese ... ?!? (io altri soldi da spendere non ne ho)
     
  4. Colombo

    Colombo Nuovo Iscritto

    ...Mi sta bene se un condomino vuole aprire una finestra sulla sua unità per avere più luce, o areazione ecc. ecc., ma il condomino del primo piano la finestra ce l'ha già, adesso vuole realizzare il balcone accessibile da quella finestra; tenendo presente che il progetto presentato in assemblea prevede un balcone di 5 mt. di lunghezza e 100/120 cm. di sporgenza.
    Quindi andrebbe a ledere la parte sottostante (in questo caso la mia), togliendo luce al mio appartamento, 1°, in secondo luogo dovrei/mmo concedere la servitù di passaggio, perchè questo problema l'hanno anche i miei vicini del piano terra. Per non parlare, poi, dello stillicidio: se una facciata pulita liscia, senza proiezioni (balconi) si deve rifare ogni 20/30 anni, figuriamoci con tutta una balconata, per di più realizzata successivamente alla costruzione del condominio. Dico male ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina