1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. La morosità degli inquilini è un fenomeno in crescita, in parte a causa della perdurante crisi economica. E' noto il fatto che tale morosità viene affrontata e risolta nell'ambito civile. Mi domando, tuttavia, se ci sono casi, come potrebbe essere la durata della morosità, in cui la morosità stessa è un reato (in quanto riconducibile, ad esempio, all'appropriazione indebita).
    Voi che cosa ne pensate?
    Grazie.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L' appropriazione indebita è cosa diversa.
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    La durata non muta la natura dell'inadempienza. Sempre e solo rilevanza civile.Per la rilevanza penale ci vuol altro (truffa ad esempio)
     
  4. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    l'appropriazione indebita è un reato di altra natura, tuttavia in questo momento storico poco roseo per i proprietari di casa, sta prendendo piede un fenomeno detto "morosità incolpevole" che non giustifica lo sfratto ma quantomeno distingue le categorie di inquilini morosi tra quelli disonesti, che ciurlano nel manico e quelli onesti che magari sono incappati nella disgrazia di un licenziamento improvviso e quindi purtroppo rimasti senza reddito.
    Per quest ultima categoria , lo Stato ultimamente si è mostrato magnanimo assegnando ai comuni sui pertinenti capitoli di spesa risorse ad hoc per sopperire, parzialmente e limitatamente alle risorse disponibili la morosità di inquilini colpiti da morosità incolpevole.
     
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sta bene tale intervento...pro inquilini...Vi chiedo: perchè non estenderlo anche ai locatori??? Esonerandoli dal pagamento delle imposte nel caso di rinunzia allo sfratto giudiziario???qpq.
     
    A pesco e AZALEA piace questo messaggio.
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Attenzione a questa proposta. Potresti ritrovarti (l'appetito vien mangiando) requisito l'alloggio per darlo ad una famiglia di profughi insieme con il box, da adibire a ricovero del barcone (rimessaggio). Non solo, infatti avendo tu il Codice Fiscale devi intestarti le utenze, per non incorrere nel reato di 'esercizio arbitrario delle proprie ragioni'.
    Molti politici non a caso non hanno casa (guardate sul web le loro dichiarazioni), ma solo l'utilitaria (valore inferiore a quello del Rolex), risultando residenti in hotel a 5 Stelle.
     
  7. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    se il conduttore già alla sottoscrizione del contratto sa che non pagherà, secondo me è insolvenza fraudolenta
     
    A ingros76 piace questo elemento.
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I magistrati e anche il Fisco quando vogliono ricorrono agli effetti pratici che i comportamenti anomali determinano e quindi con la frase o similare " realizzano di fatto..." ecc...ecc...forzano il rigoroso contenuto letterale della legge. Nel nostro caso l'inquilino moroso "realizza" un possesso indebito dell'immobile espropiandolo sia pure temporaneamente al locatore. Il ricorso alla titolazione diversa non fa altro che aumentare le procedure
    concretizzando quel groviglio che vado postando da tempo su Propit con il ritorno per le casse dei professionisti e in ultima analisi per quelle dello Stato. Se le varie titolazioni venissero tutte
    assimilate agli identici effetti pratici che producono si avrebbe maggiore snellezza e minori costi per i cittadini. Ma per l'enorme numero fuori misura proporzionale degli avvocati ( che amo e rispetto) non sarà mai possibile fino a quando non si adotterà temporaneamente un numero chiuso e ridottissimo per il percorso universitario. Comunque non posso e non voglio dimostrare tale correlazione. E' soltanto un cattivo pensiero...(Andreotti docet...)...
    questo non significa che io "sia" cattivo...a proposito dell'incompetente affibiato in un altro post all'amministratore
    condominiale. Se non è qui è quo e se non è nessuno dei due è
    Quiproquo.
     
  9. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Scusa, non ho capito che cosa proponi di fare (o che qualcuno faccia).
    Sii fluido come quando componi, se componi. Quando ti scomponi è un disastro.
     
    A pesco piace questo elemento.
  10. pesco

    pesco Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Vuoi dire che a guadagnare sono solo gli avvocati e lo stato. Che tristezza!!!!!!!!!!!!!!
     
  11. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non solo loro...vi è un indotto proporzionato alla sproporzione che
    i due rappresentano...Indotto, impossibile da quantificare. qpq.
     
    A tuonoblu e pesco piace questo messaggio.
  12. merlo

    merlo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io insisto per l'anagrafe dei morosi gestite da tutte le agenzie immobiliari di ogni provincia.
    Da noi nel Veneto già qualcosa si sta facendo in questo senso.
    In questo modo quando uno ha fatto il moroso entra nell'elenco e ha finito di fare il furbo.
    Si lo so..... qualcuno dirà che questa cosa non si puo fare.
    Merlo
     
    A ingros76, tuonoblu e pesco piace questo elemento.
  13. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sarebbe un ottima soluzione :ok:per smascherare i fatidici furbi e disonesti che nascondendosi dietro un regolare contratto di locazione riesco a sfruttare la morosità a proprio vantaggio e ovviamente a spese dei disgraziati proprietari che incappano in un inquilino moroso:disappunto::disappunto:.
     
  14. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In effetti la definizione di quanto richiamato è chiara e anche a mio avviso un siffatto comportamento ne rientra appieno. Tuttavia all'atto pratico dubito che gli addetti ai lavori cambino la loro tutela a prescindere nei confronti dei conduttori anche se truffatori incalliti. Anche la legge delle locazioni in relazione alla concessione del termine di grazia è chiara, ma nella pratica viene concesso in ogni caso ed ai massimi livelli. Pensa io ho avuto a che fare con un IMP (inquilino moroso professionista) da 7 sfratti in 11 anni ciò come da certificato di residenza storico e precedenti locatori portati in udienza. Il soggetto con stile di vita che rasenta l'agiatezza è stato tutelato al massimo livello, e quindi "sollecitato" a ripetere il modus operandi presso altro locatore ...
     
  15. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Beh come non essere d'accordo, esiste quasi ovunque si pensi al settore del credito (banche dati crif e similari) e di recente introduzione in quello energetico (morosità legata al C.F. e non più al singolo contratto mediante il CMOR). Nel settore immobiliare, no, nemmeno se il moroso ha reiterato per 10 volte. Quali sono i motivi della mancata introduzione? Qualche spunto. Rappresentanti che dormono un sonno profondo? Economia che gira quando il proprietario ha rogne ? Percezione di agiatezza del proprietario e precarietà del conduttore, sempre e comunque ? Debiti elettorali ? Altro ....
     
  16. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, altro.
    1. Totale incapacità di far rispettare le regole quando ad essere danneggiato è un privato (il locatore).
    2. Blocco della costruzione di case popolari.
     
  17. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma dai:disappunto::disappunto:roba da non crederci!
    Queste persone andrebbero marcate a vista e tenute ai margini della società poichè non sono degne di farne parte.
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è cattiva l'idea del CMOR. Però è di difficile attuazione per le locazioni perché i locatori sono tante monadi che non comunicano tra di loro e non si spalleggiano. E allora: divide et impera.
     
    A tuonoblu piace questo elemento.
  19. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Così gli Stati Uniti tutelano la proprietà
    di Corrado Sforza Fogliani*
    Ecco le tutele di cui godono, negli Stati Uniti, i proprietari nel momento in cui concedono il loro immobile in locazione. Prendendo ad esempio i casi di New York e Miami (i luoghi di maggior interesse per gli investitori italiani), le locali leggi prevedono essenzialmente due categorie di persone cui poter affittare: i “Section 8 tenants” e i “Non Section 8 tenants”. La prima categoria è rappresentata dagli indigenti: soggetti che difficilmente potrebbero permettersi di pagare un canone di locazione e che, per questo, sono inseriti in apposite liste nell’ambito del cosiddetto programma “Section 8”. Per questa categoria lo Stato concorre al pagamento dell’affitto, di norma, per l’80% dell’importo complessivo (ma in alcuni casi è prevista “la copertura totale della pigione”), con la conseguente “garanzia assoluta” per i locatori di riscuotere tutti i canoni. Per coloro che non rientrano, invece, in questo speciale programma (quindi i “Non Section 8 tenants” la locazione ai quali consente, in media, di ricevere canoni maggiori rispetto all’affitto agli indigenti), è da evidenziare che esistono lo stesso validi strumenti per avere una certa “sicurezza di incassare regolarmente l’affitto”. Prima di consegnare le chiavi all’inquilino, infatti, c’è la possibilità di controllarne, presso un apposito ente, il cosiddetto “credit score”, cioè la solidità finanziaria, ivi comprese le eventuali segnalazioni negative dovute a trascorsi di morosità. La procedura di sfratto, poi, “richiede tempi brevissimi”: non solo si esaurisce in una giornata ma l’inquilino moroso “ha un massimo di 30 giorni per saldare il dovuto, alla scadenza dei quali lo sfratto diventa esecutivo, senza nessun tipo di eccezione e con una spesa di poche centinaia di dollari”. *presidente Centro studi Confedilizia inserito in data 4.6.201
     
    A tuonoblu piace questo elemento.
  20. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Una prassi del genere avvantaggerebbe, al di la dei contributi, in primis la parte conduttrice, essenzialmente per l'incremento dell'offerta locatizia e relative conseguenze... In Italia con le condizioni attuali la concessione di una locazione privata specialmente per i cosiddetti poco solvibili è sempre più una chimera. Il proprietario che ha avuto a che fare con una sfratto per morosità dubito che possa rimettere in locazione il suo immobile a "cuor leggero". Del resto ciò è una conseguenza di una regola generale secondo cui lo squilibrio abnorme di tutele tra due parti nel lungo periodo danneggia proprio la parte più tutelata, mercato del lavoro docet.
     
    A tuonoblu piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina