1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. annita

    annita Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti! Sto valutando se fare una proposta di acquisto per un appartamento in condominio, piano terra con giardino. Ci siammo accorti già alla prima visita che il muro perimetrale del giardino, che confina con il vialetto di accesso ai box è inclinato, e probabilmente ciò è dovuto a una piantumazione eccessiva o sbagliata fatta dal proprietario precedente, per cui le radici di questi alberi stanno sostanzialmente spostando e spaccando il muro.
    Credo che per ripristinare una situazione corretta sia necessario abbattere il muro che c'è ora, togliere la terra e gli alberi che sono piantati attualmente, ricostituire un nuovo fondo per ripristinare il giardino e poi rifare il muro.
    Questo è parso a me da profana...
    Vorrei capire da qualche esperto se è questo sarebbe il modo giusto di procedere e soprattutto che ordine di spesa comporterebbe un lavoro del genere, per tenerne conto nel formulare la proposta.
    Preciso che il giardino sarà di circa 70-80 mq, e che vi sono piantai circa una decina di alberelli piccolini, altezza 1,50-2mt (hanno le foglie tipo abete ma non so che specie sia!), un mandarino alto circa 3 mt e un altro albero che non so descrivere e che in altezza raggiungerà i 7-8 mt.
    Inoltre queste spese spetterebbero tutte a me come nuovo proprietario o in parte anche al condominio, trattandosi di muro perimetrale con zona condominiale? (Non so se devo inserire la discussione anche in altra area per approfondire questo aspetto).
    Grazie in anticipo a chi potrà aiutarmi a fare un po' di chiarezza!
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dunque, chiarito che una consulenza senza prendere visione è assai difficile. Le piante che descrivi, 1,5/2 m alte, non sembrano poter essere la causa del sollevamento, le radici non superano mai lo sviluppo della chioma. Il muro potrebbe essere stato alzato da vecchie radici, se lì vi erano piante ora tagliate, o da un cedimento, una qualche causa che non mi è dato di sapere. Di rilevante è che se il muretto è condominiale o comunque parzialmente condominiale, le spese sono da ripartire. Un colloquio con l'amministratore potrebbe illuminarti. Non è detto che il condominio deliberi le opere subito, forse toccherà attendere che sia pericolante e pericoloso per la collettività. Comunque, non so quanti metri siano, ma sono opere che non costano poi molto. Sul chiedere uno sconto, pratica sempre efficace, se la casa non è nuova, in genere viene venduta "vista e piaciuta, nello stato di fatto" e quindi con queste anomalie. Quindi non escludo, nemmeno, che il muretto divisorio, sia stato realizzato senza delle fondamenta di 30/40 cm e che quindi sia un muretto molto precario.
    Valuta bene di chi è, se regolarmente autorizzato e se del caso, il suo rifacimento, non dovrebbe costarti molto.
     
  3. annita

    annita Nuovo Iscritto

    Grazie, avevo già pensato di rivolgermi all'amministratore, se e quando riuscirò ad avere informazioni più dettagliate magari le aggiungerò!
     
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Nel quadro di una trattativa con il venditore le parti sono libere di formulare proposte e di accettarle o meno.
    Ovviamente prima di formulare qualsiasi proposta è consigliabile fare i dovuti accertamenti sul bene che si vorrebbe trattare.
    Per il resto è difficile valutare senza vedere lo stato di fatto dell'immobile compreso il muro di cui è incerta la proprietà.
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:
     
  5. annita

    annita Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti! In una seconda visita all'appartamento siamo riusciti a stabilire che molto probabilmente il muretto è stato quasi divelto dalle radici di un pino, già tagliato, la cui base del tronco è ancora visibile nel giardino. L'altro albero grande, altezza 7-8 metri, dovrebbe essere una magnolia, e non so se a livello di radici può avere anch'esso responsabilità. E' chiaro che i lavori richiesti per la sistemazione del giardino, così come per l'eventuale rimozione dell'albero, ricadono interamente sul futuro proprietario, e vanno preventivati con un sopralluogo.
    Considerando che l'appartamento è completamente da ristrutturare sarebbe opportuno anche sistemare questi altri inconvenienti, per cui chiedevo qualche lume sull'ordine di spesa, perchè oltre al costo della casa dovremmo considerare il budget delle spese di ristrutturazione e a questo punto anche del giardino e del muretto, quindi capire se si tratta ad es. di 5000 euro piuttosto che di 20000 (ho sparato cifre a caso!), per noi può fare la differenza!

    Per il resto è difficile valutare senza vedere lo stato di fatto dell'immobile compreso il muro di cui è incerta la proprietà.
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:[/QUOTE]

    Come si determina la proprietà del muro? Io ho dato per scontato che dividendo la proprietà privata dal vialetto condominiale da cui si accede ai locali box la percentuale di proprietà si calcolasse in base a questo...Ci sono casistiche differenti?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina