1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giadaNKG

    giadaNKG Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera,
    avrei bisogno di sapere se la strada che stiamo seguendo è quella giusta o meno.
    Sono ovviamente alle prese con l'acquisto di una casa (abbiamo firmato ieri il compromesso) e avremo il rogito a settembre. Il mutuo lo abbiamo chiesto con CR Firenze (mutuo più ristrutturazione).
    Siamo venuti a conoscenza, solo alla stipula del compromesso, che sull'appartamento vi è già un'ipoteca. Abbiamo chiesto alla banca/notaio/agenti immobiliari e tutti ci hanno detto che non ci sono problemi, sono cose che succedono spesso e facilmente risolvibili.
    Bene...ieri al compromesso abbiamo scritto che il venditore avrà la liquidità con un mandato irrevocabile di pagamento. Il notaio ha spiegato al venditore che il giorno dell'atto lui non avrà nulla ma i soldi li avrà dopo una 20ina di giorni (causa consolidamento dell'ipoteca). E che ovviamente una parte dei soldi andranno alla banca per estinguere il mutuo ipotecario e una parte a lui. Lui ha firmato e accettato.
    Stamane mando una mail alla consulente della banca che ci segue per confermare la data del rogito (che avverrà il 13 settembre) e mi risponde "Data la tipologia dell’atto sarà necessario fare il primo atto per erogazione e quietanza della somma necessaria all’acquisto dopo almeno 11 giorni dall’atto preliminare del 13, cominciate dunque a prendere anche il secondo appuntamento con il notaio".
    Sinceramente sono caduta dalle nuvole e sono andata in banca per chiedere informazioni. Mi spiega che si fa così, che è un'operazione che permette l'effettivo rilascio della liquidità (spero di essermi saputa spiegare).
    Qui entra in gioco poi l'ipoteca già presente sulla casa e...apriti cielo.
    Mi spiega che la banca non intende accendere un altro mutuo se non viene estinto prima l'altro perchè si parlerebbe di mutuo di 2 grado e la banca non lo accetta. Quindi al momento del rogito, verrà fatto un prefinanziamento della somma necessaria (con tanto di interessi) per estinguere il mutuo del venditore (sono necessari 12 giorni) e solo dopo potrà partire il mandato irrevocabile di pagamento.
    Ora io mi chiedo...ma il giorno del rogito (il 13 settembre) io entro in pieno possesso della casa? Posso dichiararmi proprietaria dell'immobile? Il venditore quando vedrà questi soldi?
    Grazie per la disponibilità
    Giada
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dipenderà tutto se il compratore è disposto ad accettare tutti i "disagi" cui lo sottoponi.

    Armati di pazienza e spiega tutto quel che ti ha riferito la banca.
    Trovo disdicevole che non ti abbiano computamente informato prima ...ma forse qualche colpa l'hai pure tu e possiamo giudicare basandoci solo sul tuo racconto.

    Era il caso che avessi vagliato anche altri istituti (non tutti hanno le stesse metodiche/soluzioni).
     
  3. giadaNKG

    giadaNKG Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Io credo che il compratore non abbia problemi, fino ad ora non è che non ha visto nulla. Ha comunque già 30 mila euro che gli abbiamo dato noi (dato che abbiamo chiesto l'80% della somma totale).
    Su altre banche non c'era soluzione... l'unica che fa mutuo+ristrutturazione è la CR. Le altre o devono aprire due mutui, o davano solo una piccola percentuale...alla fine non avevamo scelta.
    Più che colpe mie direi dell'agenzia immobiliare che non ci ha detto dell'esistenza di questa ipoteca...a saperlo prima ci saremo mossi prima. E direi anche il notaio ci ha messo il suo... lui avrebbe fatto due mandati irrevocabili direttamente (uno per saldare l'ipoteca e uno per pagare il venditore), senza sapere che la CR non intende accendere un ipoteca di 2 grado...e con questa banca ci lavora tutti i giorni (soprattutto con questa nostra banca). Mai possibile che mi devo preoccupare io che banca e notaio non si parlino o meglio che non si parlino come si deve?
    Personalmente non credo di avere colpe...
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si tratta di "colpe" in senso relativo (nessuna "pena" ti viene imposta)...ma non puoi dire di non averne visto che quando compri da un privato un immobile (relativamente nuovo o posseduto da poco) è"automatico" prevedere ed accertare la presenza di mutui che al 99,9% includono ipoteca.
    Quanto al tuo pensiero che l'acquirente non abbia "disagi" devi metterti nei suoi panni ed immaginare di essere al suo posto: onestamente non avresti nulla da contestare?
    Dal tuo resoconto non è chiaro se lui debba ricevere i soldi entro i 20 gg spiegati dal Notaio oppure adesso vi sia ulteriore dilazione.
    Ovvio questi "disagi" per lui non esistono se intendevi dire che solo tu, come cokpratore, subirai maggiori costi.

    Per lo specifico della questione che poni non vi è nulla da dire: non ti hanno dato alternative e dici non ne hai cercate /trovate ...o accetti la minestra o salti dalla finestra.
     
    Ultima modifica: 20 Luglio 2018
  5. giadaNKG

    giadaNKG Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Io avrei mille cose da contestare, infatti mi sto preoccupando anche per il venditore (e quindi di riflesso per me) dato che non mi starebbe bene tutti questo ritardo nel pagamento.
    Ma come facevo a prevedere l'esistenza di un mutuo ipotecario sulla casa? È la nostra prima casa... L'agenzia che ci segue non ce ne ha messo a conoscenza, la banca non ha fatto visure ipotecarie, cosa che giustamente tocca al notaio farle. In tutto questo il notaio vuole fare tutto il giorno del rogito. Io ho avvisato chi segue il venditore che questo sarà l'iter che si seguirà... Ora io mi incavolerei con il notaio (dato che il prefinanziamento è possibile farlo anche prima del rogito, in modo da arrivare a tale data con l'ipoteca estinta) ma il notaio insiste a volerlo a fare tutto al rogito.
    Fossi nel venditore mi incavolerei con lui... Certo non con noi che ci stiamo preoccupando anche troppo... Queste sono cose che dovrebbe vedersela l'agenzia immobiliare che segue il venditore dato che il loro ruolo è tutelare il cliente. E, come ho scritto su, io li ho avvisati appena uscita dalla banca. E poi, sinceramente, tutto questo caos è dovuto alla presenza di un SUO mutuo... Non certo mio...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi