1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Marco Casati

    Marco Casati Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono proprietario di un piccolo negozio che oltre all'ingresso sulla via ha anche una vetrina sull'androne del condominio. ( Vetrina ricavata da un vecchio accesso laterale al negozio trasformato in vetrina ). Ultimamente una assemblea condominiale ha decretato la chiusura del portone del palazzo per pretestuose ragioni di sicurezza. ( Pretestuose in quanto in fondo all'androne vi è già un cancello che impedisce l'accesso al cortile interno). Ora il mio negozio risulta fortemente penalizzato in quanto non è più possibile per i passanti/clienti accedere nell'androne e vedere la merce esposta nella vetrina. E' lecito per l'assemblea decretare la chiusura diurna del portone dopo che per diversi anni è stato chiuso solo di notte? Non posso impugnare la decisione dell'assemblea?
    Grazie
     
  2. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    La questione è abbastanza complicata. In primis va considerato che Lei non ha un originario diritto di luce sull'androne, ma solo un ingresso (che è cosa diversa). Inoltre non specifica da quanti anni ha effettuato la trasformazione, ne' cosa dice al riguardo il regolamento di condominio (e bisognerebbe capire se è un regolamento contrattuale o no) o l'atto di vendita, ne' se esistono delibere assembleari in merito, oltre all'ultima. Comunque sia, per rispondere seccamente alla Sua domanda: se si rivolge ad un bravo Avvocato di fiducia, quasi sicuramente si riuscirà a trovare un appiglio per impugnare la delibera (raramente in vita mia mi sono trovato di fronte ad una delibera di condominio in cui non fosse stato commesso qualche errore nella fase di convocazione e redazione del verbale o non fosse stata violata qualche norma del regolamento). Il problema di fondo però resterà, quindi sarà necessaria una attenta analisi di tutta la situazione di fatto e diritto, documentazione compresa, per elaborare la migliore strategia. Male che vada si potrà sostenere che la chiusura diurna limita un suo diritto insopprimibile, ma - si scovasse qualcos'altro - sarebbe ancora meglio.

    Saluti, Avv. Michele D'Auria - Studio Legale a diffusione nazionale.
     
  3. Marco Casati

    Marco Casati Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusi se rispondo solo ora, da nuovo inscritto non sono molto pratico...
    La trasformazione in vetrina sull'androne è avvenuta 5-6 anni fa con il tacito consenso dei condomini. Non ho il regolamento condominiale; il palazzo è dei primi novecento e non so quando è stato costituito il condominio. Immagino (spero) che lo "status quo" che dura da tempo costituisca di per sè un diritto. Preciso che sono il proprietario dei muri del negozio; l'attività è in mano ad altra persona da cui percepisco l'affitto.
    Una domanda importante: in caso di conflitto chi deve procedere ad una azione legale, io proprietario o il gestore del negozio?
    Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina