• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dan1

Membro Attivo
debbo rifare il tetto di una casa costruita nel '68 nella quale sono proprietario di 2 appartamenti. Ora il geometra che deve presentare la dia, controllando i disegni dell'ultimo condono mi fa notare che in una camera di un appartamento di mia proprieta, sul disegno del condono e' priva di finestra, mentre nella realta' e' presente.
Io obbietto che vi e' sempre stata, ed il geometra conviene che vi e' stato un errore di disegno.
Se l'ufficio Edilizia del comune ove abito, mi facesse dei rilievi per tale questione, come mi dovrei comportare ?
grazie a chiunque mi vorra' rispondere
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Il tuo geometra saprà il mestiere alla perfezione e quindi non desidero sindacare.
A) La prima verifica da farsi è accedere all'Uff. tecnico del Comune e verificare se i progetti originari riportavano la finestra. -in tal caso si tratterebbe di una errata rappresentazione in catasto, facilmente correggibile con una nuova rappresentazione aggiornata.
B) non esiste nei progetti del '68, sarà facile materia del condono in approvazione.
 

paolodm

Membro Attivo
Alla pratica di condono solitamente si allegava anche la documentazione fotografica. Prova a visionare le foto se ci sono. In quel caso sarà facile dimostrare che si è trattato di un mero errore nella redazione dei grafici
 

dan1

Membro Attivo
ho tuttavia ritrovato i catastini presentati dal geometra

precisazione, nei catastini presentati dal geometra per l'accatastamento della casa, a seguito del condono se ho ben interpretato, la situazione costruttiva e' corretta.
Potrebbe essere una documentazione da far valere, o stante il fatto che l'Ente di presentazione e' diverso, non ha valenza alcuna ?

Grazie ancora se volete rispondere

Daniele
 

paolodm

Membro Attivo
Anche quella può essere una prova per dimostrare che lo stato dei luoghi era diverso, anche se al catasto si puo' presentare tutto cio' che si vuole...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Quesito:siamo 3 locatori,uno è deceduto che si fa' del contratto?
Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Alto