1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. Qualcuno mi sa dire qual è la maggioranza occorrente per eleggere il nuovo amministratore in seconda convocazione? Alcuni sostengono che occorre la maggioranza dei presenti in assemblea che rappresentino almeno la metà + 1 dei millesimi di proprietà, altri sostengono che è sufficiente che i sopradetti rappresentino almeno 1/3 dei millesimi di proprietà.
    Grazie.
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Per rispondere a questo interrogativo, occorre precisare che la riforma del condominio è recente e pertanto non c'è molta giurisprudenza in merito che abbia variato ciò che detta il c. 3 dell'art. 1136 del cc.in merito alle assemblee di seconda convocazione che stabilisce «... Se l'assemblea in prima convocazione non può deliberare per mancanza di numero legale, l'assemblea in seconda convocazione..... è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell'edificio...»
    In questo caso, quindi, le assemblee di seconda convocazione, sarebbero previsti dei quorum più semplici da raggiungere e, conseguentemente, la relativa delibera potrebbe essere assunta con il voto favorevole di un numero di voti che rappresenti solo 1/3 del valore dell'edificio.
    Inoltre non bisogna dimenticare che le prime convocazioni sono quasi sempre convocate in orari e date impossibili e le decisioni vengono assunte sempre in seconda convocazione ed è per questo che il legislatore nel riformulare i quorum necessari per la prima o seconda convocazione li ha uguagliati e pertanto non sono più differenziati.
    Spero averti dato l'interpretazione corretta e non aver creato ulteriore confusione.:)
     
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In conclusione, 1/2 o 1/3?
     
  4. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ma scusa mi prendi in giro? ...

     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    "non c'è molta giurisprudenza" lascia presupporre che occorre interpretare.
    Inoltre "sarebbero", "potrebbero"...
    Io ho capito invece che in seconda convocazione la maggioranza per la nomina è quella di 1/3 del valore dell'edificio, senza se e senza ma.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Perdonerai...ma se parli da "professionista" sembra sia tu quello che prende in giro.

    MAI una sentenza potrà "variare" quanto stabilisce una Legge!!!
    Quantomeno scelta "infelice" dei termini...quanto stabilito dalla "giurisprudenza" in Italia non assume valore di Legge ma al massimo indicazione nomofilattica interpretando la stessa.

    Rileggi meglio l'Art. di Legge...forse ti sei perso nei vari commi...in particolare il 4° che cito:
    Dispositivo dell'art. 1136 Codice Civile


    L'assemblea in prima convocazione è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino i due terzi del valore dell'intero edificio e la maggioranza dei partecipanti al condominio.
    Sono valide le deliberazioni approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio .
    Se l'assemblea in prima convocazione non può deliberare per mancanza di numero legale, l'assemblea in seconda convocazione delibera in un giorno successivo a quello della prima e, in ogni caso, non oltre dieci giorni dalla medesima. L'assemblea in seconda convocazione è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino almeno un terzo del valore dell'intero edificio e un terzo dei partecipanti al condominio. La deliberazione è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell'edificio (3).
    Le deliberazioni che concernono la nomina e la revoca dell'Amministratore o le liti attive e passive relative a materie che esorbitano dalle attribuzioni dell'amministratore medesimo, le deliberazioni che concernono la ricostruzione dell'edificio o riparazioni straordinarie di notevole entità e le deliberazioni di cui agli articoli 1117quater, 1120, secondo comma, 1120ter, nonché 1135, terzo comma, devono essere sempre approvate con la maggioranza stabilita dal secondo comma del presente articolo .



    Hai capito male pure tu.

    Nomina/(conferma)/revoca ...sempre e solo 50%+1 delle teste votanti e almeno 500 millesimi.
    Senza se e senza ma!!!


    Interpretazioni alternative lette su qualsivolgia sito web, dovute alla fervida fantasia di certi sedicenti esperti, sono prive di fondamento.

    Ps.
    Rimane il concetto che tutte le delibere "annullabili" per vizi nella rappresentazione della maggioranza...diventano "valide e inappellabili" decorsi 30 gg. dalla data di ricezione del verbale di assemblea per l'ultimo degli assenti.

     
    A quiproquo e alex4515 piace questo messaggio.
  7. Bluechewanna

    Bluechewanna Membro Junior

    Proprietario di Casa
    :ok: Per la nomina dell'amministratore la legge (ex art.1136, co.4) prescrive all'assemblea una maggioranza degli intervenuti (1/2+1) e di almeno metà dei millesimi (1/2), quindi sia in prima che in seconda convocazione. Che vuol dire 3 su 5, portatori di almeno 500 millesimi.
     
  8. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Penso che dobbiate leggervi attentamente quanto cita il Testo unico del condominio... ma visto che in questo forum non si fa altro che cercare di mettere in cattiva luce chi risponde e quanto si risponde, lascio a voi tuttologi ...
    Cercare di partecipare nello rispondere, e vada essere attaccati da richiedenti e nessuno prende posizione sulle segnalazioni, ma che si viene anche attaccati da coloro che rispondono, penso sia troppo anche per chi di pazienza ne ha da buttare , per poi subire le pubbliche figure che fate fare in questo forum non vale la pena perdere il proprio tempo ... vos vobis sapiens ... grazie a tutti coloro che hanno creduto in quanto ho dato nelle partecipazioni ...
     
    Ultima modifica: 28 Settembre 2015
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Personalmente non mi curo di chi e quanto risponde ma sempre e solo di cosa risponde...e se la cosa è palesemente sbagliata la contesto evidenziandone i difetti.
    Chi si presenta come "professionista" può sbagliare (capita anche ai migliori) ma dovrebbe saper accettare e trarre beneficio ...senza arroccarsi e dare libero sfogo al sarcasmo.
    Se poi inizi a citare un fantomatico "Testo unico sul Condominio", di cui non si conosce autore e/o editore, ti infili da solo in una "strada" che ti squalifica.
    In tribunale valgono le Leggi scritte sul Codice Civile (o Penale).
     
  10. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Non mi arrocco in nulla ma evidentemente in questo forum non avete il senso del "tatto" tutti si devono trattare come ignoranti e fargli fare figure senza alcuna sensibilità ... tue parole ...
    E questo è quanto avevo in dubbio e mi dai tanto di conferma ... prova a guardare la Legge 11/12.2012 n. 220 "Riforma del Condominio" ... e poi io mi squalifico da solo ... ma per piacere ... ho avuto dimostrazione di quanto detto prima ... e con questo mi fermo ... ma di certo pongo un invito a tutti ... meglio un po' di mediazione, cercare di tutelare le persone che fanno parte del forum per essere uniti e sempre più attivi che "arroccarsi" su tanta saccenza inutile che non rende favore a nessuno ...
    Amico inimicoque bonum semper praebe consilium, quia amicus accepit, inimicus spernit
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che non esiste, dato che le relative norme sono contenute nel codice civile (Titolo VII - Capo II del Libro Terzo, e per quanto non è espressamente previsto da quel Capo si osservano le norme sulla comunione in generale di cui al Capo I) e nelle Disposizioni per la sua attuazione.
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Beh...detto da uno che rimbrotta gli utenti che non esordiscono con un saluto ...v'è da restar basiti.
    Troppo permaloso per ergerti a insegnante di buone maniere.
    Personalmente mi sono limitato a segnalare un tuo errore proprio per essere d'aiuto a chi avrebbe perseverato in una opinoine sbagliata confortato dal fatto che pure un professionista confermava la sua tesi.

    Oltre che profesionista ti presenti come uomo adulto...dovevo addolcirti "la pillola amara" e raccontare una favoletta per farti capire l'errore?

    Errare umanum est...perseverare autem diabolicum

    Non è importante quanto hai studiato. E' più importante quanto hai assorbito e capito di ciò che hai studiato.
     
  13. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Se ho ben capito in seconda convocazione ci devono essere comunque i 500 millesimi, ma se come nel mio caso su 24 abitazioni 16 Appartamenti sono di un ente come possiamo intervenire per fare una nuova nomina di amministratore .in questo caso siamo ostaggi di questo ente o ci possono essere vie di soluzione alternative che nel nostro caso possano soddisfare un criterio di democrazia ?
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Voi siete ostaggi quanto l'ente lo è di voi.
    Come non è giusto che il singolo proprietario della maggior parte (millesimi) possa comandare a tanti "piccoli" ...altrettanto chi ha "sborsato" meno possa disporre solo in virtù del numero di microproprietari.

    Se già esiste un amministratore non siete senza gestione.
    Se commette abusi o inadempienze ne chiedete la revoca giudiziaria.
    Se non vi garba solo per una questione di principio...vi rassegnate imparando ad accettare.
    Questo è il fondamento della democrazia.

    Ps.
    In realtà un metodo legale per farvi "comandare" esiste...ma non vi piacerà:
    comprate dall'ente tante unità fino a quando disporrete di 500 millesimi.
     
  15. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie per avermi risposto tuttavia non condivido il suo criterio di Democrazia basato sulla maggioranza ,noi siamo solo figuranti pagatori, (a causa di queste norme che ritengo non idone al nostro casono) non abbiamo alcuna voce in capitolo sulle decisioni da prendere e non è facile dimostrare "abusi "purtroppo .per quanto riguarda l'acquisto di quote non è possibile perché occupati da abusi edilizi e quindi non vendibili insomma una storia non facile da capire da lontano .per concludere l'amministratore è un loro complice.
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'ente ha la maggioranza di millesimi, voi di testeteste...non venirmi a parlare di "alcuna voce in capitolo".
    Una cosa devo aggiungere sulla Democrazia...essa ti fornisce i mezzi per difenderti...ma nessuno può pretendere di avere "il pranzo senza pagare il conto".
     
  17. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Forse sono io che non conosco bene le dinamiche ,ma si spighi meglio che significa testa testa e non i millesimi ,faccia un esempio pratico,grazie.per quanto riguarda la democrazia cerchi di essere meno fondamentalista faccio anche io un esempio : lei supponiamo lavoratore salariato un tempo riceveva il suo compenso in moneta per le sue prestazioni, oggi il suo datore Deve versare obbligatoriamente su un conto a Lei intestato che è obbligato ad avere contrariamente a prima limitando (a dire poco)la sua libertà di scelta e a dare ad altri il diritto di tenere il suo sudato compenso che ogni volta nei prelievi e successivi pagamenti dovrà pagare dal Suo Denaro un Pizzo ,quindi andiamoci piano oggi con la parola democrazia poiché è diventata una Chimera ,spero che questo piccolo esempio la faccia riflettere su cose a cui ci hanno addomesticato e riteniamo normali,un sentito Saluto.
     
  18. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dovresti leggere cosa dispone la Legge in tema di Condominio prima di inveire contro la democrazia o il legislatore.
    Le decisioni sono prese dalle maggioranze indicate nell' Art. 1136 del Codice Civile di cui puoi leggere personalmente il contenuto qui:

    Art. 1136 codice civile - Costituzione dell'assemblea e validità delle deliberazioni - Brocardi.it

    Mi limito a spiegarti il concetto espresso che differnzia in teste e millesimi.
    Le "teste" sono le persone presenti al voto...i millesimi rappresentano la quota di proprietà che i singoli condomini detengono (rispetto al valore complessivo dell'edificio).
    I valori in "millesimi" dovrebbero (condizionale) essere indicati in una apposita tabella e indicati negli atti (rogiti) d'acquisto.
    Per esempio per la nomina di un amministratore vale/serve sempre e solo una votazione dove si formi una maggioranza (favorevole) costituita dal 50%+1 degli aventi diritto al voto presenti in assemblea (teste) e che gli stessi possiedano almeno 500 millesimi del valore complessivo dell'edificio.

    Quindi nel vostro caso ipotizzando che tutte le unità abitative (appartamenti) abbiano lo stesso valore (raramente è così) avrete.
    -"ente" con 16 unità (locate/occupate) vale 1 testa e 666,67 millesimi (1000/24x16)
    -8 singoli proprietari valgono 1 testa e 41,67 millesimi ciascuno

    Se voi 8 restate uniti e decidete in modo difforme dall'ente ogni votazione avrà una situazione di parità (voi maggioranza di teste l'ente di millesimi) e nessuna delle parti potrà decidere (stallo)...in questo caso si dovrà ricorrere ad un Giudice che valuterà cosa fare.

    Se 4 di voi votano allo stesso modo dell'ente allora si paleserà una maggioranza sufficente per quasi tutti gli argomenti di delibera (4+1=5 teste per totali 833,34 millesimi).

    Come vedi il legislatore ha ben disposto in modo che il singolo non possa prevalere sui tanti ma al contempo che il grande proprietario non debba soccombere alla volontà di pochi.

    In merito al significato di "democrazia" permettimi di correggerti...perchè hai visione errata su tante cose:
    1-nulla o poco cambia dal ricevere il salario in moneta o in "credito bancario".
    Pure la cartamoneta rappresenta un bene che vale se trovi chi lo accetta (prova a pagare un acquisto presentando delle banconote del Burundi o del denaro fuori corso come la vecchia Lira Italiana e vediamo cosa ti rispondono )...senza contare che esiste sempre la possibilità di ricevere denaro falso.

    Che ti venga consegnato un assegno o che ti venga accreditato un bonifico...basta solo che ti attivi e cerchi la soluzione più vantaggiosa.
    Esistono c/c senza spese (specie per chi vi accredita lo stipendio) e che concedono l'uso di bancomat con prelievo ovunque e senza spese.
    Ci puoi far adebitare le "bollette" senza doverti preoccupare di file o commissioni.
    Volendo essere onesti dubito sia genericamente vantaggioso tenere in contanti e circolare per strada con essi esponendosi a possibili furti.

    Io sono l'ultimo dei fondamentalisti ma ritengo che se uno accetta di vivere in un posto/comunità ne osserva le regole.
    Democrazia non significa avere sempre e tutto ciò che vogliamo...quelloa sarebbe una società dove inevitabilmente vince sempre e comunque il più forte... è il Far-West.
     
  19. Enricod

    Enricod Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ringrazio per la spiegazione tecnica che è l'oggetto della mia richiesta ,non intendo dilungarmi sulle altre questioni per non approfittare ulteriormente del servizio offerto ,dico solamente che alla mia età ho compreso tante cose di come funziona il mondo è purtroppo non sta a noi decidere della nostra esistenza ,nasciamo già come propieta'
     
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Glissando sul termine condivido in buona parte...il primo pensiero è fornirti il Codice Fiscale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina