1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. masagu

    masagu Membro Attivo

    Cari tutti,
    sto avendo difficoltà per la vendita del mio appartamento ricevuto in donazione circa 6 anni fa in quanto la banca non vuole fare il mutuo alla parte venditrice perchè visto che si tratta per l'appunto di immobile donato (donazione tra vivi) è necessario ritornare alla situazione di origine facendo quindi la rinuncia alla donazione affinchè poi il padre che ha donato l'immobile possa vendere e trasferire infine la cifra al figlio. Non basta che i fratelli facciano una dichiarazione nella quale rifiutano la loro quota in quanto i figli dei fratelli potrebbero creare problemi e pretendere una quota. Come comportarsi quindi?:disperato:
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Caso mai, a chi vorrebbe acquistare.
    O lo vendi a qualcuno che non ha bisogno del mutuo, oppure devi rimuovere la provenienza donativa a quell'immobile.
     
  3. masagu

    masagu Membro Attivo

    Ehm...si scusa volevo scrivere parte acquirente....grazie Nem:disperato:
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Tieni però presente che anche se l'acquirente non avesse bisogno del mutuo, il suo acquisto non sarebbe esente da rischi.
     
  5. masagu

    masagu Membro Attivo

    Certo chiaro Nem...adesso vedrò il da farsi. Ancora una cosa nel caso in cui si ritornasse alla situazione iniziale come si giustifica il denaro della eventuale vendita da parte del padre al figlio? :shock:
     
    Ultima modifica: 9 Gennaio 2017
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...mi sa che dovrai invitare gli altri eredi a ...col(l)azione !
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
  8. masagu

    masagu Membro Attivo

    Dai. . .:occhi_al_cielo:
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La collazione
    :innocente:
    Non si trattava della terrazza di Tiffany.
     
  10. masagu

    masagu Membro Attivo

    :risata:
     
  11. masagu

    masagu Membro Attivo

    @@@@Aggiornamento@@@ Secondo la banca se non si rimuove la provenienza donativa anche se trascorsi 20 anni il mutuo non lo rilascerebbe in quanto devono essere trascorsi 10 anni dalla morte dell'ultimo donatario...ma vi risulta??? Ciò significa che non potrò vendere casa fino a quando......c'è una legge in merito? :shock::shock:
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è così.
    Se il donante (e non il donatario) è morto da più di dieci anni e non sono state proposte e trascritte azioni di riduzione da parte di legittimari, non esiste nessun rischio, a prescindere dall’epoca della donazione.
     
  13. masagu

    masagu Membro Attivo

    Scusa ho sbagliato a digitare. . . volevo dire che per la banca devono trascorrere 10 anni dalla morte del donante(che é in vita) per avere il mutuo se si sceglie di non rinunciare alla donazione. . . Vi risulta?
     
    Ultima modifica: 11 Gennaio 2017
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La risposta te l'ha già data @Nemesis , con il messaggio precdente:
     
  15. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    .
    Non corretto.
    Decorsi 20 anni dalla trascrizione della donazione e senza che i legittimari abbiano notificato e trascritto atto stragiudiziale di opposizione alla donazione, l'azione di restituzione non è più possibile ed il terzo acquirente è tutelato; quindi il mutuo può essere concesso (che poi non lo voglian concedere lo stesso è altra cosa, ma non connessa al diritto dei legittimari di potersi rifare sul terzo acquirente)
     
    A alberto bianchi e rita dedè piace questo messaggio.
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Oppure potreste, se i rapporti tra legittimari fossero buoni, morto il donante operare per una rinuncia del diritto di riduzione (spettante appunto al legittimario)
     
    A alberto bianchi e rita dedè piace questo messaggio.
  17. masagu

    masagu Membro Attivo

    Grazie ma la fidejussione del donante per la banca potrebbe aiutare per la concessione del mutuo?
    Ho letto questo articolo:
    Mutuo: Immobili da Donazione
     
    A Gianco piace questo elemento.
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Intuito geniale quello desumibile dall'indicazione di @masagu!
     
  19. masagu

    masagu Membro Attivo

  20. Miciogatto

    Miciogatto Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La retrocessione della donazione quando possibile.

    In alternativa cerca su Google polizza donazione sicura. Alcune banche la accettano, se non c'è mutuo comunque aiuta a tranquillizzare l'acquirente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina