• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

U

User_56028

Ospite
Buongiorno. Da anni risiedo nella casa paterna. Adesso che mio padre (vedovo) è deceduto gli altri coeredi l'hanno messa in vendita. Inizialmente non ho voluto contraddirli perché sono in quattro contro di me ma adesso ci ho ripensato anche perché il mio stato di salute è peggiorato (sono invalida). Nel caso si trovi l'acquirente posso rifiutare? Mi affido ai vostri consigli..
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
In teoria tu potresti rifiutarti di vendere, e senza il tuo consenso non è possibile farlo.
Ma è controproducente; infatti i coeredi potrebbero , a seguito del tuo rifiuto, chiedere la divisione giudiziale della comunione ereditaria (e a questo non potresti opporti), la casa verrebbe venduta in asta , se non è divisibile, e ricavereste tutti molto meno che con una vendita sul libero mercato.
Quindi conviene anche a te vendere , per evitare di incassare ancora meno in futuro.
Inoltre se tu continuassi a vivere da sola in quella casa, dovresti corrispondere un affitto agli altri comproprietari, pro- quota.
In definitiva , se gli altri sono determinati, è più saggio non opporsi alla vendita, per quanto doloroso sia.
 
U

User_56028

Ospite
Grazie Franci63 per la risposta. Il problema è che al momento non sono in grado di affrontare un trasloco né di pagare l' affitto (la mia unica entrata è l'assegno di invalidità e la mia salute è in peggioramento).In quanto tempo verrebbe messa all'asta? E quanto tempo posso restare durante questo procedimento?Non voglio vendere, qualsiasi sia il guadagno.
 

Betty Boop

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se non vuoi vendere, gli altri eredi potranno procedere alla divisione forzosa dell'eredita' per vie legali, naturalmente , ci vorra' qualche annetto, e anche tu potresti prendere un legale che ti tuteli.. ma ..non ti puoi opporre, perche' ognuno ha diritto ad avere la propria quota, sara' un bagno di sudore e sangue ( in senso figurato ovvio )
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Comunque, viste le tue condizioni di salute, potresti avere un trattamento di riguardo.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non voglio vendere, qualsiasi sia il guadagno.
Come ti abbiamo detto, pur comprendendo la tua situazione, sarà meglio anche per te vendere sul libero mercato.
La conclusione sarà la stessa (vendita), ma nel caso di vendita all’asta anche tu incasserai molto molto meno.
E con il ricavato potrai cercare un’abitazione in affitto, stando nell’immobile fino al giorno della vendita.
Potresti chiedere che , i cambio della tua disponibilità alla vendita, ti diano una mano con il trasloco e la ricerca.
Ripeto, comprendo le tue difficoltà, ma anche gli altri eredi hanno dei legittimi diritti; è inutile mettersi in rotta di collisione,ormai.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
Mi auguro che tutto questo un giorno finirà e che ci butteremo alle spalle questa triste vicenda.
Sognatrice '80
Alto