1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. biscuit

    biscuit Ospite

    A tutti gli utenti cordiale buongiorno,
    Ecco per un'altra volta avrei bisogno di certezze, poiché tutte le informazioni che ho hiesti e cercati sono in contrazione tra loro.
    A volte la precisione sa di essere un difetto ma siccome la precisione e secondo me valida a tutti gli effetti avrei bisogno grazie a voi di una risposta decisamente precisa e mirata in quanto al capitolo "manutenzione caldaia".
    Essendo residente in Toscana e affittuaria da maggio 2014 in un appartamento nuovo di zecca nel quale in mia presenza la prima accensione della caldaia + collaudo+ 10€ di bollino a spesa del Signor Locatore fu realizzato. Desidero precisare che la caldaia e posta esternamente sul terrazzo e questo detto mi preme di sapere poiché per il futuro e compito mio di rispettare le scadenze delle dette manutenzioni.
    Eccovi il dilemma:
    C'è chi dice che per una caldaia nuova la revisione e annuale con il controllo fumi ogni 2.
    C'è chi dice revisione ogni 2 anni + controllo fumi.
    C'è chi dice ogni a dirittura ogni 4 anni.
    Dov'è la verità volendo ovviamente rispettare le norme senza infrangere ma né anche obbedire a chi pretende cose inesatte.
    Salutandovi e in anticipo ringraziandovi per il lume. :)
     
  2. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    alla luce della mia candela:
    "l’art. 7 del DPR 74/2013 dispone che la periodicità dei controlli e della manutenzione della caldaia non è annuale ma deve essere effettuata “conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche per l'uso e la manutenzione rese disponibili dall'impresa installatrice dell'impianto ai sensi della normativa vigente.” e, “Qualora l'impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche, o queste non siano più disponibili, le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell'impianto termico devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente”
    Per la cadenza dei controlli di efficienza energetica (controllo fumi), per impianti di potenza compresa fra 10 e 100 kiloWatt, nei quali rientrano tutti quelli domestici, compresi quelli di piccoli condomini, i controlli devono essere effettuati ogni 2 anni se l’impianto è alimentato a combustibile liquido o solido e ogni 4 anni per se alimentato a gas, metano o GPL.
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  3. biscuit

    biscuit Ospite


    Grazie, grazie per avermi dato il lume della tua candela.....
    Desidero aggiungere che sono entrata prima della tua risposta direttamente nel sito del mio Comune di residenza nel quale ho trovato l'opuscolo delle norme in quanto alla manutenzione caldaia.
    E viva ho trovato tutte le conferme delle tue affermazioni.
    Grazie di nuovo e anche se oggi piove, solare e il mio saluto.
     
  4. fiorello64

    fiorello64 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    ti porto la mia esperienza. Abito nel comune di Cascina (PI) e ho una caldaia a metano riscaldamento/acqua sanitaria da circa 32kW.
    Malgrado la norma sembra affermare che per impianti domestici di tali dimensioni il controllo fumi debba essere eseguito, se non vado errato, ogni 4 anni, la regione Toscana non applica questa norma e obbliga a fare la verifica fumi ogni 2 anni, con pagamento del famoso bollino da 10 euro.
    Io quest'anno ho lasciato scadere per dimenticanza la verifica biennale, e dopo alcuni mesi mi è arrivato puntuale il controllo oordinato dal comune che, benché nel frattempo mi fossi messo in regola, mi è costato 103 euro per il controllo stesso, senza nessuna sanzione aggiuntiva.
    Quindi, secondo me, in Toscana bisogna effettuare la verifica fumi ogni due anni, per evitare controlli a pagamento ed eventuali sanzioni. La revisione annuale è facoltativa.
    Saluti
     
  5. biscuit

    biscuit Ospite


    Salve fiorello ringraziandoti per tua risposta subito a mia volta aggiungo commento.

    Più che mai ora sono confusa perché proprio come già detto in altra risposta entrando nel sito del Comune di Lucca eppure siamo sempre in Toscana, loro parlano di 4 anni nel Opuscolo. Comunque gli Uffici Comunali essendo a quest'ora già chiusi, domani prendo la cornetta e chiamerò per essere una volta per tutto sicura nella faccenda.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina