1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Claudi@

    Claudi@ Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buon giorno, sono nuova del forum e vi scrivo per avere chiarimenti e consigli. I miei genitori mi hanno regalato una casa da ristrutturare. Con il mio futuro marito abbiamo deciso di farla sistemare e verrà davvero una bella casa con un primo piano in più. Poiché il mutuo sarà cointestato e quindi una parte di questi soldi lì metterà anche lui, pensavo di cedere il 50 x cento dell usufrutto a lui tenendomi così la nuda proprietà x intero e il restante 50 x cento dell usufrutto. Questo anche al fine di poter avere i rimborsi entrambi x la ristrutturazione della prima casa. Chè diritti avrebbe lui sia prima chè dopo il matrimonio? Mi conviene farlo?
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì, è il modo migliore per pentirtene amaramente quando tuo marito o tu stessa cambierai idea sul matrimonio. Procedi immediatamente.[DOUBLEPOST=1369052526,1369052454][/DOUBLEPOST]Scusa la franchezza, ma conosco numerosissimi casi di gente che ha fatto questa cavolata e poi se ne è pentita amaramente. Tuo marito è proprietario di ciò che paga, cointestate il mutuo ma non cedere né il 50% di nuda proprietà né il 50% di usufrutto, un conto è pagare i soldi per la ristrutturazione, altro conto è essere proprietari della casa, che cavolo! E parlo senza avere alcun interesse, perché non ti conosco e non ti conoscerò mai![DOUBLEPOST=1369052662][/DOUBLEPOST]Se ti separi, cosa che ahimé oggi accade anche troppo spesso, un conto è che sei proprietaria dell'immobile e devi rimborsare a tuo marito le sole spese di ristrutturazione, altro conto è che pasticciando coi notai ti sei liberata di mezza casa: in quest'ultimo caso sarai obbligata a vendere la tua metà o al tuo ex marito, o a qualcun altro congiuntamente a tuo marito che dovrà cedere la sua quota: entrambi vorrete il 50% dell'altro, in caso di separazione, così sarete entrambi costretti a vendere.

    Mamma mia, che cavolata che hai pensato con la vendita del 50%, ma come ti viene in mente.[DOUBLEPOST=1369052830][/DOUBLEPOST]Se poi, quando cambierai idea, tuo marito non vorrà più sposarti perché non diventa proprietario di metà casa, comprenderai perfettamente che tuo marito si era innamorato non di te, ma di metà casa. L'amore è cieco e non guarda www.agenziaentrate.it[DOUBLEPOST=1369052915][/DOUBLEPOST]E poi, scusa, ma dove sta il problema? Le spese per le ristrutturazioni, dico le fatture, le fai intestare tutte a te, e recuperi tutto tu: poi ovviamente i recuperi, finché state assieme, ve li godete assieme.
     
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Può darsi che la proprietaria abbia una ritenuta annua IRPEF bassa tale da non riuscire a sfruttare interamente l'agevolazione che così verrebbe in parte persa. Saluti.
     
    A possessore piace questo elemento.
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    O.T.
    ciao @essezeta67....!
    scusa la curiosità, ma perché non hai ancora caricato un avatar?
    ti si riconoscerebbe da subito!:)
     
    A possessore piace questo elemento.
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sono in incognito......hai ragione, non è che sia indispensabile ma appena capiterà quello giusto lo inserirò! Mi fai venire in mente una domenica in cui dovevamo trovarci per un'escursione sulla neve con un bel gruppo di amici: il parcheggio era stracolmo e avavamo parcheggiato tutti sparpagliati.. dovevamo tutti riunirci ed a un certo punto arriva nella nostra direzione un amico che aveva parcheggiato lontano esclamando rivolto verso di me "non ti ho visto ma ti ho sentito!"(nel senso che mi aveva riconosciuto subito). Non ho ancora capito se si trattava di un complimento o di una presa per il c***. Ciao.
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    :) :)
     
  7. Claudi@

    Claudi@ Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    esatto! è solo per questo .....
     
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    perchè non fai un comodato gratuito al tuo ragazzo e lo registri???
    Anche il comodatario ha diritto alle agevolazioni per le ristrutturazioni se si fa intestare le fatture e poi esegue l'apposito bonifico.....Saluti.
     
    A possessore piace questo elemento.
  9. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Condivido l'ottimo consiglio.:stretta_di_mano:
     
    A possessore piace questo elemento.
  10. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravi, avete trovato una soluzione che permette alla ragazza di non perdere il 50% di proprietà di ciò che ha. E mi sembra pure giusto, che cavolo!!!!![DOUBLEPOST=1369082053,1369081960][/DOUBLEPOST]Ah, ecco, non è parti per consigliare alla ragazza di sposarsi in regime di separazione dei beni, sennò tutti questi ragionamenti sono tutt'un cavolo di lavoro.

    Scusate la franchezza, vi sembrerò cattivo, brutale e brusco, ma..... MEGLIO PREVENIRE CHE CURARE. Oggi la gente cambia idea così facilmente sul proprio partner, che è meglio andarci coi piedi di piombo. C'è chi cambia partner ad ogni cambio di stagione, figuriamoci.
     
  11. Claudi@

    Claudi@ Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie! Il consiglio mi sembra ottimo. Ma potresti spiegarmi bene in cosa consiste e cosa dovrei fare? Scusa l ignoranza!
    Grazie ancora
     
    A possessore piace questo elemento.
  12. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Dovresti stipulare un contratto in comodato d'uso gratuito a nome del tuo ragazzo e registrarlo, obbligatoriamente, all'Agenzia delle Entrate per poter beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.

    Esempio di contratto:
    CONTRATTO DI COMODATO USO GRATUITO
    REDATTO IN DATA ____________​
    il Signor ______________________________________ nato a _____________________________ il _____________,

    residente a ______________________________, in via _________________________ , codice fiscale ____________
    _____________________, di seguito indicato con la qualifica di "Comodante", nella qualità di proprietario del seguente
    bene: abitazione sita a ____________________________________, in via ___________________________________,
    e il Signor _________________________________ nato a ___________________________ il ___________________,
    residente a ______________________________, in via ___________________________, codice fiscale: ___________
    ______________________, di seguito indicato con la qualifica di "Comodatario",
    stipulano e convengono quanto segue:

    1. OGGETTO E SCOPO
    1.1.Il Comodante consegna in comodato d’uso gratuito al Comodatario, che accetta, l’abitazione di sua proprietà sita
    in_______________________ via _______________________ (Foglio____ particella_____ sub.______ categoria ____
    Rendita _____ ) e nello stato di fatto in cui si trova, affinché se ne serva gratuitamente per l’uso e la durata qui di seguito
    concordati.

    1.2.Il Comodatario si servirà del bene sopra descritto con la dovuta diligenza, esclusivamente per uso di civile abitazione
    propria e si impegna a non destinare il bene a scopi differenti.
    1.3.Il Comodatario si obbliga a conservare e custodire il bene comodato e non potrà, senza il consenso del Comodante,
    concederne a terzi il godimento, neppure temporaneo, sia a titolo gratuito sia a titolo oneroso.

    2. DURATA E RESTITUZIONE DEL BENE COMODATO
    2.1.La durata del presente comodato sarà di ____________________ a partire dalla data del _______________.
    2.2.Alla scadenza concordata, il Comodatario si obbliga a restituire al Comodante il bene oggetto del presente contratto
    nello stesso stato in cui si trova all’atto della consegna.

    3. DISCIPLINA DEL CONTRATTO

    3.1.Il presente contratto è disciplinato, per tutto quanto non è previsto nel presente atto, dalle norme degli artt. 1803-

    1812 del Codice Civile, alle quali le parti si rimettono.

    4. SPESE
    4.1.Le spese del presente atto, e tutte quelle accessorie, sono a carico del Comodatario.

    Letto, approvato e sottoscritto

    IL COMODANTE IL COMODATARIO

    *************************************************************
    Qui, inoltre, puoi trovare tutte le informazioni necessarie per la registrazione
    http://www.comune.lastra-a-signa.fi...stra-un-contratto-di-comodato-d-uso-gratuito/
     
    A possessore piace questo elemento.
  13. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie Dolly, mi hai risparmiato un lavoraccio!!!!
     
    A possessore piace questo elemento.
  14. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    :) ;) :ok:
     
    A possessore piace questo elemento.
  15. oriapa

    oriapa Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma quale aliquota IMU comporta?
     
  16. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quella che trovi sulla delibera del tuo comune (ogni comune decide in proprio le aliquote rispettando un limite minimo e massimo). Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina