1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    salve dovrei acquistare una nuda prprietà di un 62enne alcolista...

    le mie domande sono:

    1 come faccio a sapere se eventualmente questa persona muore? (non avendo niente a che fare con questa persona)

    2 se chiedo l'acquisto della nuda propietà con 5 anni di usufrutto e dopo i 5 anni non muore e non vuole andarsene da casa? come funziona?

    3 tramite il diritto di abitazione ma non usufrutto non può affittare l'appartamento giusto?

    4 se ci sono dei testamenti che ne io ne il notaio conosciamo e saltano fuori dopo la sua morte la legge cosa dice?

    5 è legale acquistare una nuda proprietà al di sotto del prezzo calcolato di nuda proprietà?

    6 che controllo devo fare io che acquisto una nuda proprietà per essere sicuro di tutto e non avere sorprese future?

    7 posso richiedere un certificato medico di questo signore?

    grazie è il mio primo messaggio... ringrazio tutti per l'aiuto
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie per aver spostato la discussione... aspetto vostre risposte...
    grazie ancora
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Verifica con il comune se hai il diritto di chiedere A PAGAMENTO un certificato di esistenza in vita: fatti dire quanto costa chiedere questo certificato, e soprattutto se nonostante la legge sulla privacy hai diritto a richiederlo in quanto interessato direttamente poiché nudo proprietario e non parente, quindi hai interesse a monitorare la situazione.

    Se non vuole andarsene di casa nonostante 5 anni di usufrutto, dovrai dargli lo sfratto, significa che te lo tieni sul groppone per altri 2 anni circa da quando ha iniziato a non volersene andare di casa. Tutto gratis ovviamente, non ti pagherà di sicuro anche se è lui a non volersene andare e occupa abusivamente casa tua dopo il quinto anno.

    L'usufruttuario può affittare. Chi ha il diritto di abitazione può non affittare, ma è come se di fatto potesse, in quanto col diritto di abitazione può dire che la sua è una casa ospitale, e può far entrare chi vuole - amici, conoscenti, parenti - giorno e notte nella casa dove ha diritto di abitare: non potrai mai impedirgli di ricevere visite, perché rientrano nello svolgimento di una normale vita di relazione, a meno che non sia un eremita convinto, ma ne dubito fortemente.

    Se ha già dato disposizioni post mortem, credo che l'atto di vendita nuda proprietà e 5 anni usufrutto sia annullabile, in quanto verrebbe redatto dopo che lui di fatto ha già dato una destinazione ai suoi beni tramite le disposizioni post mortem. Situazione ingarbugliata che genererebbe contenziosi e rogne varie.

    I parenti di questa persona potrebbero chiedere al giudice l'annullamento dell'atto di vendita nuda proprietà e 5 anni usufrutto, tentando di far interdire l'alcoolizzato. Altre rogne, altri contenziosi.

    Oggi non puoi stare sicuro nemmeno con una novantacinquenne, sei pazzo a comprare la nuda proprietà da un 62enne, ti campa altri 100 anni e ti darà solo problemi. Lascia perdere, è un consiglio.

    C'è la privacy, temo proprio di no. Considera che quando stai in malattia, il datore di lavoro non ha diritto di sapere che malattia hai, devi solo dirlo all'INPS. Quindi temo proprio che tu non possa chiederecertificati di malattia per via della legge sulla privacy. Potrebbe avere un male incurabile e per ovvi motivi di riservatezza non è tenuto a comunicartelo.

    In sintesi: LASCIA PERDERE, quel disgraziato ha già abbastanza grattacapi, non crearti grattacapi anche tu.
     
  4. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie, ma calcolando che ho 26 anni e che è un alcolista cronico e quindi non ha una grande aspettativa di vita e calcolando che 7-8 mila euro non mi cambiano piu di tanto cosa ne pensate?
     
  5. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    È anche possibile sapere con un valore di nuda proprietà di 10000 i costi di notaio e agenzia in media piu Tasse ecc.. In somma tutte le possibili spese... Grazie
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dunque se io acquistassi un immobile da un altro soggetto, potrei vedermi "annullare" l'atto di acquisto se il venditore avesse in precedenza disposto un testamento? Ma le sogni di notte queste "trovate"?
     
    A possessore e dmele piace questo messaggio.
  7. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    infatti anche secondo me è impossibile una cosa del genere
     
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sicuramente hai ragione, però se dopo la sua morte gli eredi leggono il testamento e vedono che è stato alienato un bene di cui erano beneficiari dichiarati dal de cuius, quantomeno trascinano l'attuale proprietario in un contenzioso cercando di dimostrare la circonvenzione d'incapace e cose di questo genere. Di sicuro ci sarebbe un contenzioso, non è che la gente si fa portare via la casa così. E quando si viene chiamati in causa, ci si deve difendere spendendo soldi che verranno restituiti dopo 5-10 anni (vinta la causa).
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non aggiungiamo altre castronerie. Per alienare l'immobile sarebbe "incapace" (e l'incapacità dovrebbe essere sfuggita al notaio rogante), e invece per fare un testamento olografo (e quindi senza un notaio) invece no?
     
    A possessore piace questo elemento.
  10. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sto solo facendo l'avvocato del diavolo ;)

    C'è gente che commette un omicidio e ne esce dicendo che era incapace di intendere e di volere solo in quei 5 minuti, quindi nulla di strano a far credere che uno era capace di intendere e di volere durante la stesura del testamento, e annebbiato dai fumi dell'alcool durante la compravendita.

    Stiamo parlando di una persona dedita all'alcool, le cui azioni oscillano tra ciò che si rende conto di fare e ciò che fa ma non si rende conto di fare.
     
  11. erwan

    erwan Membro Attivo

    certamente: i registri sono pubblici!




    dal punto di vista delle conseguenze giuridiche c'è un abisso tra le conseguenze di un contratto di locazione e l'ospitalità ad amici e familiari

    nessuna conseguenza e nessuna possibilità di annullare il contratto: le disposizioni testamentarie resteranno inefficaci, e il diritto di abitazione non cade in successione

    giusto rilievo: è consigliabile pagare il giusto prezzo per evitare che si possa sospettare la malafede della controparte

    a lui sì; ma non mi sembra il caso...

    l'acquisto della nuda proprietà comporta svantaggi (che hai evidenziato) e vantaggi (fondamentalmente acquistere l'immobile ad un prezzo fortemente scontato, facnedo un investimento che non grava fiscalmente finché non si consegue il diritto pieno): i due aspeti sono in equilibrio e devono essere liberamente valutati caso per caso.
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    L'operazione presenta dei rischi ma ben fatta può essere un buon investimento, lasciare il diritto di abitazione è più sicuro che l'usufrutto in quanto il secondo prevede che si possa affittare ad altri con tutti i rischi ulteriori che la cosa comporta
    il valore di un usufrutto all'età di 62 anni dovrebbe essere abbastanza elevato qiondi abbassa il valore della nuda proprietà che acquisterai, non so come si possa considerare la differenza di valore fra l'usufrutto e il diritto di abitazione
    l'usufrutto non credo posa essere a tempo e sopratutto non credo che il tuo contraente abbia intenzione di porsi questo limite
     
  13. erwan

    erwan Membro Attivo

    consideriamo anche che l'intervento del notaro (che si premunirà chiedendo un certificato medico che attesti la capacità naturale del soggetto) è una buona garanzia...

    l'usufrutto a termine è possibile, ma penso anch'io che la controparte non vorrà concludere a queste condizioni...[/QUOTE]
     
  14. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    dove posso trovare informazioni sull usufrutto a tempo?

    e poi perchè ci dovrebbero essere dei problemi a livello di succesione tra usufrutto normale e quello a tempo,
    sempre usufrutto è.... quindi quotate tutti per il diritto di abitazione?

    grazie
     
  15. erwan

    erwan Membro Attivo

    puoi cominciare con internet, interrogando un motore di ricerca con parole chiave come usufrutto + termine
     
  16. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'usufrutto solitamente è a vita, tu acquisisci la piena proprietà quando viene a mancare l'usufruttuario, non ho mai visto un usufrutto a tempo ma è un diritto reale quindi potrebbe essere possibile, poi sopra è scritto che esiste quindi prendo atto
    il tuo contraente secondo me non sarà d'accordo in quanto lui dovrà abbandonare l'abitazione tra qualche anno per cercarsene un'altra o rimanere e pagarti un affitto di una casa che era sua

    le cessioni della nuda proprietà sono solitamente fatte da anziani che si trovano in difficoltà economiche e risolvono cedendola, l'usufrutto però è ovviamente a vita
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    di solito la vendita della nuda proprietà di un appartamento riserva l'usufrutto vita natural durante a chi cede la proprietà.
    Nell' ipotesi che si possa fare un contratto del genere, cioè lasciare per cinque anni il cedente la proprietà nella casa oggetto di compravendita, vale a dire acquistare la proprietà subito ma il possesso dopo 5 anni (lasciando al cedente l'appartamento in comodato d'uso gratuito per tale periodo ) il prezzo di vendita non si discosterà di molto dal 100% del suo valore; a meno che l'alcolista sia mentalmente ridotto a persona incapace di intendere e di volere per cui qualsiasi prezzo da spendere per bere gli va bene.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina