1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Come evitare la mannaia IMU in arrivo per le seconde case date al figlio ?

    Questa l'ardua questione che mi sono sentito rivolgere da un amica che dopo anni di risparmi aveva acquistato una casa a Roma e dopo la morte del marito l'aveva data in comodato gratuito al figlio che lì residente con la sua famigliola fino all'anno scorso si salvava quanto all'ICI.

    Ora grazie al governo Monti :disappunto:che ha potenziato la tassa certamente più odiosa, mi referisco alla prima casa, si vedrà costretto a pagare circa 1700 euro all'anno sulla base della rendita catastale in quanto l'immobile sarà considerato seconda casa della madre e non potrà godere del beneficio dei 200 euro non essendo per ora di sua proprietà.
    E questa nuova tassazione difficilmente sarà emendata almeno per alcuni anni a mio parere, salvo rivoluzioni popolari....che da giugno non saranno imprevedibili.

    Ergo la soluzione seppur tardiva, andava fatta entro il 31.12.2011 secondo alcuni, è quella della donazione tenendo conto che il figlio è l'unico erede dell'anziana madre, questo mi sono sentito di consigliare visti anche i costi limitati notarili se l'atto viene stipulato come prima casa del donatario.

    Ai lettori del forum e agli esperti confortare o meno il mio suggerimento.
    Con l'occasione auguri a tutti per la S.Pasqua.

    Luigi De Valeri:daccordo:
     
  2. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    scadenza termine per donazione con benefici 2012

    Buongiorno,
    mi sono appena registrato, Vi saluto e Vi ringrazio per la disponibilità che viene offerta a tutti coloro che stanno cercando di capire meglio quale paracadute utilizzare per ridurre l'incidenza della nuova IMU.
    Abito a Milano (come prima casa) nell'appartamento intestato a mio padre (che vive fuori Milano per conto suo) e con una dichiarazione di comodato d'uso per la sua sua seconda casa di Milano sono stato esentato dal pagamento ICI negli ultimi anni. Per non pagare da giugno la nuova IMU (passando quindi da imposta zero a seconda casa!!) stavo pensando anch'io ad una possibile donazione da parte sua a mio favore.
    Mi domando leggendo il Suo post, posso ancora farlo per l'anno 2012 o avremmo dovuto fare la donazione entro il 31 dicembre 2011 come mi sembra stia dicendo Lei? Oggi sono ancora in tempo per ottenere i benefici prima casa per il 2012? Possiamo eventualmente regolarizzare la donazione anche dopo il 18 giugno per usufruire dei benefici 2012 o sarebbe comunque tardi?
    Grazie per la Sua collaborazione e buona giornata.
    Buona Pasqua a tutti.

    AD
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Cambiando il soggetto passivo dell'imposta nel corso dell'anno, ciascuno di quei soggetti sarà tenuto al pagamento per il proprio periodo di competenza (calcolato in mesi). In caso di vendita (o donazione, costituzione di usufrutto, ecc.) entro il 15 del mese il pagamento per il mese interessato spetterà al nuovo soggetto d'imposta (acquirente, donatario, usufruttuario, ecc). Se avviene dal 16 del mese, il pagamento per il mese interessato sarà a carico del vecchio soggetto d'imposta.
     
    A arianna26 e GianfrancoElly piace questo messaggio.
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    secondo me il vero problema è costituito dal fatto che il donante perde la titolarità del bene di cui potrebbe aver bisogno in futuro. conosco diverse persone che così facendo sono morte deluse ed in affitto. io lo eviterei.
     
    A GianfrancoElly, romrub e marilenapiscozzo piace questo elemento.
  5. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie mille, gentilissimi!!
    buona Pasqua.
     
  6. Bonats

    Bonats Nuovo Iscritto

    Purtroppo adesso muiono ugualmente pagando 2000 euro all'anno di IMU!!!!!

    GOVERNO LADRO!!!

    Dobbiamo ribellarci!!
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    vero. tuttavia nessuno impedisce al figlio che utilizza gratuitamente la casa di pagare l'IMU del genitore. anzi sarebbe suo dovere morale farlo.
     
    A romrub piace questo elemento.
  8. evakant2012

    evakant2012 Nuovo Iscritto

    ma una cosa è pagare l'IMU per la prima casa (magari attraverso la donazione), un'altra è pagarla come seconda casa: perchè regalare (scusate) soldi allo Stato non cambiando lo stato delle cose? :soldi:
     
  9. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    giustissimo,
    il problema della donazione è legato però alle difficoltà di vendere l'abitazione in caso di necessità perchè i termini entro i quali eventuali eredi possono opporsi alla donazione sono di 10 anni dalla morte del donante o in alternativa di 20 anni dalla donazione se il donante è ancora in vita.
    Ergo, mi dicono, nessuno prima della scadenza dei termini suddetti rischia di comprarti la casa donata se non ad un prezzo scontato del 30% rispetto al valore di mercato, annullando completamente i benefici fiscali immediati della donazione.
    Credo sia un aspetto da tenere in grande considerazione.
     
  10. evakant2012

    evakant2012 Nuovo Iscritto

    io ho lo stesso problema su esposto: donatario figlio unico, donante sarebbe la madre. ora il donatario ha cambiato residenza (spostandola nella seconda casa della madre) ergo penso che, proprio in virtù del fatto che ciò purtroppo non comporta che lui paghi IMU come prima casa (da quanto ho capito), debba procedersi alla donazione.. che però non dovrebbe comportare nessun problema semmai dovesse un giorno rivendere casa. E' figlio unico.. giusto?
     
  11. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    è esattamente il mio caso, vivo come prima casa nell'appartamento di mio padre residente altrove e negli ultimi anni non ho nemmeno dovuto pagare l'ICI grazie alle facilitazioni di legge (semplice contratto di comodato d'uso tra padre e figlio).
    Quindi si passa da ICI zero a IMU seconda casa!!!!
    Anch'io sono figlio unico, quindi la casa mi arriverà comunque prima o poi, se però dopo la donazione volessi metterla in vendita, rischierei di ritrovarmi senza mercato per tutto il periodo di cui parlavo prima perchè nessun compratore si fiderebbe di acquistare un immobile che potrebbe essere rivendicato da altri eredi con conseguente annullamento della compravendita.
    Non credo ci sia molto da fare: non è tanto un problema economico (una donazione "chiavi in mano" costa mediamente 3mila euro, quindi in 4-5 anni si recupera il costo pagato) quanto il rischio di trovarsi in difficoltà nei prossimi 10-20 anni se si deve vendere o se si vuole cambiare casa.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  12. Bonats

    Bonats Nuovo Iscritto

    Ma ragazzi... Se c'è un solo figlio diretto non sussiste il problema della donazione... Nessuno può vantare diritti su un bene donato in asse ereditario unico!!!

    Si può fare tranquillamente la transazione e un domani venderlo senza problemi..
     
  13. evakant2012

    evakant2012 Nuovo Iscritto

    esattamente quello che pensavo.. ma di cui non avevo certezza, allora il solo cambio di residenza esula la madre a pagare l'IMU sulla seconda casa, così che il figlio paghi l'IMU sulla casa della madre però come prima casa? e per "transazione", a cosa ti riferisci?
     
  14. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    sei sicuro Bonats?
    Il notaio da me interpellato mi ha spiegato che poterebbero emergere eredi ad oggi sconosciuti che potrebbero inficiare la compravendita e comunque l'eventuale compratore non si fiderebbe di intervenire prima dei 10 anni stabiliti dalla legge.
    Ti risulta un'altra cosa?
     
  15. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    se la casa è della madre sarà sempre seconda casa anche se tu hai la residenza ed è la tua abitazione principale. quindi non puoi usufruire dell agevolazioni prima casa.
     
  16. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    si può fare ovvio ma tu compreresti un bene pensando che domani POTREBBE saltar fuori un figlio di cui oggi tutti ignorano l'esistenza a complicarti la vita? io no. e ahimè anche le banche che concedono mutui agli eventuali acquirenti la pensano così. Un amico che voleva comprare un bene che un altro amico, di cui conosceva vita morte e miracoli, aveva ricevuto in donazione ha girato tutte o quasi le banche della zona senza successo. per loro l'equazione bene da acquistare legato a donazione = no mutuo è sacra come il Vangelo.
     
  17. evakant2012

    evakant2012 Nuovo Iscritto

    Bene, allora per cambiare le cose come fare?
     
  18. Dufresne

    Dufresne Membro Junior

    Proprietario di Casa
    le cose ci ha pensato Monti a cambiarle.......noi non possiamo fare niente!!!
    o paghi l'IMU come seconda casa o paghi il notaio per la donazione e cominci poi a sfruttare le agevolazioni prima casa con la spada di damocle per un eventuale vendita nei prossimi anni.
    non credo nemmeno che i comuni possano introdurre eventuali facilitazioni come per l'ICI perchè il decreto legge salva Italia lo vieta espressamente.
    Bisogna capire se risparmiare qualche centinaio di euro ogni anno vale il rischio di trovarsi in difficoltà nel caso di vendita dell'appartamento.
    Tertium non datur......
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  19. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sinceramente a parte la compravendita non saprei come aggirare il problema. è una vera ingiustizia che si debba pagare una tassa per vivere a casa propria. capirei quelle sue terze, quarte quinte etc etc potenziali fonti di reddito ma la prima è assurdo.
     
  20. VERAB

    VERAB Nuovo Iscritto

    E' proprio così! Non ha nessuna importanza che in realtà non esista nessun altro erede che al momento della successione del donante possa accampare diritti sulla casa donata, perchè l'eventuale compratore non può esserne certo.
    Si può rimediare con una vendita simulata (che dissimula una donazione), però bisogna pagare le tassa di registro (3% sul valore catastale), mentre per la donazione da genitore a figlio c'è la franchigia di un milione di euro.
    Vedi la discussione: Rischi di una finta compravendita col fisco
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina