• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve a tutti e grazie in anticipo per le vostre risposte. questo il problema: circa tre anni fa è stata decisa l'installazione di un ascensore in un condominio ( di tre piani ) dei primi del 900 che ne era privo. All'epoca della decisione per la ripartizione delle spese la proprietaria di un grande appartamento al primo piano disse che avrebbe partecipato alla spesa solo a condizione che la ripartizione venisse fatta, in deroga alle norme, utilizzando esclusivamente la tabella millesimi scale e il suo diktat fu accettato perché era fortissimo il desiderio di averlo ( quelli del secondo piano perché per lo più anziani ) e quelli del terzo per età e comodità ( l'altezza di ogni piano è di più di quattro metri...quindi anche arrivare al terzo piano è...lunghina) .Dopo due anni la proprietaria del primo piano ha realizzato una mansarda nel sottotetto ... ma l'ascensore a quel piano non era possibile farlo arrivare , l'ascensore quindi ha il suo fine corsa al terzo piano . Poiché è 'nata' una nuova unità abitativa sono state rifatte le tabelle millesimali e nel contempo anche una apposita tabella ascensore. La proprietaria della mansarda ( che è la stessa proprietaria del grande appartamento del primo piano ) parteciperà quindi alla spesa dell'installazione ascensore . Anche per calcolare la sua quota è stata utilizzata la tabella scale , la stessa tabella usata all'inizio. Ora si tratta di dividere questa cifra tra gli otto condomini iniziali..e qui cominciano discussioni a non finire. L'amministratore ha approntato diverse tabelle e , a secondo di quale tabella si usa ..se la vecchia tabella scale...la nuova tabella ascensore ..o la nuova tabella scale... ci si ritrova con differenze sostanziali. Si passa da quelli del terzo piano ( che a quasi parità di grandezza di appartamento hanno pagato quasi il doppio di quelli del primo piano per l'installazione ....18/19 mila...contro i 10/11 mila) che con l'utilizzo delle vecchie tabelle scale dovrebbero avere ora circa 4000 euro mentre quelli del primo piano dovrebbero dare qualche centinaio di euro ...a un 'ritorno' per tutti tra i 1000 e i 1770 euro. A me era venuta in mente una idea ..ma non so se applicabile..potrebbe essere corretto considerare non tanto quello che si è sborsato ..quanto solo il 50% dato che tutti stanno scalandosi dall'irfep l'altro 50%?
Questo cambierebbe parecchio la valutazione su quale tabella utilizzare...Domanda fondamentale...ma quello che tutti i condomini ora riprenderanno di quanto speso inizialmente ..dovrà essere dichiarato nella dichiarazione dei redditi? Non so se sono stata chiara..spero in un vostro aiuto!!! Grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Posto che :
1-la spesa per l'innovazione è stata approvata con riparto in "deroga" a quanto stabilito nella Legge
2-risulta abbiate concordato l'entità della contribuzione della proprietà della nuova unità alias mansarda (non entro sulla liceità del criterio visto che si può derogare)

la ripartizione di tali "proventi" andrà fatta proporzionalmente rispetto ai valori sborsati a suo tempo da ciascuno..

Non di dovrà tener alcuna considerazione sui "bonus fiscali" a suo tempo eventualmente utilizzati.

Non mi risulta obbligo nel considerare tali "rimborsi" come redditi da tassare.
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
...quindi è corretto solo ripartire i 'proventi' utilizzando la vecchia tabella scale utilizzata inizialmente...giusto? però in questo modo , dato che ciascun condomino pensava che con la nuova unità avrebbe avuto un qualche 'rimborso' ora i condomini del primo piano...di ritrovarsi con un bel meno davanti ai 'suoi' euro..proprio non riescono ad accettarlo! A me va sempre bene..dato che il mio appartamento è quello situato al secondo piano e la cifra che mi verrebbe indietro cambia pochissimo con cambiare delle tabelle fatte con i vari criteri...
Io però mi sono dilettata a fare un pò di calcoli e mi è venuto furi che , se si considerasse il 50% delle detrazioni quelli del terzo piano...( con la vecchia tabella scale ) finirebbero col pagare l'ascensore meno di quelli del primo piano..il che sarà anche corretto...ma non troppo giusto... che ne pensi?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Il problema è che il bonus fiscale si traferisce solo se si vende una unita immobiliare.

Poi, come avete derogato in precedenza ai criteri di Legge, potete farlo anche adesso inventandovi qualsiasi "fantasia"... ma dovrete approvare con l'unanimità (1000/1000) pena la nullità della delibera.
E voglio proprio vedere se chi avrà svantaggio da un criterio kn deroga accetterà la cosa...specie se differenza superiore ai 1000 euro.
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
scusa se non capisco..nessuno vende..ciascuno sta già recuperando il 50% di quanto speso... è vero che ci vorranno 10 anni per recuperarlo ..ma intanto tre sono già passati e chi ha versato 18 mila euro ..passati i 10 anni sarà come se avesse pagato 9 mila e se ora ne riprende 4mila il 'costo' alla fine sarà di 5000 ..situazione di quelli del terzo piano..mentre quelli del primo piano che hanno pagato 10000 ne recupereranno 5000 ed ora dovrebbero dare altre 400/500 euro..quindi ..di fatto per costoro il costo dell'ascensore finirà con l'essere maggiore..e quindi mi sa che non si arriverà facilmente ad una conclusione!
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
scusa un'altra domanda...l'unanimità si riferisce solo ai partecipanti all'installazione dell'ascensore...giusto? nel palazzo c'è anche un ammezzato con uffici e nessuna porta ascensore ..perchè non era proprio possibile tecnicamente farla ...e un piano terra con negozi..ma questi non hanno nulla a che fare con l'ascensore ..quindi non concorrono al raggiungimento dei 1000/1000...corretto?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
scusa se non capisco..nessuno vende..ciascuno sta già recuperando il 50% di quanto speso... è vero che ci vorranno 10 anni per recuperarlo ..ma intanto tre sono già passati e chi ha versato 18 mila euro ..passati i 10 anni sarà come se avesse pagato 9 mila e se ora ne riprende 4mila il 'costo' alla fine sarà di 5000 ..situazione di quelli del terzo piano..mentre quelli del primo piano che hanno pagato 10000 ne recupereranno 5000 ed ora dovrebbero dare altre 400/500 euro..quindi ..di fatto per costoro il costo dell'ascensore finirà con l'essere maggiore..e quindi mi sa che non si arriverà facilmente ad una conclusione!
Mi pare che tu stia "dando i numeri"...e non posso adeguarmi in mancanza dei dati oggettivi.

Mi pare però altrettanto evidente che tu stia "esagerando" nella proporzione;: non può essere che la "partecipazione" di una nuova unità al terzo piano (che la mansarda si trovi al 4° non rileva visto che l'ascensore fin li non arriva) possa determinare il riaccredito di 4mila Euro a chi aveva partecipato con 18mila...altrimenti significa che avete ecceduto nel calcolo della quota della nuova unità (e già ho detto che non entro sul merito di quanto pare abbiate già deliberato)
Da quanto hai riportato di certo vi è solo che siete in 8 proprietari e che ad uno di questi (la signora del 1° piano) ora farà capo una quota maggiore per la nuova unità). Posso solo stimare (con ampia possibilità di errore) che all'epoca abbiate speso 120/130mila Euro.

Quindi se vuoi una opinone più "affidabile" devi completare riportando cifre esatte e rispettive carature millesimali di proprietà (prima e dopo il cambio uso della mansarda) inclusa vecchia e nuova tabella scale e ascensore.

Di fondo non hai compreso 2 cose:

1-ripeto che del "bonus fiscale" non puoi chiedere restituzione a chi ne stà usufruendo (salvo tu acquistassi la sua unità abitativa e il venditore fosse dispost a cederti il beneficio fiscale)

2-che qualsivoglia criterio di divisione tu/voi puoi/potete "inventare"...anche se sembrerà più equo rispetto a quello indicato dalla Legge necessiterà sempre di una approvazione all'unanimità (1000/1000) di quanti sono/saranno proprietari dell'impianto (Condominio parziale).
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Poiché è 'nata' una nuova unità abitativa sono state rifatte le tabelle millesimali e nel contempo anche una apposita tabella ascensore. La proprietaria della mansarda ( che è la stessa proprietaria del grande appartamento del primo piano ) parteciperà quindi alla spesa dell'installazione ascensore .
non vedo dove sia il problema. Per partecipare all'uso dell'ascensore si usa lo stesso criterio impiegato precedentemente impiegando la nuova tabella scale basata per il 50% sulla nuova configurazione millesimale di proprietà e per il 50% sulla altezza (le scale per arrivare in mansarda c'erano anche prima che diventasse abitabile).
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
non vedo dove sia il problema. Per partecipare all'uso dell'ascensore si usa lo stesso criterio impiegato precedentemente impiegando la nuova tabella scale basata per il 50% sulla nuova configurazione millesimale di proprietà e per il 50% sulla altezza (le scale per arrivare in mansarda c'erano anche prima che diventasse abitabile).
Non stanno disquisendo sull'uso ma su come spartirsi la somma derivante dalla "nuova partecipazione".
La proprietaria della mansarda (prima eslcusa) oltre alla spesa per l'uso e manutenzione (rigorosamente al 50% millesimi di proprietà e 50% in rapporto altezza fino al 3° piano) deve contribuire con una nuova quota delle spese di costruzione a suo tempo sborsate.
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
Dato che queste tabelle ci sono state date all'assemblea per votare sulle nuove tabelle millesimi..e non inviate ..per provare a inviarti i dati...ho provato a fare le foto..ma non so se il mio tentativo è riuscito! Grazie
 

Allegati

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Riunita la prima con la seconda (doppione) vi sono 3 tabelle.

E' quella col nome File 0894 che crea "confusione" perchè riparametra su base 1000 e forse anche adattando millesimi di proprietà con altezza piano.

L'unico dato che si può estrarre dalla stessa è la quota che il proprietario della unità mansarda andrà a corrispondere per usufruire dell'ascensore: Euro 10.962,48

Tale somma andrà divisa fra tutti gli 8 originari partecipanti (quindi anche alla titolare del grande appartamento al 1° piano nonchè della mansarda)
Il conteggio è quello della tabella nominata FILE img-0895

Dai conteggi ivi contenuti emrge che i "rimborsi" agli originari partecipanti alla innovazione variano da 990,13 a 1905,73 Euro (quindi nessuno riavrà 4mila Euro ...nemmeno quelli che avevano pagato 18/19mila come quota).
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
sarebbe corretto fare così..ma poiché l'amministratore ci ha dato tre tabelle, ( redistribuzione con le vecchie tabelle scale, con la nuova tabella ascensore e con la nuova tabella scale...quest'ultima subito rifiutata da tutti...perchè da questa qualcuno del primo piano... avrebbe dovuto pagare altri 2000 euro...), i risultati sono molto diversi..ovviamente quelli che dovrebbero ora dare qualche centinaio di euro, convinti che invece avrebbero anche loro ricevuto 'qualcosa' ..non hanno alcuna intenzione di accettare la ridistribuzione utilizzando le tabelle iniziali!
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Nell'ultima (la 0895) tutti gli 8 originari ricevono un rimborso. (ovviamente la titolare della mansarda sborserà più di quanto riceve indietro).

Quella dovete adottare.

Tutto il resto sono "fake news"...visto che va di moda tale "neologismo"
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
Per Dimaraz... grazie davvero tantissimo...quindi la tabella che tanto piace a quelli del terzo piano..coi rimborsi a loro di 4000 euro ..più o meno... è sbagliata...ecco dove sta l'inghippo...proprio non ero riuscita a capirlo...però ci potrebbe essere il mezzo per riutilizzare in modo corretto la vecchia tabella scale? magari inserendo un 'valore' alla mansarda anche se all'epoca non c'era...a me ( che sono quella dei 1559 o dei 1458 non cambia praticamente nulla )
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Io ti ho risposto su quale fra i calcoli presentati è corretto.

quindi la tabella che tanto piace a quelli del terzo piano..coi rimborsi a loro di 4000 euro ..più o meno... è sbagliata.
La tabella non è di per se sbagliata (infatti da li si estrapola l'importo
di 10.962,48 Euro che la proprietaria della mansarda dovrà sborsare )...solo che non si può utilizzare per tutti gli altri che a suo tempo hanno pagato sulla base di altra tabella/valori.
O meglio, se 3 anni fa avete deciso di ripartire in deroga ai criteri di Legge...adesso per rifare i calcoli su basi diverse servirebbe l'approvazione di tutti....e tal cosa è non impossibile ma umanamente impensabile.
Chi a suo tempo pagò meno (favorito) dubito ora accetti di restituire il "vantaggio" che aveva ottenuto.

Puoi chiedere la restituzione di uno sbilamncio determinato da un calcolo matematico errato (ingiusto arrichimento)...ma se è consegenza di un criterio che hai approvato.


Ps.
Non ho però elementi sufficenti per dirti se il calcolo millesimale sia corretto o meno...quindi i 10.962,48 potrebbero essere corretti, insufficenti o in eccesso...ma se tutti approvano tale importo nessun potrà poi recriminare.
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sull'importo dei 10.962,48 euro nessuno ha sollevato la benché minima obiezione. Purtroppo il problema credo rimanga 'a monte' ovvero l'accettazione del diktat della allora proprietaria del solo appartamento al primo piano (ed ora anche della mansarda) ..con l'utilizzo di una tabella che penalizzava quelli del terzo piano..ma dato che erano 'strafelici'' di poter finalmente avere un ascensore..erano disposti ad accettare qualunque cosa ...senza rendersi conto che dietro c'erano..di fatto.. solamente gli interessi di chi si è 'costruito ' la mansarda.( acquistando per pochissimi euro metà delle soffitte per realizzare uno splendido appartamentino con vista che ora insieme all'appartamento è stato adibito a bed anni breakfast..ma questa è un'altra lunga storia che avevo già illustrato al forum senza che purtroppo potessi fare nulla senza avvocati tempi lunghi e costi ..dato che solamente io non le ho dato il consenso ad appropriarsi della mia seppur piccolissima ..porzione di corridoio condominiale che è diventato parte centrale della mansarda)....io inizialmente mi ero astenuta dal partecipare alle spese di installazione dell'ascensore ...pensando che il progetto non andasse avanti perché mi era ben chiaro ( a me e solo a me...) che la realizzazione della mansarda era strettamente legata alla realizzazione dell'ascensore e da questa realizzazione ...ne traeva un evidente beneficio dato che contestualmente è stato rifatto anche tutto i tetto... Ora finalmente anche tutti gli altri condomini hanno compreso la situazione ..e si fanno la guerra su come spartirsi questi 10000 euro...cercando anche di vedere se possono penalizzare la signora 'furbetta' di cui sopra...e a me cambia poco..mi interessava solo arrivare ad una conclusione in tempi ragionevoli..ma la vedo davvero difficile... grazie mille per la disponibilità e la competenza!
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
non capisco tutto questo bailamme. La signora del primo piano ha manovrato per contribuire meno alla costruzione dell'ascensore ora, con il nuovo appartamento, riceverà proporzionalmente a quanto ha pesato nella costruzione. Non vedo principio diverso.
 

giovannaangela

Membro Attivo
Proprietario Casa
non è lei che fa 'questioni'...la 'contesa è tra gli altri condomini del primo piano e quelli del terzo...ed è l'amministratore che predisponendo tabelle con 'ripartizioni' molto diverse ha fatto nascere una querelle tra condomini che non so quando finirà e finché non c'è approvazione da parte di tutti...nessun rimborso per nessuno!
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Purtroppo il problema credo rimanga 'a monte' ovvero l'accettazione del diktat della allora proprietaria del solo appartamento al primo piano (ed ora anche della mansarda) ..con l'utilizzo di una tabella che penalizzava quelli del terzo piano
E se nel calcolo della nuova tablella non avete cambiato criterio (solo altezza piano-unità)...ora paga pegno visto che la mansarda dovrebbe essere stata penalizzata rispetto al calcolo col criterio di Legge (50% millesimi di proprietà+50% altezza piano-unità).
Già spiegato che non posso sindacare come si sia ottenuto i 10.962,48


questa è un'altra lunga storia che avevo già illustrato al forum senza che purtroppo potessi fare nulla senza avvocati tempi lunghi e costi ..dato che solamente io non le ho dato il consenso ad appropriarsi della mia seppur piccolissima ..porzione di corridoio condominiale che è diventato parte centrale della mansarda).
Che ti servano avvocati quando qualcuno ti "ruba" un diritto è inevitabile...ma se fosse vero quanto lasci intuire sarebbe la signora a maledire quella volta che le era venuto lo ghiribizzo.
Per la cronaca anche se tu fossi stata l'unica a votare NO...quella delibera sarebbe "nulla" e in quanto tale senpre impugnabile.


finché non c'è approvazione da parte di tutti...nessun rimborso per nessuno!
Non serve l'unanimità per ripartire i 10.962,48 secondo il critoerio tenuto al tempo., ovvero quello risultante dall'ultimo allegato (0895), ma basta che siano il 50%+1 dei votanti con almeno 500 millesimi.

Chi intende contestare dovra impugnare difronte ad un Giudice con scarse possibilità di ottenere ragione ( non indico il 100% perchè anche tra i Giudici vi sono elementi "bizzarri").
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto