• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
Per il D.L. n. 124/2019 a decorrere dal 1° gennaio 2020, quando il condominio affida ad un’impresa l’esecuzione di un’opera o di un servizio, il versamento delle ritenute fiscali, trattenute dall'impresa appaltatrice ai lavoratori impiegati su quel cantiere, dovrà essere effettuato dal condominio.
Alcune associazioni hanno chiesto l'esclusione dei condomini da questa normativa, che comporterebbe un lavoro ed un aggravamento dei costi assurdi.
Qualcuno ha notizie in merito?
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Per il D.L. n. 124/2019 a decorrere dal 1° gennaio 2020, quando il condominio affida ad un’impresa l’esecuzione di un’opera o di un servizio, il versamento delle ritenute fiscali, trattenute dall'impresa appaltatrice ai lavoratori impiegati su quel cantiere, dovrà essere effettuato dal condominio.
Alcune associazioni hanno chiesto l'esclusione dei condomini da questa normativa, che comporterebbe un lavoro ed un aggravamento dei costi assurdi.
Qualcuno ha notizie in merito?
Mi sembra assurdo!!!
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho letto che il decreto è stato modificato con la conversione nella Legge 19.12.2019 n. 157, che ha introdotto, a carico dei committenti di opere o servizi di importo complessivo annuo superiore a 200 mila euro, l'obbligo di richiedere copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute «trattenute dall'impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici ai lavoratori direttamente impiegati nell'esecuzione dell'opera o del servizio». In base alla norma il versamento delle ritenute deve essere effettuato dall'impresa appaltatrice o affidataria e dall'impresa subappaltatrice, con distinte deleghe per ciascun committente, senza possibilità di compensazione.

Il comma 2 prevede anche che, entro i cinque giorni lavorativi successivi alla scadenza del versamento, l'impresa appaltatrice o affidataria e le imprese subappaltatrici trasmettano al committente (e, per le imprese subappaltatrici, anche all'impresa appaltatrice) le deleghe e un elenco nominativo di tutti i lavoratori, con il dettaglio delle ore di lavoro prestate da ciascun percipiente in esecuzione dell'opera o del servizio affidato, l'ammontare della retribuzione corrisposta al dipendente collegata a tale prestazione e il dettaglio delle ritenute fiscali eseguite nel mese precedente nei confronti di tale lavoratore, con separata indicazione di quelle relative alla prestazione affidata dal committente etc etc.
Insomma altri gravosi oneri a carico dei condomini.
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
Qualcuno ha notizie in merito?
E' vero, ma solo per importi sopra i 200.000,00 euro, che in un condominio, per fortuna, non sono frequenti.
In ogni caso è un altro compito che viene delegato gratuitamente dallo Stato a terze persone, come pure, e vedremo come andrà a finire, il fatto che il professionista medico, oltre a inviare i dati della fattura, ora deve anche "certificare" il metodo di pagamento utilizzato dal paziente per pagarlo (con tutte le rogne ed i rischi che ciò comporta), per permettere a quest'ultimo di usufruire della detrazione. Fra poco ci facciamo tutto da soli e regaliamo lo stipendio ai dipendenti dell'Agenzia delle Entrate, il cui lavoro si limiterà solo a mettercelo in quel posto, fin quando anche questa incombenza non verrà automatizzata o, peggio, autoinflitta, così il cerchio si chiuderebbe e continueremo a pagare persone per non far nulla o quasi (ora in questa categoria, dove da tempo sono entrati i bidelli scolastici, stanno entrando anche gli infermieri "laureati": non devono pulire le stanze perchè ci sono gli ausiliari; non devono accudire e pulire i pazienti perchè ci sono gli OSS, non devono fare diagnosi e prescrivere farmaci perchè ci sono i medici....
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Spesa condominiale di 200.000.,00 possono essere rari ma non così tanto, certi interventi alle facciate con isolamenti tipo cappotto con la riduzione al 90% con facoltà a carico dell'impresa, si è creato un buon movimento
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
Da una più attenta lettura della legge 19 dicembre 2019 , n. 157:
"In deroga alla disposizione di cui all’articolo 17, comma 1,…omissis … i soggetti che affidano il compimento di una o più opere o di uno o più servizi di importo complessivo annuo superiore a euro 200.000 a un’impresa, tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o ad esso riconducibili in qualunque forma, sono tenuti a richiedere all’impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a rilasciarle, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute …omissis… trattenute dall’impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici ai lavoratori direttamente impiegati nell’esecuzione dell’opera o del servizio."
sembra che il tutto riguardi solo il caso delle imprese che utilizzano beni strumentali di proprietà del committente.
Speriamo bene...
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma lasciamoli soli, andiamo via :sob:dall'Italia :sob:vediamo con chi se la prendono oramai l'Italia è persa.:sob::sob::sob:
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
oramai l'Italia è persa.
Vero, non credo ci siano speranze che il "sistema Italia" si autorisani: troppa corruzione, troppo clientelismo, troppa politica anche nei cessi, statisti veri assenti, assenza di capacità riformiste, assenza di lungimiranza, assenza di una qualsivoglia scala di valori su cui commisurare il reddito, privilegi a non finire, niente, ma proprio niente che funzioni...non so neanche se una rivoluzione "vera" (ammesso che gli Italiani sappiano essere "rivoluzionari", cosa su cui, d'accordo con Taormina, ho forti dubbi, e non le solite pecore, che non sanno far altro che belare e confondersi nel gregge) potrebbe essere in grado di sistemare le cose. I giovani in gamba dovrebbero tutti scappar via; gli anziani, quando ne abbiano la possibilità, dovrebbero fare lo stesso. Sono troppo pessimista? Forse....
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
La cosa che più dispiace è che chi subirà sono i giovani tranne qualche cima saranno costretti a essere singol o a convivere e fare i commessi in grandi magazzini stranieri, stranieri perché le tasse le pagano al loro paese ecc. vedi come ha fatto la FIAT io quando un'azienda fomenta un trasferimento in altro stato gli direi: ma perché lo fai? perché li paghi il 10% di tasse in meno? ok io ti faccio risparmiare il doppio ma devi prendere a lavorare i giovani li istruisci secondo le tue esigenze cosi diventano dei tuoi specialisti, vorrei vedere quale azienda si trasferirebbe considerando i costi che occorrono a rendere operativa un'azienda, facendo cosi I GIOVANI incomincerebbero a lavorare a imparare a produrre e a spendere portando uno sgravio di spese a carico del papà non di 80 € come qualcuno ha elargito ma di uno stipendio, anche se fosse ridotto per apprendistato, ma il GIOVANE avrebbe un futuro, quello che manca a noi tutti.
Ma ci vuole uno scienziato a capire che se i giovani non vanno a lavorare non c'è futuro.
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
io quando un'azienda fomenta un trasferimento in altro stato gli direi
...e se non vuol sentire, gli impedirei almeno di "esportare" il marchio e, se possibile, anche i macchinari, rendendo l'azienda autogestibile: da circa un anno i nostri non-onorevoli al governo ci stanno "pensando" (sic!), così, mentre ci "pensano", se ne andranno anche gli ultimi marchi residui che ancora resistono in Italia (ormai diventata terra di conquista).
Bisognerebbe ricordare sempre il comportamento di Macron coi cantieri navali francesi...e, ora, la tanto osannata (sempre dai non-onorevoli) fusione Fiat/Peugeot, con un CdA a maggioranza francese e con lo Stato francese nell'azionariato: quando ci sarà da tagliare (e ci sarà!!), dove i nostri non-onorevoli credono che taglieranno? In Francia o in Italia (dove già hanno pensato di lasciare solo il residuo mercato delle auto di lusso)? Domanda troppo difficile per i non-onorevoli, ma facilissima per tutte le persone "normali".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

i miei due figli sono proprietari (50% ciascuno) di una palazzina con 9 appartamenti e 4 negozi, volendo sostituire la caldaia centralizzata come e cosa possono fare per ottenere il 50%? grazie
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Sono vittima di uno stalker!
Alto