1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    ciao a tutti, ho fatto eseguire da impresa di escavazioni i lavori preliminari per l'allaccio dei contatori gas e luce. Quindi scavo per circa 43 mt, posa tubi corrugati per energia e gas(con posa all'interno del corrugato del tubo flessibile per metano), pozzetti in prossimità dell'abitazione, colonne porta contatori a bordo strada. L'idraulico che subentrerà per la sua parte di competenza, chiede che l'impresa di escavazioni fornisca certificazione di quanto fatto secondo la norma UNI7129. Chiedo se qualcuno può postare un fac-simile di tale dichiarazione in quanto quelle trovate sono comprensive di tutti gli altri lavori ancora da fare a carico dell'idraulico. In sostanza credo l'impresa dovrà certificare la profondità di posa(è di 70cm), la distanza di sicurezza tra i due corrugati(50 cm) e la qualità del tubo del gas di cui ho fatto foto e che mi sembra sia adeguato), l'uso di sabbia sotto i corrugati e sopra, la ricopertura parziale e la posa di fettucce colorate e per finire la ricopertura finale. Non credo dovrà certificare altro se non forse che le colonne porta contatori sono a norma(prese in magazzino edile e marchiate Enel). Avendo un fac-simile, prima di saldare il conto, potrei controllare la correttezza della dichiarazione.
    grazie
    Claudio
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La certificazione la deve fare chi ha eseguito gli impianti. La verifica la deve fare il direttore dei lavori. Se i lavori ed i materiali impiegati non fossero adeguati la responsabilità è dell'esecutore dei lavori. Il direttore dei lavori potrà avallare le sue dichiarazioni o contestarle chiedendo l'adeguamento alle norme vigenti.
     
  3. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie Gianco per la risposta ma credo io debba specificare meglio la situazione.
    Non c'è direttore lavori. Qui ho quattro parti in gioco: Enel Servizi per il nuovo allaccio contatore energia elettrica, Enel Energia per il metano, l'impresa di escavazione che ha terminato il suo lavoro(ma manca la certificazione UNI 7129 che chiede l'idraulico) e l'idraulico che, con la UNI7129 (per la parte di competenza) fornita dall'impresa di escavazione, completerà le certificazione per la parte mancante e di sua competenza ossia innesto componenti metalliche su tubo flessibile, fuoriuscita dalla terra, allaccio ai tubi del gas già esistenti in casa(ora vado a GPL), sostituzione ugelli da GPL a metano sia per caldaia sia per fuochi, innesto al contatore.
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Alle fine dei lavori, tu dovrai ottenere da chi ha eseguito i lavori le certificazioni relative agli impianti gas ed elettrico.
     
  5. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Si e fin qui siamo d'accordo. Ma l'escavatorista deve certificare la sua parte di lavoro che idraulico e elettricista trovano fatto. Quindi, ripeto, ho bisogno del facsimile di una dichiarazione per il lavoro svolto. Se esiste o se qualcuno la può inventare, e che riprenda i dettami della uni7129. Poi l'idraulico ne farà una completa, allacciandosi a quella dell'escavatorista e invierà tutto a chi di dovere.
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    L'escavatorista al massimo può scrivere che la profondità dello scavo e quella richiesta da ENEL se vuoi essere più sicuro può fare delle foto durante il suo lavoro stop. L'escavatorista va in profondità quanto richiesto d altri.
    Al massimo saranno gli altri (l'idraulico e l'elettricista) a doverti certificare l'impianto e dirti che a 70 cm di profondità ci sono queste tubazioni secondo norma UNI7129, se non erro con tanto di schemino grafico e possibilmente (se possibile) qualche foto che vale sempre più di mille certificazioni.
     
  7. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono arrivato al punto che giovedì mi consegna la certificazione: come da me chiesto e per quanto da lui fatto. Che per me è in regola avendo io supervisionato e fotografato i lavori. Se poi all'idraulico o all'elettricista non andrà bene, vedremo.
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non capisco il problema, visto che gli impianti dei detti artigiani devono essere garantiti anche nella loro posa, per cui, se lo scavo non è regolare, loro sono responsabili.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Credo che il tutto sia nato dall'affidare ad imprese diverse il lavoro. Quello che non capisco è usare il corrugato come tubo del gas all'esterno in uno scavo. Al limite fuori usi un tubo in PE come questi qui:Tubi PE Gas - S.i.r.e.a. Spa - Sirea detto questo passo e chiudo.
     
  10. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Daniele non c'è alcun corrugato fuori terra, al momento il lavoro è stato solo interrare e lasciare sporgere le estremità a cui elettricista ed idraulico si collegheranno. Non so gli altri, ma il mio elettricista e l'idraulico non sono attrezzati con escavatore, quindi dovevo per forza chiamare un'impresa edile o di escavazioni. Allego foto per rendere chiaro: Imgur Imgur
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Come non cè nessun corrugato, quei tubi neri li in foto sono dei corrugati. Mi sono espresso male io comunque, intendevo che non conosco corrugati per il gas che si posano all'esterno dell'abitazione.
    Praticamente tutti i corrugati del gas sono dei passacavi per il flessibile liscio che si usa solo all'interno dell'abitazione o al massimo si usano contro il muro della stessa, ma non sono mai interrati.

    Hai fatto bene a chiedere le certificazioni dell'impianti anche se capisco poco quelle degli scavi; proprio perchè sono gli installatori che chiedono all'impresa di fare gli scavi a quella profondità, mai il contrario.

    Io intendo altro, del tipo affidi tutto all'impresa e questa chiama gli elettricisti ed idraulici lei stessa, a quel punto HA veramente senso una certificazione dell'impianto che si viene a creare in quanto è uno solo che materialmente è responsabile con te.
    Qui invece abbiamo già tre soggetti: Impresa, Elettricista, Idraulico.

    Io mi chiedo sempre, qui è andato tutto bene e sono più che contento per te, ma se fosse andato qualcosa di storto, secondo te di chi sarebbe stata la colpa??

    1) dell'impresa che fa lo scavo e reinterro
    2) dei due installatori che materialmente posano cavi e passacavi??
     
    Ultima modifica: 16 Giugno 2015
  12. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    daniele, i corrugati ci sono ma tu pensavi fossero fuori terra e non ci sono. Sono momentaneamente fuori terra, per consentire agli artigiani di colelgarsi ma poi vanno interrati. Ma questo lo sai per cui corrugato o no non è quello il problema.
    La uni7129 contempla anche le profondità etc per cui gli scavi c'entrano ma sei un professionista per cui mi sarò spiegato male io.
    Il senso c'è anche qui dato che mi risulta che l'idraulico per consentirmi di avere il contatore gas dovrà prima inviare ad Italgas o altri che ora non ricordo, l'autocertificazione di corretta esecuzione lavori,allacci, materiali etc. Ma sai anche questo.
    Infine , se mi spieghi diove sta la fortuna che tutto è andato bene? Non ci vedo fortune particolari, mi sono fatto tre giorni di supervisone lavori, direi cura del buon padre di famiglia.
    ciao
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No , ti ho spiegato prima che mi ero espresso male io. Intendevo il corrugato per il gas non si usa per lavori all'esterno dell'abitazione.
    Tutte le UNI contemplano anche le profondità su questo non ho dubbi.
    In realtà ho capito la situazione, mi sono semplicemente chiesto cosa sarebbe successo se fosse andato qualcosa storto.

    In caso di malfunzionamento linee come fai ad attribuire a priori di chi è la Responsabilità quando sono intervenute più imprese??
    Hai fatto semplicemente il lavoro che andava fatto per controllare effettivamente il lavoro; nulla di più nulla di meno (basandomi su ciò che hai detto).
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    A vedere la foto, a sentimento il corrugato risulta interrato su un terreno vegetale non più di 20 cm. Un po pochino!
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    In effetti il corrugato (presumo elettrico) non sembra a 70 cm ma a molto meno.
    Quello che non capisco dalla foto è se sia sabbia quella sotto al corrugato e capire il perché. Ma questo sta all'OP.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se gli impianti non sono ad adeguata profondità, come possono gli artigiani rilasciare il certificati di regolare esecuzione.
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Inoltre in caso di malfunzionamento dell'impianto come fai a dire è colpa di questo o quello se metà del lavoro l'ha fatto una persona diversa.
    Un conto è dare tutto in mano ad uno che poi subappalta, in caso di malfunzionamento tu ti attacchi su quella persona li e non si discute.
    Ma se appalti direttamente tu il lavoro, mettiamo che il malfunzionamento dell'impianto deriva da un problema non previsto e non considerato sugli scavi...la domanda semplice che avevo fatto era "CHI è Responsabile??"
     
  18. claudio-1

    claudio-1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusate ma io la 7129 l'ho letta almeno in parte ed è all'inizio che descrive alcune cise che voi vi state chiedendo a cosa servono. Ad esempio la sabbia sotto e sopra il tubo. Poi non capusco quali siano i possibili gravi problemi di malfunzionamento dell'impianto. In un tubo passa il tubo flessibile del gas e nell'altro verrà tirato il cavo elettrico. Se mi hanno ostruito il tubo del gas nel frattempo certo avrò problemi ma cosa altro? La foto dice chiaro trattasi di tubo a norma.
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Faccio anche scavi quindi so benissimo a cosa serve la sabbia e come va compattata, proprio per impedire in fase di chiusura del buco di rompere le tubazioni durante il reinterro alla fine della posa tubi.

    Il problema può essere un cortocircuito o una perdita del tubo gas che potrebbe essere causata
    1) da un tubo difettoso
    2) da un errato posizionamento della tubazione che causa suo fessuranento e conseguenti malfunzionamenti
    3) dallo schiacciamento delle tubazioni, provocate da un mezzo che passa e schiaccia prima la tubazione, (parlo di lavoro finito) quindi lavoro completo.

    Mi chiedo semplicemente chi ne risponde dato che un solo problema fisico può causare malfunzionamento anche nell'impianto fatto più a regola d'arte.
    P.S arrivare a determinarne la causa di un malfunzionamento a fine lavori non è semplice, l'unico modo sarebbe quello di fare una videoispezione.
    La domanda più pressante rimane:" CHI è responsabile di tutto questo e sopratutto CHI paga??"
     
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Vorrei aggiungere, poiché la posa dei tubi risulta superficiale è molto probabile che con la sola lavorazione del terreno per la posa di un prato o per la coltivazione del giardino si possano danneggiare gli impianti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina