1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. TOWANDA

    TOWANDA Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Bsera a tutti,

    Stiamo (4 attivita' tutti citati nel contratto) per stipulare un nuovo contratto di affitto per 6 anni (menzione del Art. 392 del 27.8.78 ?) con la responsabilità solidale ns, nei confronti della proprietà, nel caso qualcuno decidesse di lasciare prima della scadenza c'è la "rideterminazione" del canone a ciascuno dei conduttori restanti;e non c'è neanche menzione dei tempi di disdetta (forse viene assunta quindi quella legale ?)
    Volevo sapere se ci sono degli accordi meno vincolanti per noi (se esistono consuetudini) che pur garantendo la proprietà siano economicamente meno pesanti per noi, ad esempio una finestra temporale di validità o altro.
    Con questo contratto praticamente siamo noi a dover cercare un sostituto per chi da disdetta con la proprietà nel ruolo di giudice nei confronti del nuovo inqulino e noi continuiamo a pagare l'affitto come superstiti. Mi pare poco equilibrato.

    In fine e in maniera molto generica, a che clausole dobbiamo fare attenzione in un nuovo contratto commerciale per uso ufficio e che cosa sarebbe bene inserire per tutelare noi ?
    Grazie a tutti e buon WE
    TOW
     
  2. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Diciamo che la normativa vigente è già favorevole all'inquilino introducendo tutta una serie di tutele. Tuttavia mi sembra strano che nel contratto non si faccia menzione di un'eventuale disdetta.
    Il contratto è un negozio bilaterale e quindi entrambi i soggetti possono interagire nella sua determinazione. Mi pare invece di capire che qui il proprietario impone un modello proprio e rigido. Non mi sembra il modo migliore per iniziare.
    Il mio consiglio è di rimodulare il contratto secondo ANCHE le vostre esigenze e non solo quelle del proprietario. Di norma il contratto si rescinde almeno 12 mesi prima con lettera raccomandata (si può decidere anche un tempo nettamente inferiore, vale l'accordo tra le parti).
    Per quanto riguarda il subentro di nuovi soggetti mi sembra che le norme del contratto siano in contrasto perché da una parte prevede la rideterminazione del canone (riduzione) nel caso in cui uno dei conduttori rinunci, dall'altro sembra che siate voi a doverne trovare uno nuovo. Anche qui bisogna fare degli aggiustamenti.
    Il contratto uso ufficio fa capo comunque ai contratti commerciali la cui normativa è rimasta quella vecchia del 78 che trovate qui:
    http://www.locazioni.avvocatoferrante.it/legge-sulla-locazione-commerciale.html
     
  3. TOWANDA

    TOWANDA Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Lizzie per la tua risposta.
    In realta' per "rideterminazione" la proprieta' si garantisce lo stesso affitto (mantenimento del canone), quindi non riduzione , ma aumento in quote proporzionale dell'affitto mancante a chi resta avendo comunque la possibilità, come menzionato, di approvare o meno chi dovrebbe sostituire chi lascia e non preoccupandosi minimamente di trovare un sostituto lasciando, con questo meccanismo, il problema ai superstiti.
    Questo ovviamente permette alla proprietà di incassare tutto l'affitto indistinatamente da chi è presente limitando il suo interesse a approvare o meno il nuovo affittuario.
    Altri commenti ?
    Grazie TOW
     
  4. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Se le cose stanno così potete modifcare l'accordo tra voi conduttori ovvero, chi lascia deve prima trovare un sostituto. Altrimenti deve far fronte comunque alla sua quota.
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusate, ma perché dovete fare un contratto unico per tutti 4 i conduttori ? Non potete fare un contratto di locazione "parziale" dell'immobile per ogni conduttore ?
    Immagino che si tratti dell'affitto di un appartamento da utilizzare come studio professionale a 4 professionisti ognuno dei quali occupa una stanza.
    Secondo me essere indipendenti uno dall'altro conviene sia a voi che al proprietario che, nel caso uno di voi se ne vada prima della scadenza dando regolare disdetta con sei mesi di preavviso (se previsto nel contratto) può tranquillamente riaffittare la stanza ad un altro professionista.
    Essere imprigionati in un contratto solidale con 4 attività diverse mi sembra che sia una situazione che porterà senz'altro a situazioni disastrose !!!
     
  6. TOWANDA

    TOWANDA Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Getile Mapeit,
    Confermo 4 attivita' in un appartamento con ogniuno i propri vani asseganti e ben divisi.
    E quello che vorremmo proporre alla proprietà ma non ci sente da da quel lat:shock:vviamente per loro è molto piu' conveniente la propria proposta sia dal punto di vista economico che di sostituzione !
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si e magari è conveniente anche per voi (a livello di prezzo) ma vi lega con un filo che sarà duro recidere.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina