1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. campanellina

    campanellina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti,
    qualche giorno fa ho preparato il contratto di affitto da presentare al mio nuovo inquilino con decorrenza dal 01 gennaio; nel contratto il pagamento previsto è in contanti quale modalità richiesta dall'inquilino; ora, alla luce dell'emendamento approvato l'altro giorno, io devo modificare tale dicitura riportanto il pagamento con assegno o bonifico giusto? oppure, visto che l'obbligo scatta per il prossimo anno, posso lasciare la dicitura "in contanti" se lo registro entro il 31 dicembre?
    Grazie a tutti
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    O l'una o l'altra.
    Le possibilità le hai evidenziate te stessa.
    Hai tempo di modificare senz'altro e l'inquilino deve adeguarsi.
     
  3. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Poiché dal 1 gennaio il pagamento in contanti non è ammesso questa modalità di pagamento non può essere scritta sul contratto.
     
  4. campanellina

    campanellina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, l'inquilino non ha c/c quindi nn può fare nè bonifico nè tantomeno assegni; il bonifico lo può fare versando in contanti c/o lo sportello bancario ma per 300 euro di fitto dovrà pagarci anche le commissioni quindi non vuole farlo, cosa faccio? Secondo voi è possibile come modalità di pagamento la ricarica di postapay? Oppure se faccio decorrere il contratto dal 01 dicembre si potrà versare in contanti? Datemi una mano, grazie
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    accredito della pensione alle poste con rid automatico per l'affitto.
    se non erro il conto postale costa 4 € mensili se ha come credito meno 5.000€, zero, zero al di sopra.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No ! E lo stesso criterio sarà valido per tutti i contratti, anche per quelli stipulati 7 anni fa che prevedevano il pagamento per contanti.
    Segui il consiglio di Jerry. Inoltre da gennaio dovrebbe essere abolito anche il bollo fisso sui c/c con rendiconto annuale.
     
  7. archimede56

    archimede56 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ho ti accolli il 50% delle commissioni, se all'inquilino gli sta bene, o cambi inquilino.
    Non vorrei sbagliarmi, spero che qualcuno mi confermi o mi corregga, con il nuovo emendamento dovrebbe diventare reato penale.:confuso:
     
  8. campanellina

    campanellina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Assurdo che il tizio non abbia il conto; ultima domanda: nel contratto devo indicare come modalità di pagamento assegno o bonifico oppure posso riportarle entrambe e poi sarà lui a decidere a gennaio quale modalità scegliere? Grazie
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Però dovrai comunicare al tuo inquilino l'IBAN su cui accreditare il canone.
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La ricarica postpay e' sufficiente. Nessuno avrà niente da dire. Il versamento non è in contanti. Il versamento e' tracciato. Addirittura si può inserire la causale. È la perfezione del contratto.[DOUBLEPOST=1387539618,1387539486][/DOUBLEPOST]Non è vietato.
     
  11. campanellina

    campanellina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ahhh bene, se così fosse allora gli faccio fare la ricarica postapay; me lo garantite che non commetto errori con questa procedura?
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io sono certa che non è illegale ed è assolutamente corretta come procedura. Ancora queste forme moderne non sono individuate dalle leggi, ma non sono neanche vietate. Ripeto: non c'è passaggio di danaro contante e c'è tracciabilità. Perchè un eventuale funzionario dell'ade dovrebbe avere da ridire? non avrebbe da ridire nulla.
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Concordo, anche perchè per il rilascio o ricarica di una postepay, bisogna esibire il proprio codice fiscale.
    Più tracciabile di così?
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ci sono reati non penali?
     
  15. archimede56

    archimede56 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi pare che la ricarica di postpay non è tracciabile. Nella ricarica va inserito solo il nome del benificiario e numero di carta e non la causale.
     
  16. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si può ricorrere ad una analoga carta ricaricabile bancaria come la Superflash di Intesa SanPaolo, provvista di IBAN permette di effettuare e ricevere dei bonifici. Non è necessario aprire un c/c, e dovrebbe costare circa 10 Euro all'anno.
     
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Meglio ancora! Eseguito anche questo!!...[DOUBLEPOST=1387621590,1387621532][/DOUBLEPOST]Però la causale io diverse volte l'ho inserita nella postpay di altri.
     
  18. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Chi dice questo?
    Inoltre che sia la Postepay il mezzo di pagamento non vedo quale sia il
    problema. Il locatore emette ricevuta? Perfetto, che i soldi te li diano di persona,
    li mandino per posta in una busta, ti ricarichino la postepay dove sta
    l'evasione? Inoltre non credo che tale carta aiuti l'evasione, anzi,
    chi apre una carta deve consegnare un codice fiscale, se questo
    avviene ed il fisco vuole fare un accertamente, dal codice fiscale viene a
    conoscenza dei tuoi conti, carte di credito, ecc.... a quel punto la tracciabilità del pagamento della mensilità di locazione rimane , eccome!
     
  19. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ah! Certo! Sai la mafia se no, piena di carte postpay...
     
  20. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Confermo che la carta Postepay è, eccome, un mezzo di pagamento tracciato, per cui nessun problema a farsi pagare in questo modo il canone di locazione. Come tale, la Postepay ricade sotto il "tipo rapporto" n. 15 ("Carte di credito/debito", alle quali appartengono anche le "carte prepagate ricaricabili", quale è la Postepay) dell'Allegato 1 del provvedimento del Direttore dell'AdE del 25.03.2013 con il quale si sono disciplinate le “modalità per la comunicazione [da parte degli intermediari finanziari] integrativa annuale all’archivio dei rapporti finanziari”. Comunicazione, relativamente alle movimentazioni avvenute nell'anno 2011, già effettuata dagli intermediari finanziari entro il termine del 31.10.2013; quella relativa al 2012 ha come termine il 31.03.2014. Quanto alle movimentazioni avvenute nel 2013, il termine (come per gli anni successivi) è il 20 aprile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina