1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. GEOPI

    GEOPI Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    buongiorno a tutti, il mio quesito riguarda le opere di realizzazione di nuovo impianto climatizzazione in un appartamento in condominio con riscaldamento centralizzato e se le stesse rientrano fra le opere defiscalizzabili o meno, inoltre la legge appena discussa in parlamento (che porterebbe la percentuale dal 55% al 65% per il risparmio energetico) sembra escluda le pompe di calore a priori e fra gli utenti si sta creando confusione; altro atroce dubbio, che prescinde dalla possibilità o meno di defiscalizzare, è quale aliquota devono applicare gli installatori al privato sulla fornitura e posa di un impianto clima di tipo domestico con split mono e/o multi? grazie infinite a chi saprà aiutarmi e saluti a tutti.
    Geopi
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Sì, dal beneficio del 65% il DL n. 63/2013 ha escluso le spese per gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia nonché quelle per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda. Il motivo di tale esclusione risiede nel fatto che tali interventi possono essere invece incentivati dal cd "Conto Termico" (DM Sviluppo 28 dicembre 2012).

    Per quanto invece riguarda il discorso IVA, l'impianto di climatizzazione rientra tra i cd "beni significativi", per cui l' aliquota IVA agevolata del 10% non si applica sull'intero corrispettivo del bene ma solo sino a concorrenza del valore della manodopera impiegata nell'esecuzione dei lavori, mentre il restante importo del bene deve essere fatturato con aliquota ordinaria del 21%. Il tutto comunque, previa presentazione alla ditta installatrice di apposita dichiarazione di responsabilità sottoscritta dal richiedente.
     
  3. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao dolly, proprio ieri ho avuto un colloquio con un'impresa in merito all'installazione di un impianto di aria condizionata in casa.
    Mi è stato confermato - e confermo - quanto da te detto:
    l'IVA al 10% sulla mano d'opera
    l'IVA al 21% sul costo dell'impianto
    ATTENZIONE: per la richiesta di rimborso della percentuale detraibile, deve essere indicato: RISTRUTTURAZIONE e non Impianto per il risparmio energetico; questo perchè tale tipo di impianto non è ricompreso nel cosiddetto "risparmio energetico".:stretta_di_mano:
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Infatti ho scritto che sono esclusi dal beneficio del 65% gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia nonché quelle per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda.
    I condizionatori possono rientrare nella detrazione del 50%.
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/b817df80426dc23e98b59bc065cef0e8/GUIDA+Ristrut_edilizie.agg.06-06-2013.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=b817df80426dc23e98b59bc065cef0e8
    Per l'IVA agevolata al 10% avevo già ben specificato.
     
  5. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  6. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sai mica cosa dichiarare nella DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’ che bisogna redarre e presentare in caso di controllo dell'Agenzia delle Entrate ?
     
  7. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Questa va redatta qualora gli interventi non necessitano di alcun titolo abilitativo e resa ai sensi dell'art. 47 del DPR n. 445/2000. In essa si deve indicare la data di inizio lavori ed attestare la condizione che gli interventi posti in essere (pur appunto non necessitando di titoli edilizi) rientrano tra quelli agevolabili. Tale dichiarazione va conservata agli atti unitamente a tutti gli altri documenti.
     
  8. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie dolly, mi hai anticipato di un soffio.:stretta_di_mano:
     
  9. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    in pratica devo compilare e sottoscrivere :

    DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
    (Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445)
    Il/La sottoscritto/a…………………………………………………………………………
    (cognome) (nome)
    nato/a a ……………………………………………….(……….) il………………………
    (luogo) (prov.)
    residente a …………………………. (…….) in via ……………………………… n. …
    (luogo) (prov.) (indirizzo)
    domiciliato/a in ………………………(……) in via ……………………………… n. …
    (luogo) (prov.) (indirizzo)
    consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art.76 del d.P.R. 28.12.2000 n.445, in
    caso di dichiarazioni mendaci e di formazione o uso di atti falsi
    DICHIARA

    - di aver iniziato il 14 maggio 2013 e concluso 17 maggio 2013 l'attivita'
    di acquisto, installazione e messa in esercizio di condizionatori a pompa di calore.
    - per l'espletamento di tale attivita' non e' richiesto alcun titolo edilizio mentre la stessa rientra tra gli interventi agevolabili ai sensi del Dpr 380/2011.


    Luogo, data Firma
     
  10. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Perfetto.:ok:
     
    A happysmileone piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina