1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lino erme

    lino erme Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sul sito dell'ufficio delle entrate valutano con delle fasce di prezzo il valore degli immobili considerando le zone dove questo si trova...ora mi domando : se una persona vende al di sotto della stima che loro hanno fatto potrebbe avere noie con la finanza? Magari loro potrebbero insinuare che ci sia stato un passaggio di denaro in nero ?? oppure una persona è libera di vendere a suo piacimento??? grazie a chi risponderà.
     
  2. contro_idealista

    contro_idealista Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Da quello che ne so io, il valore catastale è il minimo accetato dalla legge, però vorrei sbagliarmi, perché anch'io ho una situazione simile per comune accordo di compravendita di quote tra fratelli.
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Nessuna noia con la finanza se vendo a prezzo inferiore a quello che stima l'AdE, semplicemente arriva l'accertamento e a quel punto si discute. Il valore degli immobili non è quello in funzione della rendita catastale, ma quello commerciale sul quale l'AdE ci sguazza. Prudentemente io adotterei almeno: per gli edifici i valori OMI dell'AdE, per i terreni i valori minimi da dichiarare ai fini IMU tabellati dal Comune, per mia esperienza anche questi non sono stati accettati dall'AdE, ma rettificati
     
    A lino erme piace questo elemento.
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    I giorni scorsi un proppista, Quiproquo, ha posto lo stesso quesito. Ci sono diverse scuole di pensiero. Io consiglio di allegare all'atto una perizia di stima giurata dove il tecnico facendo riferimento alla crisi di mercato certifica che il prezzo è quello che dichiarerai nell'atto. Le loro stime effettuate in un momento di mercato normale non possono essere imposte in questo momento di crisi profonda.
     
    A lino erme piace questo elemento.
  5. lino erme

    lino erme Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    le stime che ha fatto l'agenzia delle entrate sono state aggiornate nel 2014 ,quindi sono state fatte in pieno tempo di crisi , sono fasce di prezzo che hanno una distanza molto ampia, non vorrei che per chi sfora queste fasce poi arrivi la sorpresa magari l'hanno fatta apposta per ridurre passaggi di denaro in nero ma così peggioreranno anche il mercato immobiliare non credete?
     
    Ultima modifica: 14 Aprile 2015
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ho molti, fondati, dubbi che lo stato, vampiro, si dimostri magnanime, aggiornando al ribasso i valori degli immobili. sarebbe la prima volta che fa straordinario per venire incontro ai cittadini, sudditi.
     
    A lino erme piace questo elemento.
  7. lino erme

    lino erme Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    al riguardo ho trovato qualcosa sul sole 24 ore....


    L'Osservatorio del mercato immobiliare, istituito presso l'agenzia del Territorio, raccoglie e pubblica i dati sui valori immobiliari, il mercato degli affitti e i tassi di rendita. Le quotazioni di mercato degli immobili rilevate dall'Omi, dopo la legge 88/2009 non hanno più valore di presunzione legale, ma di presunzione semplice. Di conseguenza, eventuali scostamenti tra il prezzo indicato nel rogito e quello risultante dall'Omi devono essere supportate da altri indizi gravi precisi e concordanti per poter condurre a un accertamento.

    (Aggiornato il 02 ottobre 2012 )



    Da <Valori Omi - Ultime notizie su Valori Omi - Argomenti del Sole 24 Ore>
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ritengo che una perizia di stima, giurata, abbia un'affidabilità maggiore. O quanto meno per essere confutata ci deve essere una esplicita contestazione al redattore di tale documento.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina