1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Buon giorno. Avrei un quesito, apparentemente banale, ma che purtroppo mi crea da tempo problemi. Abito, come seconda casa, al primo piano di un condominio al di sotto del quale vi è un appartamento in affitto che si affaccia direttamente sul giardino condominiale. Purtroppo questo appartamento è sempre stato affittato, da quando esiste il condominio, ad inquilini, in progressione, sempre più problematici, vuoi per disturbi notturni, vuoi per numero occupanti ( 6 persone in 38 mq.), vuoi per occupazione indiscriminata degli spazi comuni. Ora, con un nuovo inquilino, la storia si ripete, in modo più grave. L’appartamento è stato affittato ad un clochard (uso il termine più soft), che vivendo prima in una capanna di un campeggio e allontanato da quest’ultimo, ha trasferito tutta la sua mercanzia nel condominio appropriandosi degli spazi comuni, non potendo mettere tutto nella piccola casa. Sta di fatto che io mi ritrovo sotto di me una vera baraccopoli, per di più talmente sporca che ora mi ritrovo in casa ragni, vespe più odori non proprio piacevoli, cosa mai successa in 40 anni! Basti dire che se è stato cacciato da un campeggio….. Ho più volte, anche in passato, protestato con l’amministratore che sporadicamente si è limitato a mandare una letterina che non ha dato alcun risultato. Il proprietario pur sollecitato ha fatto sempre orecchi da mercante. Gli altri condomini, pur disapprovando e lamentandosi, non lo fanno ufficialmente, perché non direttamente interessati, essendo dislocati in altri lati del condominio, oppure per paura di rappresaglie.

    Questa situazione supera però largamente tutte le precedenti e dire che vivo in una favelas è un eufemismo. Quindi visto che i canali ufficiali (amministratore, proprietario) non funzionano, volevo chiedere se c’è qualche altro mezzo per intervenire. Personalmente pensavo, visto che l’appartamento è praticamente antigienico, vista l’acqua che cola dalle pareti e sicuramente fuori norma, se fosse possibile richiedere un sopraluogo dell’ufficio di igiene o di qualche altra istituzione che possa imporre una soluzione.

    Grazie a chi vorrà consigliarmi in proposito.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  2. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Una chiamata ai vigili urbani e alla ASL io proverei a farla.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Perché non chiedere all'amministratore di indire un'assemblea per discutere il problema e mettere davanti alle sue responsabilità il locatore dell'immobile in questione?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  4. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Grazie per le risposte. Per quanto riguarda i vigili e ASL potrebbe essere in'idea, anche se per precedenti esperienze di miei conoscenti è sempre arduo farli intervenire per questioni condominiali.
    Per quanto riguarda l'assemblea è un'altra ardua questione perchè: su dieci condomini 2 sono ricoverati da tempo, uno se ne disinteressa perchè ha messo in vendita l'appartamento, uno non interverrebbe perchè ha gia dei conteziosi con il condominio, due non sono mai intervenuti alle assemblee, uno ha interessi con l'amministrazione. Bella situazione vero? Adesso sto cercando di coinvolgere almeno due condomini per un intervento comune verso l'amministratore, ma con poche speranze in quanto è gente che ha sempre aspettato che fossero gli altri a togliere le castagne dal fuoco.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è per fare il bastian contrario: certto il locatore sarà chiamato ad assumersi le sue responsabilità.

    Ma per curiosità cosa potrebbe fare il locatore in merito?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Probabilmente dovresti avere la possibilità di chiamare i VV.FF. per l'accatastamento di materiale infiammabile e l'ASL per l'inquinamento.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  7. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Penso che l'occupazione in pianta stabile degli spazi comuni si configuri come violazione del regolamento condominiale che di solito è scritto ricalcando il codice civile. L'amministratore potrebbe comminare una sanzione pecuniaria al proprietario per questa violazione, però, se non ricordo male, solo se il regolamento stesso prevede questa possibilità...
    Direi che ricordo bene:
    Sanzioni per le infrazioni al regolamento di condominio

    Andrebbe controllato il regolamento. Se prevede la sanzione, l'amministratore potrebbe mandare al proprietario una seconda raccomandata dove fissa una data massima per lo sgombero pena la sanzione.
    Forse è più facile la via della segnalazione alla ASL. Oppure andare a chiedere al precedente campeggio come hanno fatto loro a convincerlo ad andare via... Oppure...non esce mai di casa questo tipo? cominciare a buttargli via un po' di cose...
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    forse incendiarle è meglio (magari sceglendo un posto lontano dal fabbricato) così intervengono VV.FF. ; VV.UU. e Carabinieri/P.S.
    MAgari il comune gli assegna in comodato gratuito un terreno fuori il centro abitato dove costruirgli un prefabbricato o installargli un container abitazione; oppure il sindaco gli fa un decreto di ricovero coatto in qualche residenza psichiatrica ( ammesso che ce ne siano ancora visto la nostra legge progressista che ha eliminato i manicomi).
    Per me uno è libero di ridurre la propria casa ad una tana: ma casa di sua proprietà e senza arrecare danni ai vicini (quindi è automaticamente esclusa la vita in condominio e la casa in affitto).
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... che farà incavolare il proprietario, ma non risolverà la questione.

    Il problema è proprio come operare nei confronti di chi agisce al di fuori del vivere civile
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  10. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Grazie a tutti per la partecipazione. Ora sono riuscito a coinvolgere due condomini e abbiamo inviato una RR all'amministratore invitandolo ad intervenire presso il proprietario, pena il ricorso alla ASL. Vedremo che succede. A presto e grazie.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dubito che in questo caso il proprietario non abbia responsabilità nell'aver locato così imprudentemente, salvo sia stato caldamente invitato dal Comune.

    Ma rimarco l'aspetto sostanziale.

    Quando per disavventura il proprietario si ritrova come inquilini persone senza riguardi per gli altri condomini che tengono un atteggiamento al di fuori delle norme del vivere civile, mi chiedo quali strumenti abbia per risolvere il caso.
    Se non può intervenire qualche pubblica autorità, lui è l'unico che non può farci niente, e magari ci rimette pure la pigione.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    infatti credo che il proprietario abbia dato in comodato gratuito l'appartamentodietro sollecitazione di qualcuno: gli inverni in campeggio nella bergamasca sono molto freddi.
    Comunque credo che informare i media potrebbe far smuovere qualcuno.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  13. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Tanto per inquadrare bene la situazione. Inquilino: classico barbone con barba lunga e capelli lunghi incolti, si vedono solo gli occhi. Abbigliamento casual trasandato e sporco.
    Situazione economica: non è una questione assistenziale, perchè ha pensione, invalidità e forse risparmi. Infatti paga per quel buco umido bel 300 euro al mese che è un affitto ben al di sopra degli appartamenti simili della zona. Televisore piatto da 46 pollici, PC, ecc. Mantiene una colonia di gatti (fortunatamente per ora non qui, ma non si sa mai) con scatolette di cibo per gatti. Ha dei comportamenti molto strani, anche se innoqui. Proprietario: classico menefreghista (immobiliarista della zona), al quale interessano solo i soldi. Infatti ha sempre affittato senza preoccuparsi delle conseguenze. Per fare un esempio l'ultima affittanza è stata fatta a una famiglia di Kossovari composta da 5 persone in 40 mq. (dove per legge ce ne possono stare solo due. E anche qui avremmo già potuto fare qualcosa).
    Conoscendo l'individuo non penso si arriverà ad un compromesso e quindi forse l'unica strada è cercare di fargli chiudere l'appartamento, che non ha alcun requisito di igiene e sicurezza, tramite ASL. Speriamo.....
    PS: nel regolamento c'è solo il divieto di occupazione spazi comuni (ben specificati) ma senza sanzione.
     
  14. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    E' impensabile allora che l'amministratore mandi un ultimatum al proprietario e per conoscenza all'inquilino dove, dopo aver richiamato il regolamento e i solleciti precedenti, gli si da' tempo fino al giorno X per sgombrare le parti comuni dopo di che sarà chiamata una ditta specializzata che conferirà tutto in discarica a spese del proprietario stesso?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    D'altronde è lui il responsabile indiretto di questa situazione e nei confronti del condominio è il diretto interessato.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il Sindaco non può arrogarsi il diritto di intervenire con la forza in proprietà privata, ha necessità dell'autorizzazione del magistrato.
     
  17. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Non parlavo del Sindaco ma proprio dell'amministratore. Se nel mio condominio qualcuno abbandonasse dei cumuli di cose puzzolenti nell'ingresso, chi fa le pulizie non sarebbe autorizzato (o addirittura non avrebbe il dovere di farlo) a buttare via tutto? Eventualmente previa affissione all'ingresso di una data ultimativa per lo sgombero. Dal momento che in questo caso si sa di chi è la roba in questione, suggerivo l'invio di una raccomandata personale con l'ultimatum
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Scusa, hai ragione, avevo memorizzato male. Sono ancora sotto il torpore della domenica.
     
  19. ensiro

    ensiro Membro Attivo

    Eureka !!! Ce l'abbiamo fatta. La RR inviata all'amministratore e rigirata al proprietario ha avuto il suo effetto. In una giornata l'inquilino ha caricato un camion e ha sgomberato tutto. Probabilmente il paventato ricorso alla ASL, visto il rischio di chiusura dell'immobile, ha spaventato il proprietario che dopo un sopraluogo ha imposto l'immediato sgombero. Speriamo duri....
    Grazie e atutti per il contributo.
     
    A Marinarita, Elisabetta48 e basty piace questo elemento.
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La perseveranza premia. Auguri!
     
    A Marinarita piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina