1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Claudiaz

    Claudiaz Nuovo Iscritto

    Buongiorno, io e il mio ex-ragazzo abbiamo acquistato un appartamento con preliminare del 19/10/2009, versando una caparra di € 30.000,00.
    La consegna dell'appartamento avrebbe dovuto essere il 31/12/2010, con proroga di 120 giorni a discrezione di parte promittente (quindi 31/03/2011).
    Nel frattempo io ed il mio ragazzo ci siamo lasciati, e vorremmo retrocedere dal contratto, ben consapevoli di perdere la caparra, ma l'impresa costruttrice ci minaccia sostenendo di aver diritto anche ai "maggiori danni", asserendo di farci pagare anche le variazioni che noi abbiamo apportato all'appartamento e la mancata vendita.
    Considerando che a luglio 2010 l'impresa ci ha avvertito di un ritardo dei lavori a causa dei permessi, e che a tutt'oggi per l'ultimazione dell'immobile ci vorranno almeno ancora 3 mesi, l'impresa ha tutto il tempo che vuole per vendere l'immobile, quindi la "mancata vendita" non dovrebbe essere contemplata. E 30.000,00 euro mi sembrano + che sufficienti per "giustificare" le variazioni da noi riportate.
    Mi minacciano di farci una causa, ma è possibile?
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    quello che fa fede e' la proposta di acquisto e quello che e' scritto nero su bianco.
    il rogito doveva essere fatto al 31.3.2011, rogito a quanto pare saltato per colpa loro.
    per uscirne fuori bene....................lettera raccomandata in cui chiedete di fare il rogito entro 15 gg al max altrimenti li riterrete inadempienti.
    si chiama messa in mora.
    probabilmente loro non possono farlo perche' non sono ancora pronti.
    gli inadempienti sono loro non voi e dovranno pagare il doppio della caparra che gli avete versato.
    prendete subito un avvocato esperto di immobiliare che gli scrive subito questa bella raccomandata e vedrai che cambiano tattica.
    se non si presenteranno al rogito, fate certificare questa mancanza dal notaio e siete a posto.
    ragazzi, dovete informarvi...................non avere paura del primo che fa la voce grossa.
    ciao
     
  3. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Mancano solo tre mesi per la fine lavori... e se l'impresa fa fare prima l'accatastamento e si mette in regola per il rogito ???

    Potrebbe accadere.

    Non sono nemmeno completamente d'accordo sull'inadempienza della parte venditrice, dal momento che potrebbero "dimostrare" che il loro ritardo è dovuto a cause di forza maggiore.

    A mio parere, l'unica cosa su cui l'impresa non ha titolo per reclamare è la mancata vendita, mentre per la caparra e le varianti ha tutti i titoli.

    Dubito che farà una causa, ma è molto meglio cercare un accomodamento.

    Silvana
     
  4. Nerone

    Nerone Membro Attivo

    Intanto comincino a mandare raccomandate mettendo in evidenza che "contrariamente a quanto concordato il rogito non è stato ancora stiplulato...." acoltino la reazione e poi si potrà cercare un accomodamento, anche aspettare la cessione del compromesso per poter riavere tuttii propri soldi spesi sin'ora, l'importante non pensino di aver torto e dover perder tutto.
     
  5. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Se l'impresa si impunta, perdono caparra e varianti.

    Già visto.

    L'importante è non mettersi di traverso, senza possibilità di mediare...

    Silvana
     
  6. Claudiaz

    Claudiaz Nuovo Iscritto

    :occhi_al_cielo: ok grazie a tutti, penso che procederemo in questo modo: inviamo subito raccomandata con ricevuta di ritorno dove diciamo che non siamo più interessati all'acquisto dell'immobile, e dopo aspettiamo la loro mossa. Sicuramente ci faranno scrivere dall'avvocato intimandoci nel pagamento dei danni ecc. ecc. e noi risponderemo.... cercando di mediare....
     
  7. mtr

    mtr Membro Attivo

    La registrazione catastale si fa alla fine dei lavori, quello che conta è la c.d. 'fine lavori' e l'agibilità (sono due cetificazioni del progettista/DL che afferma essere i lavori conformi al progetto, varie considerazioni sullo stato di salubrità, sulla struttura; e soprttutto il certificato di agibilità è la conferma che la casa è abitabile in quanto residenza): se non si effettuano qs due passaggi non si può registrare a catasto, quindi non darti pena.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina