• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sarah2019

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve a tutti,
il Comune contesta al mio defunto padre di aver omesso il versamento IMU relativo all'anno 2014 per l'appartamento occupato come abitazione principale da mia sorella. Nostro padre però aveva provveduto a redigere una scrittura privata in cui, su tale appartamento, concedeva il diritto di abitazione a mia sorella. Tale scrittura era stata firmata e registrata presso l'Agenzia dell'Entrate e se ne era dato conto anche al Comune con apposita scrittura, peraltro protocollata dallo stesso Comune. Così facendo nostro padre si è sentito sgravato dall'obbligo del versamento del tributo per l'anno 2014. Ora il Comune (questo è ciò che mi è stato riferito a voce da mia sorella), pretende il pagamento dell'omesso tributo perché non è stata depositata presso il catasto copia della scrittura privata di costituzione del diritto di abitazione. Non basta che la scrittura privata sia registrata presso l'Agenzia delle Entrate? Chi ha ragione in questo caso? Prima di inviare una pec al Comune con una richiesta di chiarimento avrei piacere di sentire anche il vostro parere. Grazie per la disponibilità e competenza.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Nostro padre però aveva provveduto a redigere una scrittura privata in cui, su tale appartamento, concedeva il diritto di abitazione a mia sorella.
A quanto mi risulta i "diritti d'uso e abitazione" si devono fare per atto pubblico registrato e trascritto da un Notaio.

Temo che il Comune faccia leva su tale obbligo per contestare la validità della scelta di tuo padre.

Certe scelte vanno fatte con la consulenza di un esperto in materia.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Nel senso che bisognerebbe distinguere tra cessione di diritti reali e permanenti, e comodato, cosa che probabilmente corrispondeva alle intenzioni del padre. Anche il comodato scritto va registrato
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Il diritto di abitazione ceduto con scrittura privata ha effetto solo tra le parti.
Quindi è normale e corretto che il Comune non ne tenga conto.
Se effettivamente si tratta di cessione di diritti, non dubito che la procedura sia quella che descrivete. Trovo strano che non sia stato fatto solo un semplice comodato, ma è un’altra storia.
Piuttosto adesso mi chiedo: il padre si poteva ritenere sgravato della IMU, ma in quel caso la sorella era tenuta a versarla.
Se l’imposta fosse stata pagata dalla sorella, che farebbe il Comune? Compenserebbe?
(Non e questo il caso, se per la sorella era abitazione principale), ma mi incuriosisce come si sarebbe regolato il Comune
 

Sarah2019

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto