1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. phono10

    phono10 Nuovo Iscritto

    Cosa succede se in una denuncia di successione per un immobile, non vengono menzionati uno o piu eredi legittimi, ovviamenti consenzienti al mancato inserimento?
    La relativa trascrizione al catasto avverra' solo per l'erede o gli eredi che hanno presentato regolare successione.
    Ci sono sanzioni in merito.
    Grazie.
     
  2. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non vi sono problemi solo sarebbe meglio una rinuncia formale per evita in futuro un ripensamento .
     
    A maxfox51 piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    solo se rinunciano all'eredità, altrimenti possono nel tempo cambiare opinione:daccordo:
     
  4. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    per procedere con correttezza sarebbe stato meglio prima della presentazione della dichiarazione di successione far fare un stto di rinuncia in modo da poterlo inserire nelle osservazioni del documento da presentare all'ADE in modo da giustificare l'assenza dei legittimari...
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se non c'è rinuncia formale ( e non vogliono farla ), mi chiedo per quale motivo vogliono che il loro nominativo non figuri nella dichiarazione di successione ?
    Cerco di dare la risposta
    - innanzi tutto è una dichiarazione infedele
    - questi signori evidentemente non vogliono perdere altre agevolazioni fiscali o benefici vari :
    : se si è intestatari di un numero di case superiore a 3 non si ha diritto alla riduzione delle tasse universitarie, alle borse di studio e prebende varie.
    - non si può godere delle agevolazioni sulla prima casa ( inverità è sufficiente anche averne una sola).

    Fate attenzione che all'ADE non sono tutti stupidi come si crede. Sono stati mandati a casa i vecchi che lavoravano scartabellando in registri polverosi e tenuti in bui scantinati. Sono stati sostituiti da giovani che sanno come usare il PC.

    MEMENTO HOMINES MALA TEMPORA CURRUNT
     
  6. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    anche noi abbiamo lo stesso problema. nulla di sostanzioso, solo frammenti di terreni in zone che non saranno mai edificabili. mia sorella non vorrebbe andare in successione per paura di perdere delle agevolazioni (la rendita castale si aggira attorno a qualche euro). come può fare per rinunciare alla successione? atto formale in tribunale o scrittura privata?
    dalle risposte precedenti, scusate, non mi è chiaro...
     
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Rinuncia all'eredità
    La rinuncia all’eredità deve farsi con dichiarazione ricevuta dal notaio o dal cancelliere del tribunale competente e non ha effetto se non è osservata la forma prescritta (art. 519 c.c.).
    Per la rinuncia occorre:
    - certificato di morte in carta libera;
    - 1 marca da bollo da € 14,62
    - per la copia dell’atto marca da € 7,08 (rilascio entro 5 giorni) da € 21,24 (rilascio a vista)
    - la rinuncia è soggetta alla tassa di registrazione di € 168,00 da versare secondo il modello F23 da ritirare in Banca o presso gli uffici postali.
    L’imposta di registro è dovuta per ciascun soggetto rinunciante.
    Inizio

    Tribunale Ordinario di Roma
    :daccordo:
     
    A rommel1970 e Fausto1940 piace questo messaggio.
  8. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Ho un sospetto: non è che i "rinuncianti" hanno eredi di minore età che - al raggiungimento della maggiore età potrebbero legittimamente sollevare un putiferio (che sarebbe sollevabile comunque)? Diversamente non vedo motivo per rinunciare.....alla rinuncia.
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    secondo me si resta in balia a tempo indeterminato dei rinuncianti che potrebbe cambiare idea in qualsiasi momento. dopo di che non sono stati loro a rendere dichiarazioni false... io non lo farei mai.
     
  10. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    scusate ma chi si prende la briga di presentare una dichiarazione di successione falsa se non si allega un atto di rinuncia davanti ad un pubblico ufficiale ?
    come sappiamo qualsiasi erede può presentarla ma anche io non la presenterei mai senza un atto che potrebbe eventualmante tutelarmi da dichiarazioni mendaci perchè il paradotto si potrebbe verificare se i legittimari si svegliassero un bel giorno e incolpassero che ora tenta di fare un favore...
    tutelarsi è la soluzione giusta.
     
  11. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    D'accordissimo con tutti coloro che consigliano la soluzione più logica e corretta: rinunciare solennemente! Si evitano un mucchio di pericoli, latenti e non! Perchè dimenticare i sacrosanti, necessari, chiarissimi e utilissimi disposti del Codice Civile andando masochisticamente a caccia di guai?, Prudenza, prudenza e ancora prudenza!
     
  12. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    qualcuno ha idea di quanto richiede un notaio per tutto ciò?
    grazie
     
  13. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    ma non ti conviene puoi rivolgerti direttamente al tribunale
     
  14. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Io ho speso circa 500,00 tasse comprese. Son d'accordo con Gugli: il Tribunale costa meno (ma devi "trottare")
     
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per rinunciare all'eredità c'è un tempo limite mi sembra 30 gg. chiedo supporto dagli iscritti al forum:idea:
     
  16. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La rinuncia all'eredità è l'atto con il quale il chiamato all'eredità dichiara di non voler acquistare l'eredità. Deve farsi necessariamente per mezzo di una dichiarazione ricevuta da notaio o dal cancelliere del tribunale del circondario in cui si è aperta la successione, altrimenti si ha come non avvenuta.
    La possibilità di rinunciare si ha fino a quando non si è perduto il diritto di accettare l'eredità. Il chiamato all'eredità perde però la facoltà di rinunciare se sottrae i beni ereditari o, trovandosi nel possesso effettivo dei beni, lascia passare tre mesi dall'apertura della successione.
    La rinuncia, a differenza dell'accettazione, è sempre revocabile; il rinunziante, se non è passato il termine di prescrizione, ha il diritto di accettare fino a che, in seguito al suo rifiuto, un chiamato di grado ulteriore non abbia a sua volta accettato.

    Per saperne di più:

    Successioni: rinuncia all'eredita'

    Buona giornata
     
    A rommel1970 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina